Amici 14: i nostri giudizi sul 1° serale


Le valutazioni sulle esibizioni canore dei ragazzi di Amici.


Su Canale5 si è appena conclusa la prima puntata del serale di Amici 14, che ha visto la squadra bianca perdere un concorrente: il cantante Davide. Al termine della messa in onda, queste le nostre opinioni sulle performance canore dei ragazzi.

 Ad aprire la gara sono stati i The Kolors con una rivisitazione ben riuscita di Maniac: sin dall’appuntamento pomeridiano con il programma la band si era rivelata in grado di dar vita a esibizioni piene di energia e quest’oggi non è stata da meno. Inaspettata e molto gradita la parentesi dubstep inserita sul finale. Affiancati da Elisa The Kolors potrebbero riservare grandi sorprese durante il serale.

La squadra bianca ha risposto con una prova corale di canto, un mash up tra Ready Or Not Chandelier: buona prova, le parti ben suddivise tra i vari componenti fino a quando ha fatto il suo ingresso – dal fondo dello studio – Briga per un intervento rappato. In questo modo il numero è sembrato costruito proprio sull’apparizione del ragazzo, quasi come fosse già una star.

Trascurabile il duetto tra Paola e Gianni Morandi sulle note di C’era un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling Stones. La ragazza infatti, oltre ad alcuni problemi di intonazione, è apparsa del tutto priva di quel piglio che rende interessante un’esibizione altrimenti piatta.

 Davide e Valentina hanno duettato con Kekko dei Modà in Son già solo Come in un film: prova superata per entrambi, anche se la ragazza è sembrata molto simile ad Emma, che canta la versione originale di Come in un film con il frontman della band milanese.

The Kolors hanno fatto un buon lavoro anche con il loro brano Everytime, che ormai conosciamo da qualche mese. Sono moderni, freschi e hanno un approccio musicale internazionale e accattivante.

Nota di merito anche per Briga in Buonanotte fiorellino, se non altro perché si è cimentato in qualcosa che non gli appartiene totalmente, essendosi limitato a cantare senza alcun inserto rap. Lo stesso vale per la sua performance di Formidable.

Davvero godibile l’esibizione dei blu con FourFiveSeconds di Rihanna: timbri vocali ben amalgamati tra di loro, e la presenza di Elisa è stata naturalmente la ciliegina sulla torta.

Applausi, nuovamente, per i The Kolors che hanno realizzato un gran numero con Uptown Funk. Stash, il leader del gruppo, ha voluto cimentarsi con la coreografia originale del brano e l’impatto visivo è stato notevole. Finalmente una performance che, esteticamente, guarda alle grandi star della musica d’oltreoceano.

Al contrario, molto tradizionalista è stata l’esibizione di Valentina con Tu si ‘na cosa grande totalmente incentrata sulla potenza vocale e nulla più. Noia.

Infine Paola che con E penso a te di Battisti si è parzialmente riscattata dall’esibizione con Morandi. La nostra perplessità però riguarda la sua identità musicale: sembra che sappia fare un po’ di tutto senza eccellere in niente, e fatichiamo a pensare a uno stile che le si addica pienamente.

Qui la diretta del primo serale di Amici.



0 Replies to “Amici 14: i nostri giudizi sul 1° serale”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*