The Voice 3: i nostri giudizi sulla 6° puntata


I commenti sulle esibizioni della prima puntata di "battle" del talent di Rai2


Su Rai2 è andata in onda ieri sera la sesta puntata di The Voice 3, la prima dedicata alle “Battle”. I concorrenti di ciascun team si sono sfidati tra di loro per permettere ai rispettivi coach di fare un’ulteriore scrematura. Questi i nostri giudizi su quanto abbiamo ascoltato.

 La prima sfida è stata tra Edo Sparks Raffaele Esposito sulle note di Uptown Funk di Mark Ronson e Bruno Mars. Vittoria a mani basse per Raffaele “Lele”, che ha completamente inetriorizzato lo spirito del pezzo, ha cantato bene, si è lasciato andare e ha dimostrato pure di sapersi muovere in modo egregio. E anche una certa somiglianza proprio con Bruno Mars.

Seconda sfida: Keeniatta VS Claudia (Team Noemi). Brano in questione: Survivor delle Destiny’s Child. Look a dir poco tremendo per entrambe. Anche in questo caso c’è stata una che ha nettamente prevalso sull’altra, e si tratta di Keeniatta, che con la sua voce black e la fisicità della diva ha sovrastato l’avversaria, brava ma ad un livello ancora amatoriale.

Il terzo scontro è stato tra Gianni Scardamaglio e Alex Ceccotti del Team Fach sulle note de La casa del sole (versione italiana di The House Of The Rising Sun dei The Animals). Un noioso sfoggio di vocioni che odora di vecchio: insomma la strada perfetta per far naufragare anche questa terza edizione del talent. I due ragazzi sono allo stesso livello, e fa abbastanza ridere la motivazione di Francesco Facchinetti, che ha scelto Alex perché ha un’immagine più adatta al mercato discografico. Noi troviamo che siano disastrose quelle di entrambi.

Quarto duello: Davide Fusaro VS Alessandra Salerno (Team Pelù) con Ain’t No Sunshine di Bill Withers. La sfida è stata di alto livello, per di più tra due musicisti, ma Alessandra è dotata di un timbro più particolare e riconoscibile. E’ stata lei a vincere, ma Davide è stato “rubato” da J-Ax che se l’è conteso con Noemi.

La puntata è proseguita con la sfida tra Roberto Pignataro e Benny Pierri (Team Noemi) che hanno interpretato Io amo di Fausto Leali. Due voci piuttosto diverse tra di loro e meritevoli di calcare il palco, ma Roberto è stato più coinvolgente ed emozionante e infatti è stato lui a passare il turno.

La sesta sfida è stata tra Arianna Alvisi e Chiara Iezzi (Team Ax) che si sono confrontate su Celebrity Skin delle Hole. Un duello molto combattuto: da una parte la sensualità e l’esperienza di Chiara, dall’altra la freschezza di Arianna. Ax ha scelto Arianna, e – mentre la popstar è ormai fuori dal palco – Francesco Facchinetti ha premuto il pulsante per lo “steal”. Roby è apparso fortemente contrariato.

The Voice 3, la giuria

E’ stata poi la volta della battle tra Alessia Labate e Clelia Granata (Team Fach) che hanno cantato Price Tag di Jessie J. Voci gradevoli ma prestazioni poco speziate e alquanto piatte. A passare il turno è stata Alessia.

Ottava sfida: Valerio Miglietta VS Marco De Vincentiis (Team Pelù) sulle note de La torre di Babele di Edoardo Bennato. Decisamente più coinvolgente e divertente Marco, che con la sua teatralità e ironia ha conquistato il coach Pelù.

Nono confronto: Nicol Manenti VS Dany Petrarulo che hanno cantato La compagnia di Battisti nella versione di Vasco Rossi. Un bel confronto e nota di merito per la prestazione vocale di Nicol, ma Noemi ha scelto Dany.

Per il Team Fach si sono scontrati Cli e Aj Summers su Airplanes di B.O.B feat. Hayley Williams. I due hanno dato vita a un gran bel duetto, quasi come fossero un vero duo artistico. Aj sa rappare e lo fa con una voce dal timbro interessante, Cli oltre a saper cantare ha dimostrato anche di sapersi cimentare nel rap. Aj Summers ha passato il turno, ma Cli è stata rubata da Piero Pelù.

Ludovica Cola VS Nathalie Coppola (Team J-Ax): Quello che le donne non dicono di Fiorella Mannoia. Più emozionante e intensa Nathalie che infatti ha passato il turno.

Mariané VS Luca Gagliano (Team Pelù): Il tempo di morire di Battisti. Difficile scegliere tra due personalità così diverse, e infatti Pelù ha scelto Luca, Ax e Noemi si sono contesi Mariané con lo steal. E la ragazza ha preferito il team di Noemi.

Chiara Dello Iacovo VS Sofia Mancino (Team Fach): La mia storia tra le dita di Grignani. Più recitata la versione di Chiara, più cantata (ma con uno stile poco moderno) quella di Sofia. Ha passato il turno Chiara.

Luca Boccadamo VS Maurizio Musumeci (Team J-Ax): Sono come sono dei Bluvertigo. Entrambi sono entrati nello spirito del pezzo ma solo uno è riuscito a convincere a fondo il coach, ed è Luca.

L’ultima sfida è stata tra Gregorio Rega e Massimiliano Marchetti (Team Noemi) che hanno cantato Part Time Lover di Stevie Wonder. Entrambi hanno dato prova di carisma e capacità vocali ma a spuntarla è stato Gregorio.

Qui la diretta della puntata.



0 Replies to “The Voice 3: i nostri giudizi sulla 6° puntata”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*