Junior MasterChef, fuori Lucrezia, Alissa, Alessandro e Andrea B


tutte le prove sostenute dai concorrenti


 I quattro finalisti della prima edizione di Junior MasterChef sono Andrea, Fabio, Emanuela e Federico.  Tra di loro c’è il vincitore che conosceremo tra sette giorni. Ma vediamo come si è arrivati alla selezione dei mini aspiranti Chef.

La quarta puntata comincia con il consueto riassunto delle puntate precedenti. Ma si va subito nel vivo. E si inzia con una singolare Mystery Box che contiene ben trenta ingredienti. I tre giudici, Lidia Bastianich, Bruno Barbieri e Alessandro Borghese li presentano uno dopo l’altro.

 Eccone alcuni: patate, cervella di vitella, mela rossa, farina, radice di rabarbaro, pomodori,porri. fave, latte, parmigiano, acciughe, i petti di pollo, riso basmati, bottarga, panna, fagato di vitello, zucchine, rucola a foglia larga, pasta, funghi, affettati misti, pecorino, peperone, ricotta dura, spek di montagna e tonno.

I giovanissimi aspiranti chef devono scegliere quelli che ritengono i migliori, a loro parere, per creare dei piatti originali. Dopo aver selezionato gli ingredienti, i ragazzi sono ai fornelli. E i giudici girano tra le postazioni. C’è molto entusiasmo tra i piccoli chef. Ma intanto il tempo è finito.

Il primo piatto migliore è di Federico che presenta crema di porri e patate con cestino di parmigiano. Il secondo tra i migliori è Andrea Bandini. Ha preparato Pollo al churry con riso basmati. Il terzo piatto migliore è di Flavio. Presenta Cavatelli di tonno con pomodoro. A vincere la Mystery box è Andrea. Il mini chef adesso va in dispensa a scegliere l’ingrediente principale della prossima prova ma non il tema.

Ma dovrà scegliere l’ingrediente non con la vista ma con il tatto. Inserendo la mano in tre grosse scatole con un’apertura, deve tastare gli ingredienti che contengono e scegliere tra le tre scatole che contengono granchi, anguille e filetto di carne. Arriva la pubblicità prima della scelta di Andrea.

Andrea sceglie il filetto. Adesso i ragazzi hanno tre minuti di tempo per fare la spesa. E dopo si mettono ai fornelli. A disposizione di tutti c’è solo un’ora di tempo per cucinare il miglior filetto e soddisfare il palato dei tre giudici. E’ il momento degli assaggi.

Il primo a portare il piatto ai giudici è Andrea, il vincitore della Mystery box. Seguono Fabio e Emanuela. E’ il turno di Lucrezia e di Federico che ha presentato un impiattamento super: il nome del suo piatto è Sole rosso. Alissa porta il suo piatto. Andrea è il prossimo concorrente. Infine, Alessandro. E’ il momento del verdetto. I giudici chiamano Federico, Lucrezia, Emanuela e Andrea B. Tra di loro, i due piatti migliori e i due peggiori.

I migliori sono quelli di Federica e Emanuela. Loro saranno i capitani delle due squadre in esterna. Eliminati, invece, Lucrezia e Andrea B. Finisce il primo episodio.

 Lucrezia

Secondo episodio e tappa in esterna. Per la formazione delle squadre ci si affida alla sorte. I piccoli mangiano i biscotti della fortuna per scoprire in quale squadra dovranno cucinare.  E due capisquadra decidono quale team dovranno gestire e capitanare. Eleonora opta per la squadra rossa.

 I bambini si trovano davanti a una mongolfiera e salgono su. Sono arrivati nella campagna bergamasca, nel prestigioso ristorante internazionale Da Vittorio. Qui dovranno cucinare per dei commensali speciali. A guidare i ragazzi ci saranno i proprietari del Ristorante, presentata come la famiglia più stellata d’Italia. Il pranzo è composto da antipasto, primo piatto, secondo piatto e dessert.

Una squadra prepara antipasto e secondo, l’altra primo e dolce.Tempo a disposizione: due ore di tempo.  La novità è che i commensali sono gli ex concorrenti di MasterChef. E tra di loro rivediamo anche Rashida.  La sarta marocchina uscita dalla porta del cooking show è rientrata dalla finestra.  Intanto le due squadre sono al lavoro. Emenuela fa la dittatrice e impartisce ordini precisi. Ci tiene che la sua squadra sia la migliore. E infatti  i Rossi smbrano in vantaggio. Alla fine, però la squadra blu non solo riesce a rimettersi in sesto, ma addirittura vince la sfida in esterna.

Per Emenuela, Alissa e Alessandro c’è da sostenere il Pressure test. Alla fine altri due candidati dovranno lasciare il grembiule di Junior MasterChef.

Entra il Pressure test con lo chef auro Gualandi che ha portato un suo piatto. Si tratta di tortellini in brodo. E’ un piatto dolce che sembra un piatto salato, dice lo Chef che spiega la preparazione del piatto. I ragazzi, adesso, dovranno pensare ad un piatto salato e trasformarlo in un piatto dolce. Ci vuole immaginazione, raccomanda lo Che. I tre concorrenti hanno 75 minuti di tempo per la prova, compresa la spesa in cucina.

“Avrò sempre nove anni” dice Emanuela, ” ma in questo tempo son diventata una vecchia”. E’ tempo di assaggi. Alissa è la prima a presentare il suo piatto. Poi seguono Alessandro e Eleonora.

Ad essere eliminati sono Alissa e Alessandro. I quattro finalisti della prima edizione di Junior MasterChe sono Andrea, Fabio, Emanuela e Federico.

Tra di loro c’è il vincitore. Ma lo scopriremo solo tra sette giorni.



0 Replies to “Junior MasterChef, fuori Lucrezia, Alissa, Alessandro e Andrea B”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*