Veronica Pivetti: torna la “Prof” su Rai1


Il quinto sequel della serie con il ritorno di Paolo Conticini


L’appuntamento con la professoressa detective è su Rai1 a partire da giovedì 12 settembre in prima serata. A interpretarla per la quinta stagione consecutiva è Veronica Pivetti. Stiamo parlando della serie Provaci ancora Prof.

{module Pubblicità dentro articolo}

  La novità di questa nuova serie è che la Prof insegna in una scuola differente, essendosi traferita da Roma a Torino. E, assicura la protagonista, la vita di Camilla Baudino, il suo personaggio, sarà tutta una sfida che si svolgerà, puntata dopo puntata, in una serie di circostanze non prive di colpi di scena. Sei i nuovi episodi, ancora realizzati da Endemol Italia per Rai Fiction e diretti da Tiziana Aristarco. In ognuna, l’insegnante con la passione per le investigazioni dovrà affrontare molte difficoltà. I disagi iniziano subito dal punto di vista professionale: la docente, infatti, trasferita a Torino con tutta la famiglia per esigenze di lavoro del marito, si troverà ad insegnare in una classe turbolenta di una scuola di frontiera. 

“Camilla, all’inizio, si sentirà rifiutata dai ragazzi e dovrà faticare non poco per conquistarli” anticipa l’attrice. Anche sul piano personale la vita e gli eventi quotidiani non saranno semplici perché a Torino Camilla ritroverà il vicequestore Gaetano Berardi (Paolo Conticini). E , addirittura, si accorgerà che il suo vecchio amico abita nel palazzo di fronte, dando il via ad una ‘convivenza’ piuttosto complicata.  “Proveranno anche a darsi delle regole per salvaguardare la privacy  delle loro famiglie ma faticheranno parecchio a rispettarle”.

Su tutto, naturalmente, incombe la gelosia del povero marito  Renzo (Enzo Decaro). L’uomo, suo malgrado si deve rassegnare al fatto che la moglie si sia impegnata di nuovo nella sua attività di detective dilettante, dopo che gli aveva promesso di smettere. E, come se non bastasse, dovrà anche fare i conti con Gaetano verso il quale la consorte nutre singolari sentimenti e non certo indifferenza.

  A completare il quadretto familiare ci si mettono anche  la figlia di lei. una ragazzina che si ritrova alle prese con le dinamiche e le contestazioni dell’adolescenza, e il figlio di lui, affidatogli dalla ex moglie partita per un viaggio. Poi, come in una sorta di incubo familiare, arriva anche la mamma di lei (Ilaria Occhini) che si presenta in casa con la scusa di andare a trovare figlia e nipote, il padre di Renzo (Mariano Rigillo), tornato dopo anni di assenza, e la ex di Renzo, che l’uomo assume facendo ingelosire la moglie: “Questa girandola di dinamiche sentimentali crea situazioni davvero divertentii che sicuramente piaceranno al pubblico” anticipa la Pivetti. A supporto della credibilità della serie anche la voce del capostruttura Rai Carla CapotondiProvaci ancora prof 5’ è “uno dei punti di forza della fiction Rai. Camilla Baudino è una donna moderna e attuale sia quando insegna sia quando indaga e ha una vera passione per la giustizia e la verità. La sua è la quotidianità di tutti noi”.

Infine. Enzo Decaro ha così commentato il suo ruolo: “Per il mio personaggio salterei la beatificazione e andrei subito alla santificazione. Andiamo ad abitare in una città con un milione di abitanti  e, al piano di sotto, trovo l’unica persona che non avrei mai voluto”.

Conticini, è molto soddisfatto di essere ancora nel cast: “Sono orgoglioso del mio ritorno perché le prime tre serie mi hanno portato tantissimo e mi hanno fatto conoscere sotto una nuova veste”

Dulcis in fundo, Margherita Oggero (la scrittrice dei libri della prof, nonché ex prof lei stessa): “Ho visto la prima puntata e sono entusiasta. Tra l’altro, sono contenta che la storia sia tornata a Torino dove è nata e che i personaggi abbiano trovato questi interpreti”



0 Replies to “Veronica Pivetti: torna la “Prof” su Rai1”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*