Dopo Festival 2018, 7 febbraio 2018, diretta seconda puntata


Il racconto in tempo reale dell'appuntamento in seconda serata con i concorrenti, gli ospiti e i commenti a caldo della seconda giornata del Festival di Sanremo.


È andata in onda la seconda puntata del Dopo Festival su Rai 1Edoardo LeoSabrina Impacciatore, Rolando Ravello e Rocco Tanica hanno commentato con giornalisti e anche con i cantanti in gara quanto accaduto in questa seconda serata all’Ariston.

Edoardo Leo inizia un monologo simile a quello di ieri sera. A Rolando Ravello che glielo fa notare risponde: “Se è simile fino al 30% è consentito dal regolamento“. Riferimento ironico al caso del presunto plagio del pezzo di Ermal Meta e Fabrizio Moro. Il caso è scoppiato proprio durante la prima puntata del Dopo Festival.

Gli ospiti musicali sono 3 giovani (Lorenzo Baglioni, Alice Caioli e Giulia Casieri), Le Vibrazioni, Renzo Rubino, Bungaro e Pacifico. Sabrina Impacciatore entra in scena calandosi perfettamente nel ruolo della conduttrice svampita.

Si torna a parlare proprio del discusso caso del brano di Moro e Meta, attualmente “sospesi” per capire se ci sono eventuali violazioni del regolamento. La parola passa ai giornalisti e agli ospiti, cantanti compresi. Bungaro e Pacifico, interrogati, non si espongono più di tanto. Bravo Edoardo Leo a tenere le redini di quello che è un vero e proprio talk show, che guida con totale padronanza.

A Carolina Di Domenico spetta interagire con i giornalisti. Francesco Sarcina (frontman de Le Vibrazioni): “Fabrizio ed Ermal in questo momento staranno vivendo un momento terribile, perché ognuno dubita di loro. Non sta a noi musicisti valutare l’accaduto”.

Vengono coinvolti nel discorso, pur se brevemente, i protagonisti delle Nuove Proposte. Alice Caioli è prima in classifica almeno per questa metà di gara: “Mi sento appagata per questo risultato“, confessa.

Ruoli definiti per i tanti conduttori dello show: ecco Rocco Tanica che ripropone la sua strampalata rassegna stampa.

A sorpresa nella zona rossa della classifica dopo la puntata odierna, ecco Nina Zilli che canta “My baby don’t care for me” di Nina Simone. La cantante piacentina è in gara con “Senza appartenere”, brano dedicato alle donne. Solo questo pezzo, poi la Zilli saluta tutti.

Ritmo veloce, arriva un altro dei big: Ron. Edoardo Leo gli chiede se senta il peso dell’ “ombra” di Lucio Dalla visto che il pezzo che porta in gara è firmato dal grande cantautore scomparso. “Sono venuto a portare una cosa bellissima, non ho assolutamente pensato di ‘spaccare tutto’ sapendo che la canzone fosse di Lucio“, risponde.

Baglioni mi ha chiamato e mi ha chiesto di cantare questo brano. Dopo avermelo inviato, ho capito che si trattava di una canzone importante, scritta in un momento di grazia di Lucio. Ho cercato di disegnare l’arrangiamento in base alle mie caratteristiche”, confessa. Pochissime battute ma va bene così: in questo modo il programma scorre e non annoia. 

Il microfono passa a Renzo Rubino, anche lui nella zona rossa. Il cantante pugliese stasera ha cantato al posto di Meta e Moro, quando invece avrebbe dovuto farlo domani. Il giovane artista fa capire come avrebbe preferito riproporre per la seconda volta il suo brano in una situazione diversa da quella che si è venuta a creare. Non a caso, tra i giornalisti in studio c’è chi pensa che questa decisione degli autori abbia penalizzato la sua canzone.

Si ritorna alla musica con Bungaro e Pacifico che, chitarre in mano, fanno un piccolo omaggio a Domenico Modugno, cantando “La donna riccia”. Il caso Meta-Moro tiene inevitabilmente banco e viene reintrodotto a più riprese: anche tra i giornalisti in studio non mancano pareri contrastanti. Si sottolinea, ad ogni modo, come la Rai stessa sia stata spiazzata dall’accaduto, con la conseguente confusione che ha contribuito a generare con le decisioni adottate nei confronti dei due cantanti.

Look all’orientale per Sabrina Impacciatore, che cambia il secondo abito di questa serata. “Quando penso a Lucio Dalla mi viene molto da ridere, perchè era una persona che mi faceva ridere molto“, afferma Ron. Che poi aggiunge: “Ne abbiamo viste troppe per pensare che Moro e Meta abbiano agito in modo stupido, io sono totalmente dalla loro parte”.

L’artista rivela di aver apprezzato molto il pezzo di Vanoni-Bungaro-Pacifico. Questi ultimi due, a loro volta, rivelano che è proprio quello di Ron la canzone che li ha convinti di più. Questi due vicendevoli endorsement serviranno per assegnare il Baglioni d’Oro, goliardico premio istituito proprio dai conduttori del Dopo Festival.

Termina qui la seconda puntata del Dopo Festival 2018. Il programma tornerà domani, come di consueto immediatamente dopo la fine della terza serata del Festival.



0 Replies to “Dopo Festival 2018, 7 febbraio 2018, diretta seconda puntata”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*