AIRC: i giorni della ricerca in tv


una settimana di mobilitazione sulle reti Rai per raccogliere fondi per la ricerca


Per il diciannovesimo anno consecutivo, la RAI è al fianco di AIRC  in un’operazione di coinvolgimento del pubblico e di informazione su tutti iprogressi scientifici che si stanno realizzando per cercare di rendere sempre più curabile il cancro. Inizia così una settimana speciale durante la quale tv, radio web saranno impegnati in quest’opera di sensibilizzazione che mira a raccogliere fondi per la ricerca.

Cominciamo con il piccolo schermo. Da lunedì 4 a domenica 10 novembre i programmi televisivi e radiofonici della RAI, ospiteranno ricercatori, medici e persone che hanno lottato e lottano ancora contro la malattia. Al loro fianco gli ambasciatori di AIRC Antonella Clerici, Carlo Conti e Michele Mirabella, insieme a testimonial del mondo dello spettacolo, della musica, dello sport e della cultura.
Uno Mattina per tutta la settimana illustra i successi della ricerca.  Lunedì 4 c’è uno spazio di approfondimento sulle nuove frontiere della diagnosi e della cura del tumore al polmone: assieme agli ospiti in studio, la ricercatrice Gabriella Sozzi e il chirurgo Ugo Pastorino dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, si llustrerà che è possibile individuare la predisposizione e le prime tracce di insorgenza del cancro polmonare da una semplice analisi del sangue: e questo  uno dei risultati ottenuti dalla ricerca targata AIRC. Martedì 5 nello spazio TG1 “Fà la cosa giusta” il Direttore Generale di AIRC Niccolò Contucci illustra l’impegno per promuovere la migliore ricerca italiana attraverso finanziamenti mirati e monitorati. La UBI Banca, partner istituzionale, mobilita i suoi dipendenti e millesettecento filiali in tutta Italia attraverso volontariato.  Sempre nella mattinata di martedì, il popolare cantante Lando Fiorini porta la sua testimonianza dell’incontro con la malattia nello spazio di Uno Mattina Magazine.
Mercoledì 6 Uno Mattina illustra le novità nello studio e nella cura del cancro al colon-retto con il ricercatore Alberto Bardelli dell’IRCC Candiolo di Torino e il chirurgo Salvatore Siena dell’Ospedale Niguarda Cà Granda di Milano, insieme alla testimonianza di Roberta che ha iniziato la sua battaglia con questo tipo di tumore a soli 23 anni. Giovedì 7 con Francesco Bertolini dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano si parla di resistenza ai farmaci anti-tumorali: un ostacolo che i ricercatori stanno cercando di superare identificando cure sempre più mirate per i vari tipi di tumore e per i singoli pazienti. 
Venerdì 8 Uno Mattina dedica uno spazio al tumore dell’ovaio, uno dei più difficili da diagnosticare in modo precoce e pertanto tra i più temuti dalle donne. Ne parla Delia Mezzanzanica dell’Istituto Nazionale Tumori di Milano. Martedì 5 Uno Mattina Storie Vere si occupa di tumori pediatrici con l’emozionante testimonianza di Eleonora Guzzi. Uno Mattina Caffè e Uno Mattina Verde danno la parola ai ricercatori.
Antonella Clerici, madrina della campagna apre, da lunedì 4, la cucina de La Prova del Cuoco ad AIRC per tutta la settimana. Martedì 5 con Antonella e lo chef Sergio Barzetti ci sarà la nutrizionista Anna Villarini per mettere a punto un menù “anti-cancro”: quasi il 70 % dei tumori potrebbe essere prevenuto o diagnosticato in tempo se tutti avessimo stili di vita corretti e aderissimo ai protocolli di screening e diagnosi precoce che consentono di individuare la malattia prima del suo manifestarsi con sintomi. Mercoledì 6 si parla delle proprietà benefiche del cioccolato fino ad arrivare alla puntata speciale di sabato 9 dove si sfidano ai fornelli due ricercatori: Giorgio Scita, con cui Antonella ha vissuto una “giornata da ricercatrice”, e Claudia Iavarone, in rappresentanza dei quattromila ricercatori AIRC ai quali sono destinati i fondi raccolti.
Lunedì 4 anche Carlo Conti apre il suo studio dell’Eredità ad AIRC durante tutta la settimana.  Una giovane ricercatrice di talento, Marilena Iorio dell’Istituto dei Tumori di Milano sarà ospite nello studio di Tale e quale show nella serata di venerdì 8 novembre.

La vita in diretta dà la parola a chi  ha vissuto in prima persona l’importanza dei progressi fatti in laboratorio e rapidamente tradotti in cura.
I fatti vostri incontra un grande testimonial AIRC, Pippo Baudo, che nel 1995 ha ideato la campagna che allora si chiamava “Storie al Microscopio”.
Debora Caprioglio entra per AIRC nel tribunale di Verdetto finale e Justine Mattera racconta l’esperienza di guarigione di sua sorella a Detto fatto. L’importanza della ricerca sul cancro sarà ricordata anche nell’officina di Affari tuoi, nello studio di Ballarò e nel salotto di Porta a Porta, nelle escursioni di Linea Verde, nei racconti di Geo&Geo, poi ad Agorà, Chi l’ha visto? e in molte altre trasmissioni.
Sabato 9 l’impegno si intensifica, cominciando con la presenza a Uno Mattina in Famiglia di Claudio Lippi, grande amico di Airc, passando per La prova del cuoco, Easy Driver, Tv Talk, Le amiche del sabato, L’Eredità fino alla prima serata di Rai1 con Ballando con le stelle dove ritroveremo Margherita Granbassi,  oro olimpico nel fioretto, amica e volontaria AIRC.
Domenica 10 dalle 6:30 alle 24:00 la staffetta RAI raggiunge il suo massimo momento di comunicazione e di coinvolgimento.
Si parte alle 6:30 con Uno Mattina in Famiglia interamente dedicata ad AIRC con le emozionanti testimonianze di chi ha sconfitto la malattia: Federica, una donna coraggiosa, diventata mamma dopo l’esperienza del tumore al seno; Mauro,  campione di canottaggio; Ernesto, un ragazzo solare che ha fatto i conti da piccolo con il nemico numero uno dei bambini, la leucemia. Con loro, ricercatori e medici per illustrare le più recenti novità nel campo della cura, della diagnosi e della prognosi per quel tipo di patologie.
Nel pomeriggio il testimone passa su Rai1 nelle mani di Massimo Giletti con L’Arena e subito dopo a Mara Venier con la sua Domenica In. Al fianco della “signora della domenica”, l’instancabile Claudio Lippi.
Su Rai2, a Quelli che il calcio Emiliano Mondonico è l’ambasciatore di AIRC, forte della sua esperienza personale, per coinvolgere il pubblico dei tifosi del pallone.
Alle Falde del Kilimangiaro, su Rai3, propone la storia di guarigione e rinascita di un ragazzo curioso e amante dei viaggi.
Sempre su Rai3, dallo studio di Che tempo che fa, Fabio Fazio passa il testimone a Michele Mirabella.
Il momento conclusivo della campagna “Rai per AIRC” è infatti il tradizionale appuntamento con Michele Mirabella e il suo Speciale Elisir (domenica, Rai3 alle 21.30): due ore di diretta interamente dedicate all’approfondimento delle più importanti novità nel campo della ricerca e della cura del cancro.
In studio con Mirabella: i ricercatori Pier Paolo di Fiore dell’IOE di Milano per illustrare la “tridimensionalità del cancro” e Ottavio De Cobelli dell’IEO  di Milano per esplorare le nuove frontiere della cura del tumore alla prostata; per parlare dei risultati ottenuti nella cura dei tumori che colpiscono i bambini è in studio Franco Locatelli dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma, avvalorato dalla testimonianza di una ragazzina solare e piena di vitalità. Franco Perrone dell’Istituto Nazionale Tumori di Napoli presenta le nuove strategie terapeutiche, mentre la ginecologa oncologa Dina Stefanon fa il punto sulla prevenzione dei tumori del collo dell’utero e sulla vaccinazione HPV per le giovanissime donne.
Le telecamere di Elisir entrano anche dentro i laboratori dell’IFO Regina Elena finanziati da AIRC per scoprire i percorsi della ricerca con gli occhi di un ex paziente e il racconto della ricercatrice Paola Nisticò. E’ previsto anche uno spazio dedicato alla prevenzione alimentare per alcune patologie tumorali con la nutrizionista Anna Villarini.
A Loretta Goggi, Stefania Sandrelli e Claudio Lippi è affidato il compito di affiancare Michele Mirabella negli inviti al pubblico a partecipare da protagonista, con una donazione, ai progressi della ricerca sul cancro per far crescere la cifra sul numeratore in studio.
Sabato e domenica anche lo sport scende in campo per AIRC: i più amati giocatori di calcio chiedono ai loro tifosi di segnare “Un Gol per la Ricerca” con un SMS. Stephan El Shaarawy, Claudio Marchisio e Javier Zanetti sono gli ambasciatori di questa iniziativa, insieme ad Alessandro Del Piero che – da anni e anche da lontano – ha scelto di stare con AIRC.  RaiSport con Dribbling, Novantesimo Minuto, Stadio Sprint, La Domenica Sportiva e i due canali specializzati del digitale terrestre RaiSport1 e RaiSport2,danno voce agli appelli dei calciatori e degli allenatori nelle interviste post partita e programmano i videoappelli dei campioni che hanno scelto di sostenere la ricerca sul cancro e di coinvolgere i loro tifosi nella sfida di AIRC.
.



0 Replies to “AIRC: i giorni della ricerca in tv”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*