The Voice 2, finita la composizione dei team


Tutte le esibizioni e i giudizi dei coach nell'ultima puntata di audizioni al buio


Si sono ufficialmente concluse le Blind Audition di The Voice, i quattro coach: Raffaella Carrà, J-Ax, Piero Pelù e Noemi hanno cmpletato, finalmente, i propri team. La Carrà è stata l’ultima a raggiungere i sedici talenti. Ecco tutte le esibizioni e le scelte dei coach

Federico Russo introduce come ogni sera i quattro insegnanti, già seduti sulle loro puntate, pronti a completare i loro team. Questa sera, per i cantanti, è invece l’ultima possibilità per continuare. Un breve riassunto delle voci scelte da ogni coach: personalità, bravura ed emozioni sono le caratteristiche che ognuno di loro cerca. Si parte con la quinta e ultima puntata delle Blind Audition.
 
Sara Gozi e Marco Galeoni sono i primi ad affrontare il palco di The Voice questa sera, una coppia anche nella realtà, il loro sogno è di raggiungere un successo internazionale che li porti a viaggiare per il mondo. Insieme cantano Treasure, parte il ragazzo e subito Raffaella si fa trasportare dal ritmo e si gira. I due giovani fidanzati entrano nel team della Carrà.
 

Il prossimo è Lorenzo Tornaboni, musicista che nella vita vuole “campà di musica”, sul palco vuole spaccare tutto e con la chitarra suona e canta Maybe tomorrow. Piero aspetta di sentire il sue entusiasmo, la voce che sale, l’adrenalina, ma alla fine nessuno si gira. Lorenzo è molto dispiaciuto, J-Ax, con le sue battute cerca invece di smorzare l’atmosfera ma il ragazzo non può proseguire la gara. Pubblicità.

 
Il prossimo talento non ci viene presentato, sappiamo che è una ragazza “Lunatica e un po’ goffa” che però sogna di trovare un equilibrio nella vita. Sul palco porta Wish you were here, accompagnata dalla sua chitarra. Claudia Megrè, è lei il nuovo talento ed il suo timbro graffiato convince immediatamente Piero Pelu, seguito dalla Carrà e da J-Ax, l’unica a non girarsi è Noemi. Il pubblico la ama, la sua voce piena di pathos piace molto a Raffaella, anche il rapper la riempie di complimenti “La tua voce è tutta un graffio e in Italia c’è bisogno di una voce così”. I tre coach se la litigano ma alla fine solo Claudia può scegliere e decide di proseguire il suo viaggio con Piero Pelù.
Le poltrone si girano, il prossimo talento ha già partecipato al Festival di Sanremo, è Nicolas Bonazzi, un giovane cantautore. Mentre canta Fast car, dietro le quinte i genitori ed una amica a fare il tifo. Nessuno dei coach si gira, nella sua voce non c’è quell’emozione che invece dovrebbe esserci
Benedetta Caretta è la prossima giovane cantante, a soli 17 anni ha già duettato con grandi artisti internazionali tra cui Michael Buble. Con una voce meravigliosa canta The power of love, fino all’ultimo nessuno si gira ma la ragazza è un talento troppo importante da farsi scappare e alla fine Raffaella Carrà non resiste e pigia il pulsante. Tutti i coach si complimentano con lei, Benedetta è dentro.
 
Ancora un artista, anche questa volta il pubblico si deve mettere nei panni dei coach, non può vedere chi canta ma solo ascoltare Come in ogni ora. Noemi si gira, è Lorenzo Pagani il prossimo talento che riesce a convincere anche Raffaella. “Voglio darti il massimo” gli promette Noemi, “Di te mi ha colpito il calore della voce che mi ha travolto” gli dice Raffaella. Con chi andrà Lorenzo? Noemi è la sua scelta, una grande voce entra nella squadra della “roscia”.

Il prossimo talento riuscirà a trasformare in maniera originale un brano molto conosciuto, Federico Russo ci da appuntamento a tra poco.
Solo 90 secondi e si torna con The Voice, Angela Pascucci è il prossimo talento e ha già vinto The Voice of Radio2, è proprio grazie a questa vittoria che è arrivata alle Blind Audition. La ragazza canta Somebody to love e sull’ultima nota si gira Noemi. Il pubblico grida “Angela, Angela”, la sua interpretazione assolutamente originale ha convinto, un nuovo talento è in gara.
Ancora un cantante, Flavio Ausilio che con Salirò cerca di attirare l’attenzione di Piero Pelù. I quattro coach si guardano, si scambiano pareri ma non sembrano convinti e alla fine nessuno si gira. Flavio, tradito anche dall’emozione, non passa il turno.
Andrea Ori è il prossimo cantante, anche lui ha già partecipato al Festival di Sanremo e spera sul palco di The Voice di riuscire a dare il massimo. Highway to hell fa girare Raffaella e Piero, ma basta qualche nota in più e Andrea riesce a convincere anche J-Ax e Noemi, tutto il pubblico è in piedi. La sua voce rock ha convinto tutti, i coach iniziano ad adularlo e a litigarselo, “Mi piace molto che sembri scappato da “Rebibbia” gli dice Piero. Andrea non sembra avere nessun dubbio, Piero Pelù sarà il suo maestro.
 
Una nuova ragazza sta per salire sul palco, è Giulia Mazzali che canta L’anima vola, ma la sua voce dolce e classica non convince. Il Rapper cerca una voce sporca, “Troppo simile all’originale” per Pelù. Anche per Giulia l’esperienza di The Voice si ferma e la ragazza torna in lacrime dietro le quinte.
 

Si torna dalla pubblicità con Suor Cristina, i media internazionali sono impazziti per il talento di The Voice. I coach ricordano di aver sentito il boato del pubblico e di aver visto tutti in piedi. Le lacrime di J-Ax non verranno dimenticate presto, Suor Cristina è un vero e proprio dono del cielo. 
Una piccola parentesi e poi si torna a parlare dei nuovi talenti che ancora stanno “combattendo” per superare le Blind Audition. Bojana è la prossima cantante, scappata dalla Serbia, nella sua voce ci sono tutte le esperienze vissute ed è proprio il suo dolore e la sua vita che cerca di raccontare. Sul palco canta Ordinary people, una bella voce ma nessuno si gira. 

 Dylan è il prossimo cantante, un rapper che con la musica si sfoga e racconta ciò che vive, “Quando faccio musica sono felice”. Talk dirty la sua canzone, ma a metà del brano il ragazzo introduce un pezzo inventato da lui e J-Ax non può resistere, pigia il pulsante rosso seguito da tutti gli altri tre. Una timbrica e un’intonazione pazzesca, un talento che ha “Le rime dentro”. La scelta è più che ovvia, “Vi stimo tutti ma vado dallo zio”. Con Dylan J-Ax ha completato la sua squadra.

Da questo momento in poi il rapper non potrà più spingere il pulsante rosso ma si godrà le performance degli artisti guardandoli in faccia dal momento in cui arrivano sul palco.
Mariachiara Castaldi è la prossima cantante, “Dove c’è la musica c’è la mia vita” e con questa massima si avvia verso il palco. la ragazza canta Un’emozione da poco, J-Ax è li che la guarda e cerca di convincere gli altri coach e girarsi ma nessuno pigia il pulsante. Un grande in bocca al lupo per Mariachiara che torna dalla famiglia con un po’ di amaro in bocca. The Voice si ferma per qualche minuto.
A salire sul palco dopo la pubblicità è Yousef Pellerito, che spera di diventare un cantante professionista, soprattutto per la mamma e la nonna che nella vita gli hanno dato sempre tutto. Con We found love Yousef cerca di arrivare al cuore dei coach ma anche questa volta nessuno si gira. Il ragazzo proprio non ci sta, ma i professori non pensano sia pronto per questa esperienza. 
Dejanira è il nuovo talento, grazie alla musica è riuscita a vincere la sua timidezza. Riuscirà il ritmo di Bring me to life a convincere almeno uno dei quattro coach? Piero Pelù si fa convincere anche da J-Ax e alla fine si volta, così con questa magnifica voce anche il team del rockettaro si è completato.
Venticinque anni di sacrifici, 90 secondi per dimostrare la propria bravura, Viviana sta per salire sul palco. La ragazza canta Ti scatterò una foto, i due coach cercano di convincere le ragazze ancora di spalle ma non riescono a convincerle. Anche per Viviana The Voice finisce qui.
Andrea Nocera è un insegnante di canto ed è il prossimo cantante a salire sul palco di The Voice. Al pianoforte canta Chariot e la sua voce riesce a far voltare tutte e due le insegnanti. Il ragazzo non è partito al massimo ma alla fine la sua musica è esplosa nello studio, ora sta a lui, chi sceglierà? Anche Noemi ha finito, il suo team è completo, le sue voci sono molto particolari ma soprattutto piene di personalità.
Ora manca solo Raffaella che ha ancora due voci da scegliere, chi saranno i due fortunati? Valentina Sarto è la prossima a provarci, una ragazza creativa, con un carattere forte e deciso. Con una voce particolare canta Warwick avenue ed il suo timbro convince quasi subito Raffaella. La ragazza ce la fa, è dentro e la Carrà acquista un nuovo talento.

Per Raffaella ancora non è finita, non ci riescono ne  Alessio Paddei con Cleptomania ne Camilla Noci con Mas que nada. 

Neanche Angelo Marco e Chiara con Glitter and gold riescono a colpirla. Ci prova Valentina Ranalli con Limpido, Raffaella è molto attenta, non può sbagliare la sua ultima voce. I tre coach le vanno vicino e alla fine Raffaella pigia sul pulsante rosso.
La voce di Valentina ha colpito Raffaella e così anche l’ultimo talento è entrato a The Voice. Le quattro squadre sono al completo. 

Le Blind sono finite, Valentina Correani ricorda di seguire The Voice su tutti i social e poi un po’ di pubblicità prima dei saluti finali.

Dopo cinque serate Raffaella, Noemi, Piero e J-Ax hanno scelto le voci migliori e le personalità più forti. Un video ripercorre i momenti migliori di queste Blind Audition ma ora l’appuntamento è al prossimo mercoledì, con la seconda fase di The Voice: Le Battle. Una voce contro l’altra, il coach può scegliere un solo vincitore, ma quest’anno è stata inserita una grande novità: l’opzione steal, il cantante eliminato può essere inserito da un altro giudice nella propria squadra. La caccia alla voce più bella d’Italia entra nel vivo.




0 Replies to “The Voice 2, finita la composizione dei team”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*