Debora Caprioglio madrina del Premio La Giara


una manofestazione culturale dedicata ai giovani scrittori


Torna in tv Debora Caprioglio. L’attrice sarà, questa sera, la madrina della seconda edizione del premio letterario La Giara che va in onda su Rai2 in seconda tarda serata, alle 23,30. Michele Cucuzza sarà il padrone di casa della manifestazione che ha come palcoscenico Villa Athena (Valle dei Templi di Agrigento in Sicilia).

“Sono molto orgogliosa di essere presente ad una trasmissione che ha un fine altamente culturale” dice Debora Caprioglio. Il premio,infatti è riservato ai nuovi talenti della narrativa italiana e, oltre la partecipazione di Debora Caprioglio, conta anche sulla presenza di Pino Caruso, mentre Remo Girone sarà in collegamento dalla casa di Pirandello e guiderà il telespettatore in una visita di grande interesse mostrando aspetti inediti del grande scrittore siciliano grazie anche alla partecipazione di altri ospiti. “Il mio compito sarà anche leggere alcuni brani dei romanzi selezionati che sono arrivati alla finalissima” spiega ancora la Caprioglio. Il momento spettacolare della serata è affidato alla compagnia “Balletto del Sud”. La regia è di Michele Guardì. Autori del programma sono Michele Guardì, Giovanna Flora e Fabio Giovannini.

Alla trasmissione parteciperanno tutti i giovani autori premiati e interverranno le scrittrici Dacia Maraini e Simonetta Agnello (in arte Hornby).

Con questo Premio, la Rai intende individuare e valorizzare i giovani scrittori ampliando la ricerca al di fuori delle sedi e dei circuiti culturali tradizionali. Al vincitore del Premio sarà garantita la pubblicazione della sua opera da parte di Rai Eri.

Per la precisione, il Premio è rivolto agli autori al di sotto dei 39 anni e vuole essere un vero e proprio osservatorio sulla narrativa giovanile che si avvale della collaborazione delle sedi regionali Rai.  Infatti le modalità di partecipazione stabiliscono che ciascun autore spedisca la propria opera letteraria alla sede regionale di appartenenza. L’opera letteraria dovrà superare tre fasi di giudizio prima di giungere eventualmente alla terna finalista.

 In ogni sede Regionale, 21 su tutto il territorio, una commissione giudicatrice composta da esperti della narrativa e dell’editoria, sceglie, in totale autonomia, i due romanzi migliori tra tutti quelli pervenuti.

Questa prima tappa si conclude con la pubblicazione on-line dei titoli dei romanzi e dei nomi dei semifinalisti regionali indicati dalle Commissioni. I 42 manoscritti vengono a questo punto sottoposti alla Commissione Nazionale composta da Pier Luigi Celli (Rettore Università Luiss), Antonio Debenedetti (scrittore, critico letterario), Gian Arturo Ferrari (Presidente per il Centro del libro e la lettura), Dacia Maraini (scrittrice), Mario Orfeo (Direttore TG1), Franco Scaglia (Presidente Teatro di Roma), Marino Sinbaldi (Direttore Radio3), che ha il compito di individuare i tre migliori romanzi tra i 42 semifinalisti selezionati. La terna finalista viene resa nota proprio questa sera, nella serata conclusiva della manifestazione da Agrigento.

  Lachiusura dell’edizione in corso, segna anche l’inizio di una nuova edizione del premio.



0 Replies to “Debora Caprioglio madrina del Premio La Giara”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*