The Voice 3: i nostri giudizi sulla 10° puntata


Le valutazioni sulle performance dei concorrenti del talent di Rai2.


E’ andata in onda su Rai2 in prima serata la decima puntata di The Voice, la prima dedicata ai live show. Una puntata molto lunga, troppo, durante la quale abbiamo ascoltato i 20 concorrenti arrivati a questa fase. Gli eliminati di oggi sono stati: Dany, Alessia, Tekla, Tommaso. Questi i nostri giudizi al termine della messa in onda.

 Team Noemi. Andrea: Billie Jean nella versione di Chris Cornell: una rivisitazione da locale jazz per un grande classico del Re del Pop. Inizio migliore di come è proseguita l’esibizione.

Mariané, L’immensità: buona prova vocale, grande grinta e interpretazione sentita.

Keeniatta, You’ll Follow Me Down: scenografia spettacolare, pezzo stupendo, e lei vera diva sul palco.

Dany, Guerriero: cantare Mengoni è sempre estramemamente complicato e anche Dany ha avuto delle diffcoltà con il pezzo, soprattutto nella prima parte.

Thomas, Addicted To You: il suo è un timbro riconoscibile e nel complesso è stata una bella esibizone. Da migliorare la presenza scenica.

Team Fach. Alessia, Dimentico tutto: lei è carina e canta bene, ma è davvero anonima sia come voce che come personalità.

Fabio, The Scientist: un capolavoro firmato Coldplay interpretato in maniera decorosa, con alcuni picchi particolarmente grintosi.

Sarah Jane, Love Runs Out: tecnicamente c’è ben poco da eccepire. Ciò su cui dovrebbe lavorare ancora sono le movenze spesso piuttosto goffe e poco aggraziate.

Chiara, Giudizi universali: esibizione intimista al pianoforte che però è passata senza lasciare un segno profondo nelle nostre orecchie.

AJ Summers, Take A Look Around: promosso per l’energia, la presenza scenica e la capacità di cantare ma anche di rappare.

Team Ax. Tekla, Magnifico: a dispetto del titolo, lei è stata tremenda. Problemi a stare sul tempo, poco fiato, tante stonature.

Lele, Hold Back The River: contrariamente alla sua compagna di squadra, il ragazzo è stato uno dei migliori della serata e ha dato vita a un’esibizione forte e coinvolgente. Timbro di voce internazionale.

Carola, All’alba sorgerò: un pezzo proibitivo dal punto di vista tecnico portato a casa in modo più che soddisfacente.

Maurizio, Animals: anche lui è da inserire tra i concorrenti migliori di questo primo live show. Grande presenza scenica e soprattutto grande voce. L’unico appunto è l’atteggiamento piuttosto spavaldo e sicuro di sè che potrebbe risultare antipatico a chi guarda da casa.

Sara Vita, Kobra: avremmo apprezzato un’interpretazione più sensuale e giocata sull’ambiguità del testo.

Team Pelù. Roberta, Amore che vieni, amore che vai: voce potente, performance emozionante.

Ira Green, Lithium: una scarica di energia e grinta. Brano azzeccatissimo per lei, totalmente a suo agio in quel mondo musicale.

Tommaso, Wicked Game: meglio rispetto alle audizioni passate, ma forse ancora un po’ acerbo come aspirante cantante.

Alessandra, Diamante: una delle più brave del cast di quest’anno. Ogni volta che canta riesce a creare una magia tra lei e chi ascolta.

Infine Marco, Monna Lisa/Gioconda: il ragazzo sa stare sul palco e riesce ad affrontare anche pezzi non facili da interpretare come questo, e lo fa spesso con ironia.

Qui la diretta della puntata.



0 Replies to “The Voice 3: i nostri giudizi sulla 10° puntata”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*