X Factor 8: i nostri giudizi sul 5° live show


Le opinioni sulle esibizioni del quinto live show di X Factor 8


Su Sky Uno HD è andato in onda il quinto appuntamento live con X Factor 8, con ben due eliminazioni nel corso della diretta. Una puntata all’insegna di qualche stonatura di troppo, anche da parte di concorrenti solitamente molto precisi. Questi i nostri giudizi al termine della diretta.

                                                                                                   

 Per quel che riguarda la prima manche, i ragazzi hanno cantato per un minuto a testa un brano già eseguito durante una delle puntate precedenti e tutti quanti hanno portato a casa delle mini esibizioni decorose, compreso Riccardo, primo escluso della serata. Concentriamoci perciò sulla seconda parte della gara.

Lorenzo (under uomini) si è cimentato nella cover di How To Save A Life dei The Fray. Dal punto di vista interpretativo la prova è stata superata e la scelta del pezzo è stata azzeccata. Vocalmente invece ci sono stati piccoli problemi di intonazione e fiato corto.

Vivian (under donne): All About That Bass. La hit che sta spopolando in tutte le classifiche è parsa musicalmente irriconoscibile perchè la ragazza l’ha stonata dall’inizio alla fine, o quasi. I giudici però hanno deciso di mettere in secondo piano la questione, tirando in ballo una fantastica presenza scenica che noi, a dire il vero, non abbiamo mai visto in questi mesi. E’ stata giustamente eliminata.

Vivian a X Factor 8

Mario (over) ha affrontato Ragazzo mio di Luigi Tenco. Esecuzione nel complesso corretta, ma il concorrente sembra aver già giocato tutte le sue carte e la sua permanenza all’interno del talent show inizia a farsi più pericolante, se confrontata con il percorso degli altri ragazzi.

Bella esibizione dei Komminuet (gruppi) da un punto di vista scenografico e visivo. Il duo ha proposto Sirene, pezzo di Fedez e Malika Ayane contenuto nell’ultimo disco del rapper. Qualche imperfezione vocale per Francesca, bravo Pietro che si è misurato con una parte rappata decisamente non facile.

Prosegue senza ostacoli il cammino di Madh (under uomini) verso il traguardo finale. Disparate Youth è il pezzo scelto per lui questa settimana e ancora una volta ci troviamo a fargli i complimenti per la presenza scenica, per la voce, il carisma e la credibilità artistica. Abbiamo notato però che le sue performance sono sempre le più ricche da un punto di vista coreografico e scenografico, aspetto che aiuta non poco la riuscita dell’esibizione. Certamente però tutto questo non potrebbe stare in piedi senza il suo talento. Ma proprio perchè sappiamo che la sua bravura può bastare a rendere speciale l’esibizione, aspettiamo con ansia il momento in cui gli verrà assegnata una performance più semplice, essenziale, e soprattutto un brano in italiano.

Tra le migliori della serata bisogna includere anche Ilaria (under donne), risultata intensa e convincente in Giudizi universali di Samuele Bersani. La ragazza è riuscita a farne una versione personale e a dare senso alle parole che ha cantato. Apprezzabile anche la scelta di farle adottare un look più femminile e elegante del solito.

Madh a X Factor 8

Leiner (under uomini) questa sera non è stato al top come altre volte. Anche lui, come altri suoi compagni, ha dovuto fare i conti con una prestazione vocale non troppo convincente e l’esibizione di Fireflies è risultata a tratti noiosa.

In chiusura Emma (over) con Un’estate fa nella versione dei Delta V. La canzone le stava a pennello e la combinazione del timbro di voce e della sua pronuncia italiana è davvero affascinante. E’ mancato quel quid a cui le settimane scorse ci aveva abituati, ma resta una delle più forti in gara.

L’appuntamento è per settimana prossima. Qui trovate la diretta di questo quinto live show.



0 Replies to “X Factor 8: i nostri giudizi sul 5° live show”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*