Rai | programmazione per la giornata mondiale contro la violenza sulle donne


Rai | programmazione per la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Tutto il palinsesto dedicato ad un fenomeno purtroppo sempre più in drammatica espansione.


Dal 1999, quando fu istituita dall’Organizzazione delle Nazioni Unite, il 25 novembre si celebra la Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Oltre al sostegno delle reti Rai alla campagna di raccolta fondi “#alidiautonomia”, promossa da D.i. Re (Donne in rete contro la violenza) e all’installazione di cinque panchine rosse in altrettante sedi dell’azienda, la Direzione Creativa Rai ha prodotto uno spot istituzionale firmato dal Dipartimento Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri a cui partecipano Paola Egonu e Cristina Chirichella della Nazionale di volley, che andrà in onda da domenica e sui canali social aziendali accompagnato dall’hashtag #lapartitaditutti.
E’ prevista inoltre una programmazione dedicata, che ha già coinvolto trasmissioni come “Storie Italiane”, “La Prova del Cuoco”, “Uno Mattina”, la “Vita in Diretta” e “Tv7”, lo speciale di approfondimento del Tg1.

Su Rai1 domenica 25 novembre sarà la volta di “Uno Mattina in Famiglia”, “A Sua immagine”, “Domenica In”, “La prima volta”, “L’Eredità” e “Che Tempo Che Fa”.

Su Rai2, si parlerà dell’eliminazione della violenza sulle donne nelle rubriche di approfondimento “Tg2 Dossier” e “Tg2 Storie – I racconti della settimana”. Domenica 25 novembre, la Giornata sarà ricordata a “Generazione Giovani”, “Mezzogiorno in Famiglia”, “Quelli che il calcio”, “Dribbling”, “90^ Minuto” e “La Domenica Sportiva”.

Su Rai 3 su “Kilimangiaro” e “Blob” ci saranno ampie finestre.
Tutte le Testate Rai dedicheranno una copertura informativa alla Giornata con servizi ad hoc nelle principali edizioni dei rispettivi telegiornali.  Le redazioni della TgR ne tratteranno adottando diverse angolazioni narrative: dagli eventi sul territorio, agli approfondimenti su associazioni e enti che assistono le donne in difficoltà, case protette, interviste alle forze dell’ordine.
Su Rai Movie domenica andrà in onda “La giusta distanza” di Carlo Mazzacurati: Mara è una giovane supplente che arriva in un paesino alle foci del Po e si innamora di un meccanico algerino. Quando Mara viene trovata morta, l’uomo è il primo ad essere sospettato.

In serata andrà in onda invece “Via dall’incubo” con Jennifer Lopez nei panni di Slim, minacciata dal marito che si rivela un pericoloso manipolatore. Rai Premium dedicherà alla Giornata “Io ci sono”, la fiction che ripercorre la storia di Lucia Annibali, interpretata da Cristiana Capotondi.

Rai Storia trasmetterà “Diciamo basta”, monologo di Alba Rohrwacher alternato a testimonianze di donne che si sono opposte alla violenza.
Anche Radio Rai ha dedicato e dedicherà diversi appuntamenti alla ricorrenza.

Radio1 se ne è occupata già ieri con spazi all’interno di “Radio anch’io“ e “Radio1 giorno per giorno”, domani ne parlerà “Le storie di Radio1“ e domenica “Donne in prima linea”.

Radio2 domenica ne tratterà in tante trasmissioni e in una puntata speciale di “Senti che storia”, condotto da Sabrina Nobile e Paolo Calabresi. Ospite in studio Matilde d’Errico.

Radio3 ha dedicato l’intera settimana al tema e domenica alle ore 22.30 nel cartellone di “Tutto Esaurito! Il mese del Teatro di Radio3” andrà in onda “Uomini che non odiano le donne”, un incontro registrato al Teatro Storchi di Modena, con Loredana Lipperini, Simona Vinci e Vasco Brondi.



One Reply to “Rai | programmazione per la giornata mondiale contro la violenza sulle donne”

  • sergio zampini

    molti e giusti gli interventi riguardo alla violenza sulle donne, ma di un aspetto molto umiliante e lacerante per la dignità delle donna non si parla a sufficienza: il fatto di venire completamente diseredata a favore di fratelli e di una sorella primogenita. E’ quanto avvenuto a mia moglie. Sentiti notai e avvocati , questa pratica è molto frequente nella bergamasca dove io vivo (non parlo di medioevo ci siamo sposati nel 1975!!) . Mia moglie, ora deceduta, proveniva da Brignano Gera D’Adda, da una famiglia benestante proprietaria terriera, dedita all’allevamento del bestiame, il trasferimento ai figli è avvenuto con una falsa vendita.

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*