Bake off Italia- Dolci in forno 3, fuori Ida e Pietro


Tutte le prove sostenute dai concorrenti e le due eliminazioni della serata


 Benedetta Parodi ha presentato il nuovo appuntamento con Bake off Italia- Dolci in forno 3. Siamo nel bosco incantato di Villa Annoni e su Real time. A decidere la validità delle performance culinarie degli aspiranti pasticceri ci sono come al solito Ernst Knam e Clelia d’Onofrio.

 Questa sera ci sono state due eliminazioni. La prima addirittura dopo la prova creativa. E c’è un opsite d’onore a giudicare insieme a Knam e D’Onofrio. Si tratta di Gabriele Bonci. Altra novità è che non si preparano dolci ma pizze e calzoni diversamente imbottiti.

Le preparazioni che devono realizzare i concorrenti sono tre: due versioni di pizza al trancio e un calzone. La D’Onofrio spiega l’origine della pizza: la prima con pomodoro e mozzarella è nata solo nell’Ottocento.

 

I giudici girano tra le postazioni verificando quali sono le scelte dei concorrenti. Patrizia è in difficoltà: ha messo delle patate nell’impasto e viene rimproverata perchè questo compromette la lievitazione. Pietro, invece, è sicuro di sè. Valeria commenta: oggi per me è un salto nel buio. Le pizze stanno per essere sfornate. Benedetta Parodi avverte: per uno di voi questo è l’ultimo count down. Perchè ci sarà già ora la prima eliminazione. Ma ecco gli assaggi.

Tocca a Patrizia che adesso appare più tranquilla. A Clelia le pizze di Patriza non piacciono. Ma agli altri si.

Arriva Gabriele. Viene lodato per l’impasto. Ida non convince. L’errore è come ha messo gli ingredienti, dice Bonci. Ida si giustifica: io sperimento sempre in diretta. Valeria supera l’esame a pieni voti: tutti le fanno i complimenti.

Pietro si presenta adesso. Troppi ingredienti, affermano Bonci e Knam. Ilaria ha bruciacchiato una delle pizze. Hai fatto due capolavori e “una schifezza unica” afferma Knam.

Ed ecco il momento dell’eliminazione. Ida e Pietro sono a rischio uscita. Ma a lasciare la cucina di Bake off Italia- Dolci in forno è….Ida.

 

La prova tecnica consiste nel realizzare una torta stratificata all’amarena. La sfida è difficile perchè gli strati devono essere tanti e tutti perfetti. Proprio come l’ha fatta Knam: con cinque strati di differenti sfumature di colori. Il protagonista della torta è il Pan di Spagna che deve essere ben lievitato e non cedere.

I pasticceri sono al lavoro. Tutti mostrano preoccupazioni. Soprattutto Pietro: i suoi colori non sono venuti bene. Patrizia si affretta: non è venuta colorata ma fatemela finire. E Pietro: non voglio far la fine di Matteo la scorsa settimana. (A Matteo era caduta la torta appena sfornata).

Ecco gli assaggi.

La prima torta è di Ilaria: grandissimo errore negli strati. Pietro è nella stessa situazione di Ilaria.

E’ la volta della torta di Patrizia: il Pan si Spagna manca di cottura, ma il gusto è buono.

Gabriele: la sua torta finora è la migliore. Gabriele gongola.  Valeria, infine, supera l’esame quasi del tutto: buona la sua torta.

Le peggiori torte sono quelle di Pietro  e di Ilaria.

Al terzo posto c’è Patrizia. Al secondo Valeria. Vince la sfida della prova tecnica Gabriele.

Gabriele si aggiudica il grembiule blu ed è il primo semifinalista della terza edizione di Bake off Italia.

In semifinale sono anche Valeria e Patrizia.

Tra Pietro e Ilaria i giudici non sanno decidere. Hanno bisogno di una terza prova. Devono preparare un “supreme soufflè” che abbia come contenitore una mela. I due sfidanti partono sfalsati di dieci minuti. E Knam sottolinea di essere il maestro dei soufflè sui quali ha addirittura scritto due libri. I soufflè dei due si equivalgono, più o meno.

Ma i due giudici decidono che a lasciare la cucina a un passo dalla semifinale è….Pietro, il farmacista. Ilalia resta in gara.

Ed ecco i quattro semifinalisti: Patrizia, Valeria, Gabriele, Ilaria.

Appuntamento alla prossima settimana.



0 Replies to “Bake off Italia- Dolci in forno 3, fuori Ida e Pietro”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*