Miss Italia 2014, l’identikit delle 24 finaliste


le statistiche sulle aspiranti al titolo di Miss Italia


Stanno per confrontarsi nel corso di questo fine settimana le 24 finaliste di Miss Italia 2014. Sono ragazze provenienti da tutt’Italia, nate nel nostro paese, ognuna con una storia particolare. Si inzia l’11 e il 12 settembre con le due seconde serate su La7. Poi la finalissima il 14 settembre sempre su La7. Conosciamole meglio.

 Tutte sono studentesse, ma c’è anche chi lavora. Nove ragazze frequentano il liceo, sette sono iscritte all’Università, sette all’ Istituto Tecnico,  soltanto una è iscritta a uncorso professionale. Sette miss studiano e lavorano.  I loro impieghi sono: modella, hostess, commessa, cameriera, baby sitter, tecnico di laboratorio chimico. Una è ballerina professionista.

{module Google richiamo interno} Per quanto riguarda i social: tutte utilizzano facebook, ma non ne fanno un uso eccessivo. In qualche caso servono a tenere i contatti con familiari che non vivono nella stessa città, se non all’estero. In sintesi, i social vengono usati dalle finaliste “il tempo giusto”. In linea di massima, inoltre, tutte sembrano orientate a leggere i quotidiani e a tenersi informate (come stanno facendo a Jesolo), soprattutto on line, mentre sono molto meno interessate ai programmi della televisione, salvo i Telegiornali.

 Giorgia Orlandi e Rosaria Aprea sono le più alte (1.80);  le più basse sono Sara Nervo , Matilde Silingardi e Deborah Messina  (1,70). Nessuna sotto il metro e 70.

Il colore degli occhi è così distribuito: color marrone 16; verdi 4, azzurri 3, nocciola 1. Dodici Miss hanno i capelli castani, dieci sono bionde e soltanto due hanno capelli neri. 

  Per quanto riguarda i tatuaggi, solo quattro ragazze ne hanno alcuni piccoli. Sara Affi Fella (una farfalla ad un polso e la frase “let me dream”); Veronica Fedolfi (la scritta “stand by me” ad un piede), Soleil Anastasia Sorge (la scritta in tibetano ‘Om Mani Padme Hum’, cioè ‘concedimi l’ispirazione per ottenere l’unione di metodo e saggezza’) e  Rosaria Aprea (un  simbolo personale della libertà ad un polso)

Nessuna è sposata: per la prima volta dal 1994, quando furono ammesse al concorso, nessuna finalista, forse anche dato il numero ristretto di esse, è sposata. E soltanto una, Rosaria Aprea, ha un figlio.  

Il loro motto: tutte ne hanno uno. A parte i classici “Mai dire mai”, “Per aspera ad astra” e “memento audere semper”, eccone alcuni: “siamo in ballo …balliamo!”, “sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”, “l’eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare”, “i veri campioni giocano per vincere”, “La vera libertà è essere liberi di scegliere sempre”.



0 Replies to “Miss Italia 2014, l’identikit delle 24 finaliste”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*