Rai5: la settimana dal 3 al 9 novembre


la programmazione della rete, dal Macbeth al Meraviglioso di Max Giusti


La settimana di Rai5 che inizia oggi, è piena di appuntamenti che spaziano in molti settori della cultura. Questi sono allcuni  dei programmi più interessanti dell’emittente free del digitale terrestre targato viale Mazzini. che vanno in onda durante la settimana.

Domenica 3 novembre:

È il grande baritono Renato Bruson il protagonista del “Macbeth” di Giuseppe Verdi che Rai5 trasmette alle 9.30. Lo spettacolo, andato in scena al Teatro alla Scala di Milano nel 1997, è diretto da Riccardo Muti con la regia di Graham Vick, che ha posto al centro della scena un’incombente cubo, una sorta di enorme contenitore del male dai colori sgargianti.
Protagonisti sul palco insieme a Bruson sono Maria Guleghina (Lady Macbeth), Roberto Alagna (Macduff), Carlo Colombara (Banco) e Fabio Sartori (Malcom). Le scene e i costumi sono di Maria Bjornson mentre la ripresa televisiva è curata da Carlo Battistoni.

Martedì 5 novembre;

È un abile falsario di Berlino, gigolò e giocatore d’azzardo, il protagonista del film di Stefan Ruzowitzky “Il falsario – Operazione Bernhard”, in onda alle 21.15. Nel 1936 l’uomo, di religione ebraica, viene arrestato e portato prima nel campo di concentramento di Mauthausen, e poi in quello di Sachsenhausen, dove assieme ad altri abili truffatori viene messo a stampare grandi somme di denaro per rimpinguare le casse dello stato, che ha bisogno di fondi per sostenere lo sforzo bellico. L’uomo si troverà davanti a un dilemma: approfittare della situazione per sopravvivere, o boicottare l’operazione mettendo a rischio la propria vita?

Sabato 9 novembre:

È dedicata alla musica Rinascimentale la puntata di “Petruška” dal titolo “100 canzoni”, in onda alle 9.45. Michele dall’Ongaro analizza i capolavori di Josquin Desprez e Guillaume Dufay, di Pierlugi da Palestrina e Luca Marenzio, fino a quelli di Claudio Monteverdi, insieme al gruppo vocale Odecathon e il suo direttore Paolo da Col.
La puntata è seguita da un concerto degli stessi Odecathon e da uno dell’Accademia degli Astrusi con il soprano Anna Caterina Antonacci, che propongono una scelta di brani dal repertorio antico.
È ispirato a una celebre canzone di Domenico Modugno lo spettacolo di Max Giusti dal titolo “Meraviglioso”, che Rai5 propone in prima visione tv sempre oggi, sabato 9 novembre alle 21.15. Un “one man show” con Giusti al centro di una scenografia bianca ed essenziale, avvolta da un cielo azzurro pieno di nuvole e popolata da una vivace band di sette elementi. Il racconto, tra riflessioni e interrogativi, si snoda partendo dal primo amore, che porta al matrimonio ma anche alla separazione. Il viaggio nei ricordi prosegue poi con i temi dell’amicizia e della solitudine, oltre che con la musica italiana di Battisti, Baglioni e Modugno. Poesia e cinismo sono l’alchimia dalla quale scaturisce la comicità di Giusti, coadiuvata da un personaggio come Malgioglio, pronto a irrompere nello spettacolo creando un contraddittorio degno di un talk show. È dedicata al Festival di Bolzano e all’ultimo spettacolo di Bianca Li “Robot!” la puntata di “Danza”, con Kledi Kadiu, in onda  alle 23.30. La creazione, per ballerini e robot, si muove tra moderne tecnologie e nuovo umanesimo, anticipando un futuro ormai alle porte: quello che vedrà la convivenza simbiotica tra l’uomo e le macchine intelligenti.  La poliedrica e fantasiosa danzatrice di origine catalana Bianca Li è stata protagonista su palcoscenici come quello dell’Opéra di Parigi ma anche nel mondo del cinema, della pubblicità, della moda e della televisione. Dalla street dance ai flash mob, dal teatro allo schermo, ha saputo conquistare tutte le platee e tutte le generazioni.



0 Replies to “Rai5: la settimana dal 3 al 9 novembre”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*