Tu si que vales: la diretta della 7° puntata


Tutte le esibizioni della settima puntata di Tu si que vales


 

Su Canale 5 (ore 21:10) va in onda la settima puntata di Tu si que vales, condotta da Belen Rodriguez e Francesco Sole. Sulle poltrone dei giudici, come di consueto, troviamo il trio De Filippi-Zerbi-Scotti. Rappresentante della giuria popolare è ancora una volta Mara Venier.

 Il primo concorrente è un mago che spara magliette con una sorta di fucile di plastica. Il mago chiede alla Venier di firmare una maglietta, poi la inserisce nel fucile e se la fa sparare addosso. La cosa sorprendente è che, non si capisce come, la t shirt gli finisce addosso, come se l’avesse indossata lui stesso. Vale.

C’è poi una ragazza, Katrin, che compie acrobazie spettacolari sospesa ai tessuti. E’ più snodabile di una Barbie! 100% vale.

Rafco e Vincenzo sono vecchie conoscenze dei tre giudici e ora tornano ad esibirsi. Rafco si propone come mago/illusionista e usa Vincenzo come suo assistente. I numeri messi in scena sono ridicoli, i trucchi sono ben visibili e riescono solamente a strappare sorrisi di compatimento. Per il 90% del pubblico non vale, anche Zerbi e De Filippi li bocciano.

Professor Splash è un temerario signore che si lancia in una piccola piscina da una considerevole altezza. Numero pericoloso ma fortunatamente riuscito. E soprattutto da non replicare a casa. Promosso.

Esibizione davvero forte per l’escapologo David Merlini che si è fatto rinchiudere per 24 ore in una sorta di teca all’interno della quale c’era dell’acqua. Questa cassa è stata poi inserita in una cella frigorifera per un giorno intero. Ora la cassa è diventata un enorme cubo di ghiaccio, come si può vedere una volta che viene rotta la parte esterna. Succssivamente viene sparato del fuoco per agevolare la rottura del ghiaccio, che prosegue poi con una motosega e dei martelli. Un grande blocco di ghiaccio cade sul piede dell’uomo e a quanto pare glielo rompe. Entra infatti in studio il pronto intervento per soccorrerlo e così esce dallo studio, tra gli applausi del pubblico e dei giudici. Pubblicità.

Al rientro assistiamo al rientro in studio di Merlini sulla barella. Il concorrente dichiara che è la prima volta che si frattura qualcosa durante gli esperimenti. Un numero pieno di ansia e decisamente estremo per il pubblico che il sabato sera crediamo voglia rilassarsi davanti alla televisione, magari anche in compagnia dei più piccoli. Promosso, ad ogni modo.

Si cambia tono con un giovane che imita i grandi della musica italiana (Rossi, Battiato, Cocciante, Pezzali) mentre canta Il ballo del qua qua. Esibizione simpatica e buone doti da imitatore. Zerbi e De Filippi lo bocciano, e anche la giuria popolare lo boccia con il 52% dei voti. 

Daniel balla dedicando l’esibizione alla madre, dalla quale dice di trarre grande forza. La De Filippi, come al solito, non si esime dall’indagare più a fondo e inizia a fare domande. Così le vicende personali vengono a galla, quasi come se fosse una preparazione al ritorno di C’è posta per te. Si commuove anche la Venier, e Maria si alza per darle un bacio. In mezzo a questa valle di lacrime, il ragazzo viene promosso.

Acrobazie per l’arrampicatore Stefano che si muove agile tra strutture in ferro e pareti. A un certo punto cade, ma a fine esibizione i giudici gli danno l’opportunità di ripetere il passaggio in cui aveva sbagliato, e questa volta riesce senza problemi. Vale.

Due signori si spogliano mentre si lanciano clavette. Sicuramente molto abili e spiritosi. Ma non finisce qui, perchè continuano il numero mentre si rivestono. Chissà quanto si sono esercitati per riuscire a infilare i pantaloni con le clavette che vanno e vengono dalle loro mani. 

Imbarazzo totale per Carmela che propone Nostrastoria di Gianna Nannini. Rudy, Gerry e Maria si alzano per bloccare il tempo. La Venier la stuzzica e le dà il “la” per intonare altri brani della Nannini.

Bror ha soli 21 anni, viene dalla Norvegia, e sfoggia doti liriche davvero notevoli. Grandi complimenti vengono da Zerbi, che gli riconosce ottime doti interpretative. 100% vale. Pubblicità.

Numero ad alta quota per il giovane Sandro che passeggia su una corda con un grande bilanciere in mano. Vale.

Miss Bocconcino vestita da fatina canta brani delle favole Disney. Zerbi le ferma il tempo, ma la De Filippi si alza per annullare l’azione del suo collega. Sul finale la concorrente sfodera acuti da soprano e il pubblico le tributa una standing ovation.

Si presenta poi l’inventore dello “scatto-dance”. Ridicolo. I giudici si alzano in massa per fermargli il tempo. Bocciato.

Continuiamo con il filone trash con Profeta Costantino che parla della fine del mondo e cita versi di Battisti interpretandoli secondo la sua filosofia. Bocciato a occhi chiusi da tutti.

Betulla ed Esile sono due clown in corsia e propongono una gag, piuttosto inutile a dire il vero, che probabilmente eseguono anche negli ospedali. Per i giudici valgono.

Esibizione di gruppo per degli atleti che compiono salti acrobatici tra parallele e tappeti. Fantastici! Loro sono i Fly To The Stars. Pubblicità.

Josè è un addestratore di cani e Maria dice che non giudicherà l’esibizione perchè lui ha addestrato il suo pastore tedesco, morto quest’estate, quindi lo conosce bene. Il concorrente fa eseguire ai suoi due cani un percorso a ostacoli e naturalmente conquista la simpatia del pubblico. Vale.

Promossa anche una band il cui frontman si diverte a giocare con la sua voce.

Entra poi l’inventore del monopattino-step. Gerry si offre subito per provarlo; seguono il suo esempio anche Belen e Rudy Zerbi. Vale.

Nico Ciù Ciù fa balletti e canta canzoni della tradizione popolare italiana in dialetto. Per Zerbi e Maria non vale. Gerry invece lo promuove, al contrario della giuria popolare.

Ennesimo ginnasta che ci mostra la propria abilità con gli attrezzi del mestiere. Ludovico viene promosso a pieni voti.

Sara X ha un particolare “talento”: sa far ballare a tempo di musica il seno. La De Filippi vorrebbe toccare la clessidra, ma Rudy la ferma. La giuria popolare la promuove, i tre giudici invece no, nonostante Zerbi volesse dirle di sì. Pubblicità.

Il prossimo concorrente si presenta come mimo e con un ombrello finge di essere portato via dal vento. Esibizione decisamente sottotono. Non vale per la giuria popolare, Maria e Gerry invece lo promuovono.

Bruno canta Finalmente tu di Fiorello. La Venier tenta di tutto per non far toccare la clessidra ai giudici, Maria riesce a bloccare il tempo ma la Venier glielo restituisce. Il concorrente però è stonato e non va a tempo. Mara si conferma estimatrice del trash e gli chiede un altro brano. Così canta Amore bello di Baglioni. Ma viene bocciato.

Fabio canta Bocelli (Il mare calmo della sera) e sul ritornello sfoggia una voce in falsetto inaspettata. Mara gli restituisce il tempo che Rudy aveva fermato. Promosso dalla giuria popolare e dalla De Filippi.

Donald e Vanessa giocano al vampiro e ammazza vampiri. Così volano coltelli in direzione della moglie; successivamente la lega a una ruota e mentre lei gira, lui continua a tirare coltelli. A Zerbi partono strane fantasie sadomaso. Valgono. Pubblicità.

Al rientro troviamo un concorrente giapponese che con coltelli e uova crea dei disegni. Nonostante alcuni errori commessi, viene promosso.

C’è pure quello che mette in evidenza le somiglianze musicali tra alcuni brani. Vale.

Vigei e Marco interpretano alcune scene del film Maleficent. Rudy e Gerry fermano il tempo. Non valgono.

Erik ha organizzato uno spettacolo piro-musicale, per cui comanda i fuochi d’artificio a tempo di musica. Viene promosso. Pubblicità.

E con “La buonanotte di Tu si que vales” termina anche questa settima puntata. I conduttori salutano il pubblico e danno appuntamento a sabato prossimo.



0 Replies to “Tu si que vales: la diretta della 7° puntata”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*