Wild sun, la quarta puntata


Nuovo appuntamento in diretta con lo show di avventura estrema su Italia 1


È andata in onda la quarta puntata di Wild Sun, il programma di Italia 1 condotto da Fiammetta Cicogna e Carlton Myers. Il programma mette al centro il difficile, e a volte estremo, rapporto tra l’uomo e la natura. Tanti, come sempre, i filmati spettacolari e le testimonianze di protagonisti di avventure al limite della sopravvivenza.

Primissimi video: un ranger morso da un cucciolo di tigre, un reporter travolto da uno slittino, un idrovolante si schianta, con i suoi occupanti salvi per miracolo. Fiammetta Cicogna si trova sempre in Sudafrica, all’interno della riserva di Fayete Zulu. Incontra due ranger, che hanno stabilito un rapporto molto stretto con tre elefanti. Da quanto appreso, ognuno di loro per necessità mangia per circa 300 kg al giorno.

 

Ritroveremo, come d’abitudine, la conduttrice più avanti. Intanto, altri filmati. Alcuni suscitano il riso: una cheerleader travolta da rugbisti, un auto disintegra la roulotte trainata. Un rodeo finisce male, con un toro scatenato che disarciona e ferisce il cowboy in sella. Una scena che l’uomo rivivrà altre due volte, salvandosi. Un altro toro scappa dal recinto e semina il panico tra la folla. 

Steve Backshall viaggia nei mari del polo Nord. Questa sera si immerge e incontra i temibili leoni marini. C’è differenza tra le femmine e i maschi: questi ultimi sono molto più pesanti e così possono controllare un numero maggiore di esemplari femminili. E incontrarli può essere pericoloso. Si torna ai video: un uomo con la sua moto ha un incidente su una pericolosa strada americana. Il frontale con un pickup è impressionante, la donna che sedeva dietro di lui si salva per un pelo. 

Una ragazza viene colpita in piena da un tronco che cade in acqua. Il rischio è la paralisi, ma per sua fortuna l’incidente non ha conseguenze. Riecco la Cicogna: stavolta incontra un bradipo. “Lo sapevate che dorme anche fino a 18 ore e che riescono ad addormentarsi anche quando fanno i loro bisognini?“, dice. L’intento divulgativo assume tratti comici. Altri video spiegano le abitudini sessuali degli elefanti e delle mantidi religiose. Queste ultime, in particolare le femmine, durante il rapporto possono anche divorare il partner. Instancabile l’anaconda, che può avere rapporti per un mese filato.

Carlton Myers incontra Andrea Dovizioso, pilota della Ducati nella classe MotoGp. Il centauro spiega le doti necessarie per guidare un bolide di tale portata: ci vuole attenzione, completa padronanza dei riflessi e nervi d’acciaio. La scoperta dell’acqua calda, sostanzialmente. 

Brutta avventura per i ragazzi in un campo estivo: scoppia un’epidemia di scabbia. E poi, si scopre anche la presenza di cimici nei letti degli ospiti, fatto che richiede un’immediata disinfestazione degli ambienti. A distanza di un anno, la situazione si ripete. Per chiudere la faccenda, soluzione radicale. I locali vengono riscaldati a 100 gradi per annientare i parassiti annidati. Fiammetta Cicogna incontra da vicino un rinoceronte bianco, un animale in estinzione a causa del bracconaggio. La sua pelle ha uno spessore di ben 6 cm. 

Ancora un caso di un uomo schiacciato da un quad, come già visto una settimana fa. Una Jeep rotola più volte in una scarpata. Gli occupanti se la cavano con ferite leggere. Una coppia rischia di essere divisa per sempre da un’onda. L’uomo viene risucchiato dall’acqua e dopo sbatte su una roccia. Sopravvive? Sì, grazie all’aiuto dei soccorritori e, soprattutto, della fortuna. 

 

Myers si mette alla prova, immergendosi una piscina militare in tenuta da palombaro. L’ex cestista non riesce però a stare a lungo sott’acqua perché fa fatica a repsirare. Per questo è costretto a tornare in superficie, soccorso dai militari che lo osservano con attenzione a bordo vasca. In un successivo filmato scopriamo il meticoloso addestramento di un cane poliziotto. 

Un maratoneta, che corre a occhi chiusi, non vede un tram in arrivo e va a sbatterci contro. Campione di intelligenza, non c’è che dire! Ed ecco il turno di un bodybuilder su una panca, che solleva un manubrio pesantissimo, ma viene schiacciato da esso. Sterno rotto? No, miracolosamente. 

Qual è la scelta migliore in caso di tsunami? Per salvarsi, se si è in prossimità di una spiaggia, è bene correre verso l’entroterra in cerca di luoghi più alti. Ovviamente a piedi, in auto sarebbe rischioso visto il traffico che si creerebbe. In alternativa, ci si può riparare nei piani più alti di un palazzo.

Ritroviamo Carlton Myers, ancora intontito dopo la disavventura in piscina. Ha bisogno di ossigeno e viene portato in camera iperbarica per riprendersi. Lentamente ritorna allo stato precedente all’immersione ed ha anche il tempo di intervistare il medico militare sui più frequenti incidenti in acqua. L’ex cestista, comunque, sta bene. Si è trattato di una simulazione per mostrare il lavoro dei militari della marina. I suoi fan, dunque, possono stare tranquilli.

Successione di filmati spettacolari: un uomo cade da uno slittino e, nonostante fratture multiple al collo, si salva. Un auto impazzita entra all’interno di un fast food. Pazienza per panini e bibite, per fortuna i clienti restano incolumi. Poi, il caso di due gemelline siamesi, unite per la testa. Non si potrà separarle, poichè un eventuale intervento sarebbe molto rischioso per entrambe. Le telecamere del programma seguono le vicende della loro vita: le visite mediche, i rapporti con i genitori. La loro esistenza terrena sarà complessa, ma supportate dall’affetto di amici e parenti, le bambine possono provare a vivere serenamente. 

Dopo questa bella testimonianza, riecco la carrellata di situazioni al limite. Una balena travolge una barca a vela di due coniugi, spezzando l’albero del mezzo. Una mangusta lotta senza esclusione di colpi con un temibilissimo mamba nero, un serpente il cui veleno uccide un essere umano in 15 minuti. Poi, è la volta di uno spericolato scalatore, che decide di camminare su un sottilissimo filo in alta montagna, sospeso nel vuoto.

Ci si avvia verso la conclusione del programma, davvero troppo lungo per la struttura che lo delinea, alla lunga troppo monotona. Un piccolo aereo sta per precipitare e i suoi occupanti decidono di buttarsi per evitare la fine. Un passeggero, Will, cade in pieno oceano. È solo, senza possibilità di soccorso. Per ore tenta di restare a galla. Arriva la notte e la sorte avversa sembra non abbandonarlo: un branco di meduse lo attacca, pungendolo alla schiena e provocandogli piaghe sanguinanti. Poi, per fortuna, incrocia sulla sua traiettoria un tronco alla deriva a cui si aggrappa. Dopo una lunga attesa, dei pescatori di passaggio lo vedono e lo salvano. Per gli altri passeggeri, non c’è nulla da fare. Will è l’unico sopravvissuto. Una ricostruzione decisamente appassionante. 

Wild Sun si conclude qui. La prossima puntata andrà in onda mercoledì 23 luglio, alle 21.15, sempre su Italia 1. 



0 Replies to “Wild sun, la quarta puntata”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*