Homeland: sulla serie piovono accuse di anti-islamismo


polemiche sulla serie che va in onda su Fox il lunedì sera


Accuse di anti-islamismo per una delle serie preferite dal presidente Obama: stiamo parlando di Homeland, in onda negli USA sul canale via cavo Showtime, il cui ultimo episodio non è piaciuto a molte associazioni arabo-americane.
La serie racconta la storia di Carrie Mathison (Claire Danes), agente della Cia, che si  mette sulle tracce  di Nicholas Brody (Damian Lewis), ex marine tenuto pringioniero in Iraq per otto anni, convertito all’Islam e sospettato di terrorismo.

Con un protagonista maschile musulmano su cui incombe il sospetto di un futuro attentato, non è la prima volta che la serie attira le attenzioni delle associazioni arabo-americane; stavolta però, al centro del dibattito non c’è  lui, ma Fara Sherazi. Si tratta di un’analista finanziaria della Cia di origine iraniana: nell’ultima puntata andata in onda infatti, la donna è stata rimproverata dal capo della Cia per il velo che indossava; secondo il suo superiore infatti, l’indumento sarebbe una mancanza di rispetto verso i colleghi.
Fino a quel momento il personaggio interpretato da Nazanin Boniadi era stato rappresentato in maniera positiva, ma questa scena proprio non è piaciuta ad alcuni musulmani e opinionisti liberali, che in queste ore stanno dibattendo sul diritto al velo per un agente della Cia. La polemica ovviamente tiene banco anche  nel web, dove il sito  salon.com ha paragonato Homeland a 24, scrivendo che «sembra di essere tornati ai tempi di Bush, quando veniva trasmesso il serial 24 e tutti i personaggi negativi erano musulmani».
Scritto da da Howard Gordon, Alex Gansa e Gideon Raff, Homeland è basato sulla serie israeliana Hatufim, conosciuta come Prisoners of war.
Trasmesso per la prima volta negli Usa il 2 ottobre 2011 dall’emittente via cavo Showtime, l’episodio pilota ha registrato l’ascolto più alto della rete negli ultimi otto anni, per un totale di circa un milione 38mila telespettatori. A ciò si aggiunge l’ottimo riscontro che la serie aveva già avuto su internet, dove la puntata era stata caricata in anteprima il 13 settembre sui canali online, ottenendo un alto numero di visualizzazioni, ben un milione 400mila.
Il successo però non è solo di pubblico, ma anche  di critica, tanto che, tra il 2012 e il 2013, lo show si è aggiudicato otto Emmy Awards, inclusi quelli per miglior serie drammatica, miglior attore e miglior attrice protagonista. Stessi riconoscimenti anche ai Golden Globe dove, sempre tra il 2012 e il 2013, Homeland ha vinto 5 premi tra cui quello per miglior serie drammatica e quello per i migliori attore e attrice in una serie drammatica.
Attualmente è in corso la terza stagione e, visto il gradimento, è stato già annunciato che ce ne sarà una quarta. In Italia possiamo vederla su Fox (canale 111 della piattaforma Sky)  il lunedì sera alle 21.00; l’episodio viene replicato il mercoledì alle 21.50 e la domenica alle 23,35.



0 Replies to “Homeland: sulla serie piovono accuse di anti-islamismo”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*