Federico Russo: “tutte pazze per Mimmo Cesaroni”


Intervista al giovane attore che interpreta il ruolo di Mimmo Cesaroni


Quando è andata in onda la primissima puntata de I Cesaroni nel 2006, Federico Russo (alias Mimmo Cesaroni, uno dei tre figli di Claudio Amendola, alias Giulio Cesaroni, il capofamiglia) aveva solo 9 anni: di tempo ne è passato e l’attore romano è cresciuto davvero tanto. Compirà 17 anni il prossimo19 ottobre ma sono molti i fan della serie a vederlo ancora come un bambino. Non la pensano così, però, le tante sue coetanee che proprio in occasione della prima puntata della 6° serie de I Cesaroni, andate in onda lo scorso 3 settembre su Canale 5, in prima serata, hanno mandato una valanga di Tweet di commenti su di lui dicendo che era bello, che erano invidiose perché baciava la sua ragazza nella finzione, Chiara e che avrebbero voluto fidanzarsi con lui. Addirittura alcune fan erano scosse perché  Mimmo – Federico, nella finzione avesse una storia sentimentale.

                                                                                                          

Ma eccoci a parlare con lui.

Federico, ormai da otto anni fai parte del cast de I Cesaroni. Che succede nelle prossime puntate?

Beh non voglio rovinare ai telespettatori la sorpresa di scoprire in tv quello che mi succederà: posso dire che il mio personaggio diventerà il confidente di Rudi e poi scoprirà due passioni: il cinema e Chiara, con la quale si fidanzerà. Ma perderà la testa anche per Irene, una new entry di questa serie, figlia di Sofia, che viene ad abitare vicino a Casa Cesaroni. Irene ha un carattere forte ed è una ribelle. E Mimmo sarà colpito da questo suo modo di fare. Ma non voglio aggiungere altro. Vedrete…le sorprese non mancheranno”.

Quest’anno nella serie mancherà il tuo amico Marco, ovvero Matteo Branciamore. Come farai senza di lui?

“Pazienza. Io sono molto legato a tutti i personaggi del cast della fiction, siamo veramente come una famiglia ed in particolare ero molto legato a Branciamore. Con lui avevo un bellissimo rapporto d’amicizia. Molte volte sul set ci dividevano perché non riuscivamo a recitare per quanto ci divertivamo. Certo siamo dispiaciuti che alcuni personaggi ci hanno abbandonato, ma nello stesso tempo siamo molto entusiasti di queste new entry. Un po’ di ricambio non guasta”.

Le ragazze che vedono la fiction sono tutte innamorate di te, e quasi sono invidiose che tu nella realtà sia fidanzato da tre anni con una certa Martina. Come va il rapporto?

Veramente da poco ci siamo lasciati… E’ la vita. Sono tornato single, ma non per questo mi butto a capofitto in storie d’amore nuove”.

Parliamo un po’ di te. Frequenti sempre il liceo psicopedagogico? Ma che tipo di liceo è?

Niente di strano. E’ il vecchio magistrale, sono al terzo anno. Oltre ad andare a scuola e girare I Cesaroni faccio anche sport: pallanuoto, che pratico a livello agonistico”.

.I Cesaroni

Oltre allo sport altre passioni?

Mi piace molto leggere, più che altro libri

Che ti affascina del mondo dello spettacolo?

Tutto: osservo ciò che fa l’attore, il regista, il macchinista. Mi affascina sempre ciò che c’è dietro una fiction, un film. Rimango affascinato quando dopo aver girato una scena, il regista dà lo stop e se stai piangendo o ridendo, dopo tutto torna come prima, riprendi ad essere la persona della vita reale

Quali sono i tuoi idoli, gli attori preferiti?

Adoro Leonardo DiCaprio, Brad Pitt, Johnny Depp”.

A proposito: hai dichiarato in una recente intervista che ti sentivi pronto ora per il cinema: nel frattempo hai partecipato a qualche film?

Sì, ho girato un film che dovrà uscire prossimamente, s’intitola L’aquilone di Claudio, per la regia di Antonio Centomani, con Massimo Poggio, Irene Ferri, Luca Potenza, Fioretta Mari, Luigi Diberti, Milena Vukotic. Si narra il dramma di una famiglia come tante, che si trova a combattere una malattia sconosciuta: l’Atassia”.

Altri progetti futuri?

Dovrei far parte di una fiction molto, molto importante, di cui però per il momento non posso dire nulla”.

 Pregi e difetti?

Come difetti ammetto che sono ansioso, ho molta fretta di fare le cose. Sono preciso, forse fin troppo a rasentare la pignoleria; potrebbe essere un difetto, ma anche un pregio. Tra i pregi sono una persona molto educata, mia madre mi ha tirato su bene, ho molto rispetto per gli altri”.

Federico, continui a non toccare quel conto corrente dove i tuoi ti hanno accantonato i soldi guadagnati a Canale 5 con la fiction?

Sì, continuo a non toccarli. Sono un piccolo salvadanaio per il futuro. Non li potrò toccare fino alla maggiore età. I miei, comunque, non mi hanno fatto mancare mai niente. Sono il maggiore di 6 figli, in fondo basta aspettare. Comunque ho le idee ben chiare: quei soldi mi serviranno per pagarmi l’Università, comprarmi una macchina e poi mi piacerebbe frequentare una scuola di teatro, che adoro”.

Che futuro c’è per Federico?

Spero di continuare a lavorare nel mondo dello spettacolo. A prescindere dagli studi, dalle mie passioni, stare sul set è bello. Adesso, possibilmente, vorrei continuare a crescere sul set de I Cesaroni”.                     

 

 



0 Replies to “Federico Russo: “tutte pazze per Mimmo Cesaroni””

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*