Bake Off 3, la finale: vince Gabriele


Scopriamo chi è il vincitore della terza edizione del programma condotto da Benedetta Parodi


È andata in onda su Real Time  l’ultima puntata di Bake off Italia – Dolci in forno 3. Erano rimasti in tre: Ilaria, la più giovane tra i finalisti, Patrizia, la più sensibile e Gabriele. Chi è diventato il più grande pasticcere amatoriale? Ripercorrete con noi i momenti salienti della puntata!

 {module Pubblicità dentro articolo}

La sfida sta per cominciare. Tra i finalisti e la vittoria ci sono solo tre dolci, ma gli aspiranti pasticceri sono molto tesi. Clelia ha una parola carina per tutti: “Patrizia il tuo sorriso ha illuminato il nostro tendone; Gabriele da te voglio il massimo e Ilaria dietro i tuoi occhiali c’è una grande tenerezza”. Prima di iniziare, una sorpresa. Benedetta Parodi chiama nella sua cucina gli ex concorrenti di Bake off, abbracci e tanti in bocca al lupo, ma ora è il momento di iniziare con la prima sfida. La prova creativa prevede la realizzazione della “Surprise Cake”, una torta con dentro un disegno a sorpresa. Per prepararla i pasticceri hanno due ore di tempo.

Gabriele, invece di fare un disegno dentro, vuole fare tre torte con quadrati colorati differentemente, come se fosse un quadro. Ilaria sta preparando un Plumcake alla zucca con un orsacchiotto dentro. Anche Patrizia ha preparato un plumcake ma una volta tagliato il dolce, i giudici troveranno dentro un cuore rosso. I concorrenti sembrano tranquilli, addirittura Patrizia è in anticipo ma quando tira fuori il dolce, si accorge che è crudo. Mancano 5 minuti, tra poco il primo finalista verrà eliminato.

È il momento di guarnire il dolce, Benedetta Parodi inizia il countdown. Ilaria e Gabriele sono soddisfatti, Patrizia invece non è per niente contenta. I giudici iniziano proprio con lei. Il dolce è molto bello, un po’ asciutto, ma la sorpresa è perfettamente riuscita. Anche Gabriele riesce a colpire i suoi giudici, la sua torta, all’interno, è blu, gialla e rossa. Il suo è un ottimo lavoro. Si finisce con Ilaria. Il suo Plumcake è molto rustico, l’orso non è venuto molto bene e l’impasto è ancora un po’ crudo. Gli assaggi sono terminati, ora i giudici devono decidere chi sarà il primo a dover lasciare la gara.

La prima eliminata di questa finale è Ilaria.
Sono rimasti Patrizia e Gabriele ed altre due torte da preparare. Per loro c’è un’altra sorpresa. Nel tendone di Bake off arrivano le famiglie dei due finalisti. Sono tutti molto emozionati, un abbraccio di incoraggiamento servirà a tutti e due per affrontare questa nuova sfida. Per la prova tecnica, i due finalisti devono preparare la “Torta green“, una torta a strati molto difficile, lo stesso Ernst Knam l’ha preparata una sola volta nella vita.

I due pasticceri sono nel panico. La torta ha otto piani, servono biscotti, croccante alle olive taggiasche, pan di spagna differenti, mousse e tanto altro. Patrizia è già indietro, lei è partita dal pan di spagna. Gabriele ha deciso invece di partire dalle mousse, che hanno bisogno di raffreddare. Benedetta gira tra i fornelli ma i due pasticceri non possono darle molta attenzione, bisogna correre. Se si sbaglia un passaggio, il sapore della torta cambia. Anche Gabriele, che è sempre molto sicuro di sé, sta per crollare.

Manca solo mezz’ora. Patrizia cerca di chiedere qualche consiglio a Gabriele, ma il ragazzo è molto agitato e non sembra volerla aiutare più di tanto. Patrizia non è riuscita a finire il dolce, mentre Gabriele ha concluso tutto. Inizia l’assaggio al buio. Si parte dalla torta green di Patrizia, gli strati ci sono ma manca la glassa. Il dolce è bello e buono, il gusto si avvicina molto a quello della torta del maestro. E’ il momento di Gabriele. Il dolce non è perfetto esteticamente ma è ottimo. A Ernst piace più la torta di Patrizia mentre per Clelia è migliore il dolce di Gabriele.

È il momento dell’ultima prova, i due pasticceri dovranno preparare il proprio cavallo di battaglia. Ma questa volta, non sarà Ernst a dare i consigli, nel tendone arriva infatti Gilles Marchal, il guro della pasticceria mondiale. Il pasticcere, è stato eletto il miglior pasticcere di Francia e nel 2009 è stato inserito tra i dieci pasticceri più bravi al mondo. Patrizia preparerà “Il dolce della passione”, mentre la torta di Gabriele si chiama “Torta Andrea”, è infatti il primo dolce che il pasticcere ha preparato per il fratello. Sia Patrizia che Gabriele, potranno chiedere aiuto a Gilles Marchal per cinque minuti ognuno.

La torta di Gabriele ha cioccolato e riso soffiato mentre il dolce di Patrizia ha un pan di spagna sacher e una copertura di lamponi. A Patrizia tremano le mani e Gabriele corre da una parte all’altra della cucina. I pasticceri riescono a finire tutto in tempo, anche Patrizia, questa volta, finisce prima del previsto. È il momento dell’ultimo assaggio. Questa volta, i giudici sono tre. Si inizia da Patrizia, la torta è molto bella e anche Gilles Marchal le fa i complimenti. Patrizia non riesce a trattenere le lacrime, ha fatto un ottimo lavoro. Si passa poi a Gabriele. La glassa ha una bella brillantezza, ma secondo Gilles Marchal, manca un po’ di biscotto.

Ora i giudici devono ritirarsi a pensare, in ballo c’è il titolo di miglior pasticcere amatoriale d’Italia. Gli ex concorrenti sono a Villa Annoni, insieme ai famigliari dei due finalisti. Per la finale, arrivano anche i piccoli pasticceri di Bake off Junior, la grande novità di questa stagione, che partirà da venerdì 27 novembre.

Arriva il momento più atteso, i giudici hanno finalmente deciso chi è il vincitore della terza edizione di Bake off Italia. A vincere è Gabriele. Il pasticcere potrà pubblicare anche il suo primo libro di ricette. Applausi e abbracci. Anche Patrizia sembra felice anche se non è riuscita a vincere. Un ultimo saluto finale e ora l’appuntamento è per venerdì prossimo, con Bake off Junior, sempre su Real Time.



0 Replies to “Bake Off 3, la finale: vince Gabriele”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*