Sfide: un’ottima annata a Milano


la puntata è dedicata alle squadre del Milan e dell'Inter nell'anno 1962-63


Questa sera, su Rai3, alle ore 23.10 va in onda una nuova puntata di Sfide, il programma condotto da Alex Zanardi e prodotto da Simona Ercolani con la regia di Andrea Doretti. L’argomento di questa sera dal titolo Un’ottima annata a  Milano, è concentrato sulla stagione calcistica del 1962-1963 e, in particolare sulle due squadre Milan e Inter che si affacciano sul panorama europeo .

Inizia il Milan con la clamorosa conquista della Coppa dei campioni  conquistata sconfiggendo, nello stadio inglese di Wembley, i portoghesi del Benfica. I telespettatori rivedranno immagini di quel memorabile incontro durante il quale il sud americano Altafini segnò due goal: per la prima volta una squadra italiana vinceva il trofeo. Subito dopo, nei due anni successivi, fu l’Inter a farla da padrona in Europa. Nel corso della puntata vengono messi a confronto tutti i grandi personaggi che hanno contribuito alla gloria delle loro squadre. Si parlerà anche dei presidenti Rizzoli (Milan) e Moratti (Inter), dei celebri allenatori tra cui Herrera e dei due giocatori che diventeranno il simbolo delle squadre e diventeranno due pilastri della Nazionale di calcio dell’epoca. I loro nomi, passati oramai alla storia sono Mazzola e Rivera.

A cinquant’anni di distanza, Sfide documenterà come nasce la lotta accanita tra le due squadre soprattutto durante i derby. A proposito Alex Zanardi presenterà le testimonianze dei giocatori che hanno vissuto la forte competizione che dura ancora oggi. Daranno la loro opinione l’ex centrocampista  Giovanni Lodetti, gli attaccanti Josè Altafini e Gianni Rivera e la celebre coppia di mediani Pivatelli e Pelagall. Dall’altra parte per gli interisti ci saranno le testimonianze dei due campionissimi Suarez e Corso, ma anche di Burnich, uno dei più forti terzini di tutti i tempi. Questi miti del calcio saranno celebrati dalla puntata del programma non solo per la loro bravura sul campo, ma anche per le loro caratteristiche umane ispirate alla correttezza e al rispetto per gli avversari e le regole sportive. Tutto questo nonostante i forti contrasti, la rivalità, il desiderio di primeggiare e di vincere. E rappresentano ancora oggi dei modelli irripetibili soprattutto quando si assite a spettacoli di violenza come quelli che caratterizzano, purtroppo, la vita sportiva di oggi.

Si tratta di una puntata molto interessante che potrebbe rappresentare un messaggio anche abbastanza esplicito per il magnate indonesiano Erick Thohir recente acquirente del pacchetto di maggioranza della squadra dell’Inter. Infatti la storia gloriosa del team potrebbe servire da guida per le prossime mosse di Thohir nella gestione dei giocatori.



0 Replies to “Sfide: un’ottima annata a Milano”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*