The Voice 2, ultima puntata di Knockout


tutte le esibizioni della serata e le eliminazioni


Con la fase dei Knockout, i quattro coach di The Voice of Italy hanno completato i loro team con i cantanti da portare ai live dalla prossima settimana. La gara è stata molto sofferta e per i giudici il compito di scelgliere si è rivelato  più arduo. Ecco quanto è accaduto.

Federico Russo introduce la puntata e chiama i quattro coach: Piero Pelù, J-Ax, Raffaella Carrà e la rossa Noemi, per loro questa sarà una grande serata. Le ultime dieci coppie in gara si contenderanno i posti per accedere ai Live, questa sera o si è dentro o si è fuori.
Solo cinque artisti a squadra passeranno il turno per cercare di diventare the Voice. Sono in sei nel team Noemi, tre passeranno mentre altri tre torneranno a casa. I primi due a scontrarsi sul ring sono Andrea Veschini e Stefano Corona. Andrea sceglie di cantare Message in a bottle dei Police ed è il primo ad esibirsi.

Alla fine dell’esibizione Noemi sembra molto soddisfatta, è ora il turno di Andrea che canta invece  Seven nation army. Anche per lui una grande esibizione che ha coinvolto tutto il pubblico. I primi a parlare sono J-Ax e Raffaella, tutti e due sono rimasti molto colpiti, la Carrà addirittura si sbilancia “Io preferisco Stefano”, complimenti anche da parte di Piero Pelù, ma è ora il turno di Noemi, chi dei due cantanti passerà il turno?lo scopriamo dopo la pubblicità.
Si torna in studio, il coach Noemi deve prendere una decisione, a vincere il combattuttissimo Knockout è Stefano Corona.
Anche nel team J-Ax sono rimasti in sei, Giusy Scarpato è il primo nome fatto dal coach, Carolina Russi la sua sfidante. La canzone scelta da Giusy è Il mio giorno migliore di Giorgia ed è lei la prima ad esibirsi sul ring. J-Ax ascolta attentamente ed alla fine si scioglie sulla poltrona rossa iniziando a ballare e cantare. Carolina canta invece The house of the rising sun, alla fine il pubblico urla più che mai. Prima del verdetto di Ax, Federico Russo chiede qualche parere agli altri giudici, per Raffaella sono due talenti, Noemi conferma “Sarà molto difficile decidere per J-Ax”, alla fine il rapper decide di portare con se Carolina.
 
Sono quattro invece le ragazze del team Pelù, per la sfida il coach sceglie di far sfidare Nadia Marino e Esther Oluloro. Nadia decide di cantare Sweet child o’mine riuscendo a coinvolgere con il suo ritmo e la sua personalità, Esther porta invece sul ring Così celeste di Zucchero emozionando tutti. Piero è in difficoltà, le due ragazze sono dei veri talenti, “Nadia hai cantato in maniera devastante, Esther tu sei una bomba, hai una magia dentro di te”, è il momento per Pelù di fare un nome ed Esther vince la sfida grazie alla sua grande originalità.
Un po’ di pubblicità e poi si continua con la gara.

Nel team di Raffaella sono rimaste quattro voci, i primi a scontrarsi sono Tommaso Pini con Sweet dreams e Sasha Susino che canta Nessun dolore di Giorgia. Il primo ad esibirsi è Tommaso che porta sul palco una versione tutta sua della canzone degli Eurythmics, Sasha deve dare il meglio di se per conquistarsi un posto ai Live. Bravi tutti e due, ma Raffaella sceglie Tommaso, “E’ talmente strano, è talmente fuori dalle righe che non posso lasciarlo andare”.
Nel team di J-Ax sono in quattro, i primi a sfidarsi sono Valerio Jovine e Andrea Ori, “il reggae contro il rock” sottolinea il coach. Jovine canta Isn’t she lovely dedicandola alla figlia di pochi mesi ed è il primo a salire sul ring. Il palco è suo, il pubblico lo segue e J-Ax è più entusiasta che mai. Andrea canta invece Have you ever seen the rain, anche per lui mani alzate, un Knockout fantastico, “Ho visto due bombe sul palco” dice Raffaella, “Andrea era in squadra con me ed hai cantano da Dio” sottolinea Pelù, Noemi preferisce Valerio. Ma è J-Ax a dover decidere, il rapper sceglie il più coraggioso “Pur essendo un fan di Andrea porto avanti Valerio”. Un po’ di pubblicità.
 
Si torna sul palco di The Voice, è il turno del team Noemi, a sfidarsi sono Yvonne Tocci e Andrea Manchiero. Il pezzo della ragazza è proprio una famosissima canzone di Noemi: L’amore si odia, mentre Andrea, in arte Piero, canta The scientist dei Coldplay.J-Ax è il primo a parlare “Quando sento cantare Yvonne mi sembra di vedere una diva” sarà anche perché prima la ragazza era proprio nel team del rapper. Andrea ha invece un timbro fantastico ed è per questo che Noemi sceglie di portare dietro proprio lui, tra i fischi del pubblico.
Ultimo Knockout per il team Pelù, Claudia Megrè è la prima a salire sul ring cantando Nobody’s wife più scatenata che mai. E’ poi il turno di Valeria Marchetti, il suo cavallo di battaglia è Il mare d’inverno.Pubblico in piedi per Valeria, Piero è molto pensieroso. J-Ax e Noemi hanno apprezzato molto Valeria Marchetti, alla fine Pelù deve fare una scelta ed istintivamente fa il nome di Claudia, anche questa volta il pubblico non sembra d’accordo, lo studio si riempie di fischi.
  J-Ax scuote la testa “avrete dei piani che non capisco ma secondo me palesemente la sfida era vinta da Valeria”. Il team Pelù è al completo, arriveranno direttamente al Live: Daria Biancardi, Giacomo Voli, Giulia Dagani, Esther Oluloro e Claudia Megrè.
‘ ora il momento della Carrà per l’ultima battaglia, Nancy Scardiello cerca di conquistare il cuore di Raffaella cantando Lady marmalade, mentre Giuseppe Maggioni porta sul palco Follow me.Inizia la ragazza, ritmo coinvolgente, personalità esplosiva, Raffaella è molto soddisfatta. E’ poi il momento di Giuseppe, un acuto infinito conclude la sua performance. Davvero bravi tutti e due ma ad arrivare ai Live può essere uno solo dei due talenti e Raffaella sceglie Giuseppe.

Anche il team Carrà per i Live è al completo, le cinque voci sono: Federica Buda, Luna Palumbo, Francesco Marotta, Tommaso Pini e Giuseppe Maggioni.
er il team J-Ax gli ultimi cantanti a doversi esibire sono Pietro Napolano e Dylan Magon. Il primo cantante porta sul ring I will survive in una versione molto particolare. I quattro coach ballano sulla sedia ed il pubblico si alza in piedi alla fine della performance. Dylan canta invece Hold on we’re going home, inserendo nella canzone un pezzo rap inventato da lui. “Grande energia, una bella sfida” sottolinea Piero Pelù, ma anche questa volta è il coach Ax a dover decidere chi mandare a casa, “Io ho deciso di portare con me Dylan che è giovane, affamato e crazy proprio come il suo coach”. Anche il team di J-Ax è al completo, i cinque talenti sono pronti per i Live: Debora Debby Lou, la famosissima Suor Cristina Scuccia, Carolina Russi, Valerio Jovine e Dylan Magon.

Le ultime voci a scontrarsi sono quelle del team Noemi. Giorgia Pino canta Tra nuvole e lenzuola dei Negramaro, Paola Bivona, rubata da Noemi al team Pelù, canta invece It’s oh so quiet. Le due ragazze aspettano sul ring il verdetto di Noemi, gli altri coach sono rimasti colpiti dal graffiato di Giorgia e dall’interpretazione di Paola, la scelta dopo la pubblicità.

Si torna in studio, è il momento di Noemi, “Paola sei esplosa sul palco e sei stata straconvincente, di Giorgia io amo la voce e io porterò con me Giorgia Pino”, ancora una volta il pubblico fischia, Federico Russo cerca di riportare la calma in studio. Con questa ultima scelta anche il team del coach Noemi è completo, cinque gli artisti che accedono ai Live: Gianna Chillà, Gianmarco Dottori, Stefano Corona, Andrea Manchiero e Giorgia Pino.

Con questa puntata cala il sipario sui Knockout, il prossimo mercoledì sera si comincia con i Live. Sono rimasti in venti, cinque artisti per ogni squadra, solo i migliori possono affrontare l’ultima fase di The Voice e solo uno vincerà, L’appuntamento è alla prossima settimana, la gara si fa ancora più coinvolgente.


0 Replies to “The Voice 2, ultima puntata di Knockout”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*