Coca Cola Summer Festival, la puntata del 9 luglio


Il live della manifestazione musicale in onda su Canale 5


Su Canale 5 è andata in onda questa sera la prima puntata del Coca Cola Summer Festival, manifestazione musicale condotta da Alessia Marcuzzi con la partecipazione di Rudy Zerbi a Angelo Baiguini di Rtl 102.5. Ad aggiudicarsi la vittoria in classifica, sono stati i The Kolors.

Ripercorriamo le performance degli artisti che si sono succeduti sul palco.

Apre la serata Antonello Venditti con Alta Marea, facendo cantare il pubblico di Piazza del Popolo sin dalle prime note. Lo show entra ora davvero nel vivo con l’ingresso sul palco di Alessia Marcuzzi, vestita con un abito bianco.

Tocca poi ai suoi colleghi di conduzione, che spiegano il regolamento: la classifica finale tiene conto degli earone, i passaggi radiofonici dei pezzi in gara.

Tra le urla generali, arrivano Fedez e Francesca Michielin: Magnifico. La Marcuzzi ricorda i primi tempi di Fedez, nato su YouTube producendo e caricando in rete i video dei suoi brani

Con Se telefonando, Nek: la cover proposta a Sanremo è stata una scelta decisamente fortunata per Filippo Neviani. Anche Maurizio Costanzo si è complimentato con l’artista per questa rivisitazione.

Segue Irene Grandi con Casomai. Intanto, nel backstage vengono inquadrati i The Kolors. Sono proprio Stash e compagni infatti, i prossimi in scaletta; li introduce Angelo Baiguini, che si trova tra il pubblico. Cantano Everytime, e in sole quattro settimane hanno già conquistato il doppio disco di platino. Al momento, sono loro i primi in classfica.

Pubblicità. Si rientra con J-Ax e Il Cile: Maria Salvador, con tanto di invito urlato alla legalizzazione della marijuana.

Sul palco ora Francesco Renga: Era una vita che ti stavo aspettando. Al termine, la Marcuzzi annuncia i provini romani della prossima edizione del Grande Fratello, a cui si potrà partecipare anche in coppia.

Si va avanti con Malika Ayane: Senza fare sul serio. Poi Lorenzo Fragola con Fuori c’è il sole.

Dal Salento arriva Emma: il suo ultimo singolo è Occhi profondi. Stasera la cantanta ricoprirà anche il ruolo di giurata per valutare i sei giovani talenti in gara.

Dopo la pubblicità, si riparte con la hit El mismo sol: pare che l’autore tenga così tanto alla sua chitarra da metterle la cintura di sicurezza in auto.

Seduta al pianoforte, Dolcenera esegue Fantastica. Nella classifica di gradimento, Dolcenera è seconda.

I Dear Jack propongono Non importa di noi. Si tratta del terzo singolo estratto dal loro album, che ha ottenuto il disco di platino.

Torna sul palco Francesca Michielin, stavolta da sola: L’amore esiste. Il pezzo ricorda fin troppo Guerriero di Marco Mengoni, ad ogni ascolto sempre di più.

Bianca Atzei e Alex Britti fanno squadra e cantano una versione moderna di Ciao amore ciao di Domenico Modugno. Come per Nek, la cover era stata proposta dalla Atzei sul palco dell’Ariston.

Klinglande porta al Coca Cola Summer Festival la dance dalla Svezia, con tanto di corpo di ballo.

Il prossimo è Francesco Sarcina con Femmina. E a proposito di femmine, arriva una nuova coppia: Baby K e Giusy Ferreri portano sul palco Roma Bangkok

Tocca adesso ai giovani: Banji e Fede contro Matthew Lee, con un ritmo da rock and roll anni ’60. Nettamente superiore al pop scialbo degli altri due; non è un caso dunque che la giuria di blogger presieduta da Emma abbia decretato che fosse lui ad accedere alla prossima tappa.

Prima di arrivare al finale si passa per Levante e Mario Biondi. Siamo arrivati alla conclusione di questa prima tappa. Alessia Marcuzzi, Rudy Zerbi e Angelo Baiguini leggono la classifica finale: la terzo posto Dolcenera, secondi i Dear Jack e al primo posto i The Kolors. Riascoltiamo Everytime.



0 Replies to “Coca Cola Summer Festival, la puntata del 9 luglio”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*