Cucine da incubo 3, Cannavacciuolo a Bergamo


La rivalutazione dei Ristoranti in disgrazia da parte dello chef


Una nuova puntata di Cucine da incubo 3 sta per approdare su FoxLife (Sky canale 114), questa sera martedì 23 giugno ore 21.00. Torna lo chef più temuto da chiunque abbia un ristorante ma anche il più amato dal pubblico: Antonio Cannavacciulo. Per questa puntata lo chef sbarca a Bergamo nel ristorante Il Borgo di San Lazzaro, un locale nel centro storico della città, che da sempre serve una cucina semplice e tradizionale, con piatti del territorio, alla quale accosta da qualche anno qualche secondo piatto più originale e particolare come struzzo, filetto di canguro e costolette di agnello australiano.

Il proprietario, dal 1999, è Carlo, un uomo simpatico e alla mano, che con la sua simpatia e il suo carisma riesce a coinvolgere i clienti e a farli sentire come se fossero a casa propria.

Mettere a proprio agio le persone, avere un atteggiamento informale, è questa la filosofia di Carlo, il cliente deve entrare nel suo ristorante, mangiare bene e passare una serata rilassante e in armonia. Ma molte volte il titolare è troppo tollerante e comprensivo anche verso i suoi collaboratori e questo atteggiamento viene scambiato per debolezza e disinteresse, trasformando il posto di lavoro in un luogo confusionario, dove ognuno fa ciò che vuole senza seguire le regole.

E’ proprio per questa che lo chef Cannavacciulo deve intervenire, per rimettere ordine nel locale, ma soprattutto cercare di dare nuovi stimoli a tutto il personale e a Carlo stesso, un’impresa ardua, ci riuscirà?

Come per le due edizioni precedenti, all’inizio della puntata Cannavacciulo si recherà di persona al ristorante per incontrare Carlo e tutto il personale. Poche domande bastano all’esperto chef per capire quali sono i problemi che hanno portato Il Borgo di San Lazzaro quasi al fallimento. Inizia così la rivoluzione, il locale va rinnovato e modernizzato: dal menù ormai “antico” all’arredamento delle sale, dal servizio che risulta molto confusionario alla gestione del personale che deve imparare a dare ascolto a Carlo.

E questa volta Cannavacciulo potrà sfruttare un’arma tutta nuova per portare a termine il suo obiettivo: quando la situazione si fa critica, quando tutti sembrano aver perso la fiducia in se stessi e nel proprio lavoro, quando la tensione sale, lo chef potrà portare titolari e personale fuori dal ristorante verso luoghi inaspettati.

Seguiremo cuochi e camerieri in un istituto per ciechi, nel viaggio verso un molo o verso una cava di marmo, qui saranno messi alla prova, costretti a confrontarsi tra loro per superare prove fisiche ed emotive, l’obiettivo? Riportare ordine e fiducia in chi le aveva perdute. Solo grazie all’intervento dello chef il ristorante di Carlo tornerà ad essere uno dei posti più amati e frequentati di Bergamo.

Qui la diretta della puntata di sette giorni fa.



0 Replies to “Cucine da incubo 3, Cannavacciuolo a Bergamo”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*