Miss Italia, adesso la Rai non accetti ex concorrenti nell’azienda


Il concorso passato a La7 per la finalissima


Finalmente, dopo mesi di incertezze e di trattative avviate, interrotte e successivamente riprese, Miss Italia ha una casa televisiva. Come è giusto che sia per una manifestazione che, in più di settant’anni, ha rappresentato una spaccato reale della vita e della società del nostro paese.

 Dunque l’ufficialità riporta che la serata finale della kermesse di bellezza, andrà in onda domenica 27 ottobre, in diretta su La7. L’incoronazione della reginetta dell’italica bellezza avverrà al PalaArrex di Jesolo. E’ qui che la manifestazione si è spostata dopo le ultime due edizioni da Montecatini Terme. La volontà di voltare pagina è evidente anche nella singolare, inedita, nuova conduzione: Massimo Ghini supportato dall’attore Cesare Bocci (Mimì Augello de Il commissario Montalbano) e dall’ex Miss Italia Francesca Chillemi che si è votata alla recitazione (Sposami, Che Dio ci aiuti, su Rai1).

Come abbiamo sottolineato, non è certo la presenza in tv di una manifestazione come Miss Italia a degradare l’immagine della donna sul piccolo schermo. Persino il Presidente della Camera, Laura Boldrini, dichiaratasi favorevole alla cancellazione della kermesse da Rai1, aveva lavorato, agli esordi della sua carriera, come assitente di produzione, in un programma “scollacciato”. Si trattava di Cocco, in onda nel 1988 e 1989 su Rai2. Dopo di noi che lo avevamo fatto notare, Striscia la notizia ha persino fatto consegnare un Tapiro alla terza carica dello Stato per la incongruenza tra il suo passato e le sue recenti dichiarazioni.

Miss Italia è espressione del costume italiano, una manifestazione che non ha mai rincorso il voyeurismo guardone di cui si nutrono troppi altri programmi. E’ un concorso sulla bellezza che, tra l’altro, si è dimostrato trampolino di lancio nel mondo dello spettacolo, per molte ex concorrenti. Se si facesse un’indagine nelle varie trasmissioni di viale Mazzini, si scoprirebbe che una gran quantità di ex Miss e di ex aspiranti Miss Italia, lavorano nell’azienda contribuendo al gradimento delle trasmissioni nelle quali sono coinvolte. Anna Valle è un’attrice impegnata in fiction che hanno riscosso il gradimento del pubblico di Rai1 (ultima Questo nostro amore di cui sta girando la seconda parte) e la stessa Francesca Chillemi è nel cast di “Che Dio ci aiuti” serie con protagonista Elena Sofia Ricci. Caterina Murino, che nel 1997 vinse il titolo Miss Debora Milano, tra poco sarà Penelope nella fiction Ulisse, sempre in onda su Rai in questa stagione televisiva. E Caterina Balivo, giunta terza all’edizione del 1999, adesso conduce Detto Fatto su Rai2. Ma sono soltanto alcuni esempi delle edizioni più recenti, senza scomodare Sophia Loren e Gina Lollobrigida.

Adesso, dopo aver ripudiato il concorso, per coerenza, l’azienda di viale Mazzini deve ignorare tutte le potenziali attrici e conduttrici televisive che potrebbero emergere da questa prima edizione di Miss Italia targata La7. Significa che non dovrà inserirle in alcun programma targato Rai perchè provengono da un concorso etichettato come inadeguato per il decoro dell’immagine femminile. Il contrario sarebbe davvero ipocrisia pura.



0 Replies to “Miss Italia, adesso la Rai non accetti ex concorrenti nell’azienda”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*