“Una buona stagione” il profilo dei protagonisti


I personaggi principali descritti in tutte le loro caratteristiche


Questi sono i profili dei protagonisti di “Una buona stagione la serie in sei puntate all’esordio su Rai il 1 aprile in prima serata.

Andrea Masci – Ricardo Dal Moro     

Fisico scolpito, sguardo profondo ma sfuggente, quell’innato fascino che sanno avere le persone tormentate, Andrea è un bello consapevole di esserlo. Ma che non fa nulla per esserlo. Ha rinnegato il suo passato, per dieci anni, senza rifiutarlo. Fuggito dopo la morte di suo fratello, dopo la richiesta di suo madre di farsi carico dell’azienda di famiglia. E ora, tornato dopo dieci anni, per impedire la vendita dell’azienda di famiglia, dovrà fare i conti con un segreto pesante e incoffessabile che ha schiacciato la sua anima. E’ arrivato il momento, per Andrea, di iniziare una nuova vita che affonda le radici nel passato. Di riallacciare i fili spezzati con la sua famiglia e portare avanti il sogno di suo fratello Riccardo: produrre un vino unico. Ma, per farlo, Andrea dovrà affrontare il suo più grande fantasma: l’amore per Silvia, la vedova di suo fratello.

Silvia Ferrari – Luisiana Lopilato

Due sono gli eventi che hanno profondamente segnato la sua vita: la morte di suo marito Riccardo e la nascita di Paolo. Perché, dietro a quella morte ed a quella rinascita, ha sempre intravisto il fantasma della propria colpa. E il ritorno di Andrea travolge tutte le effimere certezze che si è costruita in quei dieci anni, distruggendo la corazza indossata per proteggersi dal demone del rimorso. Solo dopo un lungo e doloroso percorso di negazione, Silvia capirà che il futuro vale molto più di una colpa nascosta nel passato. E accetterà l’evidenza: la sua vita è con Andrea. Il padre di sua figlia? Non lo sapremo mai.

Ottavia Piccolo

 
Emma Santangelo – Ottavia Piccolo

Moglie, madre, nonna e vera anima della Santangelo, Emma ha l’animo segnato da quel lutto che, dieci anni prima, gli ha portato via due figli. Riccardo, morto in quel terribile incidente e Andrea, fuggito via da un giorno all’altro, senza un apparente motivo, senza una spiegazione. Negli anni, Emma ha lottato con i propri fantasmi, cercando di materializzare il sogno di Riccardo: creare un vino di eccellenza. Il ritorno di Andrea sarà per lei fonte di gioia ma anche occasione e necessità di confrontarsi con un rimosso che avrebbe voluto dimenticare. Non sarà facile, per Emma, confrontarsi con i limiti delle proprie scelte. Con gli errori che hanno portato la Santangelo sull’orlo di un fallimento tanto da dover essere venduta alla Meinar, una finanziaria tedesca.
Dovrà confrontarsi, soprattutto, con suo figlio, Andrea, forte e determinato come e più di lei… e con il segreto che quel figlio custodisce, nel proprio passato. Non sarà facile, no. Ma necessario.

Michele Masci – Jean Sorel

Marito di Emma e medico in pensione, Michele è l’unico argine capace di frenare e domare quel fiume in piena che è sua moglie. Possiede la forza della calma e della dolcezza, Michele ma cova in sé una determinazione e una caparbia che nulla hanno da invidiare a quella di Emma.
Anche lui, come sua moglie, ha sofferto profondamente per la perdita di suo figlio, Riccardo e per la fuga di Andrea. Ma ha saputo domare la sofferenza, viverla in silenzio pur di non smettere di essere quel punto di riferimento imprescindibile per sua moglie e per tutta la famiglia. E sarà proprio Michele con la sua presenza discreta ma determinante a dare la forza ad Andrea di combattere contro tutto e tutti, pur di coronare i suoi sogni.

Paolo Masci- Gabriele Caprio

Figlio di Silvia, è un bambino di nove anni intelligente e molto sensibile. Adora il disegno e le vigne che circondano la tenuta. Perché, in esse, vede l’immagine del padre che non ha mai conosciuto, Riccardo. Amante della musica, come suo zio Andrea, con lui condivide anche gli occhi del colore del mare e quell’ombra di malinconia nello sguardo che sanno di pensieri lontani e più grandi di lui. Forse, anche per questo, stringerà con suo zio un legame speciale che Silvia, inspiegabilmente, almeno all’apparenza, cercherà di ostacolare. Ma Andrea è davvero suo zio?

Jacopo Masci  – Alessandro Bertolucci

Maggiore di tre fratelli, ha subito il peso di figure forti come lui non è mai stato: prima i genitori, poi Riccardo e Andrea e, infine una moglie che lo ha sempre spronato ad affrancarsi dalla sua condizione di figlio, per far sì che diventasse marito e padre. Ma Jacopo non c’è mai riuscito, nonostante ami sua moglie ed i suoi due figli. Non ha carattere. E il carattere non te lo inventi. Non ha amato e non ama l’azienda di famiglia, di cui cura l’aspetto del marketing. E ha provato a trovare riscatto in politica fino a diventare sindaco del paese. L’arrivo di Andrea, la sua decisione di non vendere, metteranno Jacopo faccia a faccia con i proprio limiti, portandolo a compiere una scleta estrema e infausta.
 
Olga Von Brurer – Marina Giulia Cavalli

Algida, austera, elegante Olga è il presidente della Meinar, la finanziaria che vuole rilevare la Santangelo. Olga sa cos’è il potere. E sa cos’è l’odio. E lo sa, perché ci ha convissuto, fin da bambina. Da quando, a sei anni, ha trovato il suo papà morto, suicida. Ma sa anche cos’è l’amore, quello sconfinato che nutre per sua figlia Marianne, unica vera gioia della sua vita. Sa anche, infine, cos’è la giustizia: è una donna d’affari onesta e una persona che mantiene sempre la sua parola. Con tutti, tranne che con la Santangelo verso cui nutre un odio all’apparenza immotivato, figlio di un rancore che affonda le radici nel suo passato…



0 Replies to ““Una buona stagione” il profilo dei protagonisti”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*