Tv2000, Borghi d’Italia premia 34 comuni


A Roma la consegna degli attestati ai 34 sindaci dei comuni protagonisti della scorsa stagione del programma di Tv2000.


Consegnati a Roma gli attestati ai comuni protagonisti del programma di Mario Placidini nella stagione televisiva 2016-2017.

La trasmissione dell’emittente Cei, in onda il sabato alle 14.20 e la domenica alle 6.30 e alle 14.20, ha premiato 34 tra sindaci e amministratori di altrettanti comuni italiani che il pubblico ha potuto conoscere nel corso della passata stagione. Location dell’evento la sede centrale della Società Dante Alighieri e dei Parchi Letterari Italiani. Per l’occasione, oltre al conduttore, erano presenti il direttore di rete e il dg di Tv2000, Paolo Ruffini e Lorenzo Serra; il vice presidente vicario dell’Anci Lazio Enrico Diacetti; il dirigente della Commissione Italiana per l’Unesco, Giovanni Zanfarino; il segretario generale della Società Dante Alighieri, Alessandro Masi; il presidente de I Parchi Letterari, Stanislao De Marsanich; infine, il coordinatore dei piccoli comuni dell’Anci Nazionale, Massimo Castelli.

Nel corso della premiazione, i sindaci hanno spiegato al pubblico le peculiarità storiche, culturali ed artistiche dei comuni da loro amministrati, invitando il pubblico a visitare i loro borghi. Presenti delegazioni provenienti da undici regioni italiane: Lazio, Basilicata, Sicilia, Veneto, Campania, Lombardia, Emilia-Romagna, Puglia, Piemonte, Toscana e Liguria. Tra i comuni premiati ci sono anche Barano D’Ischia e Serrara Fontana, due dei sei che compongono l’isola verde. Per l’occasione, Mario Placidini ha annunciato che nel corso di questa edizione una puntata sarà dedicata a Casamicciola, epicentro del terremoto dello scorso 21 agosto 2017. Un modo giusto per ricordare al pubblico italiano la bellezza di un borgo che sta provando a ricominciare dopo l’evento sismico che ha causato anche la morte di 2 persone. A tal proposito Mario Placidini, ideatore e volto della trasmissione che va in onda sulla rete Cei dal 2010, ha spiegato: “Tanti luoghi stanno rinascendo grazie ai loro abitanti, che con il loro impegno cercano di dare nuova linfa vitale ai loro borghi“.

Mario Placidini, ideatore e conduttore di Borghi d’Italia – Fonte foto Tv2000

Quando penso ai borghi italiani mi viene in mente il concetto di rete“, ha affermato Paolo Ruffini. “Attraverso questo programma si crea una connessione fruttuosa tra i piccoli comuni del nostro Paese, che mira a unire e non a dividere. Ognuno di essi meriterebbe di essere raccontato in un film: con Borghi d’Italia proviamo a fare qualcosa del genere, mettendoci tutta la nostra passione“, ha concluso il direttore di rete.

Il programma di Mario Placidini ha il merito di far conoscere tante parti d’Italia che fanno parte della nostra storia collettiva“, ha aggiunto il dg di Tv2000 Lorenzo Serra. “La vita, la cultura, le attività che si svolgono in questi piccoli gioielli del nostro Paese spiegano bene il concetto di comunità, valorizzandolo“.

Questi i 34 comuni che hanno ricevuto da Tv2000 il riconoscimento per la loro partecipazione al programma: Affile (Roma), Aliano (Matera), Aliminusa (Palermo), Amatrice (Rieti), Arquà Petrarca (Padova), Barano D’Ischia (Napoli), Barbarano Romano (Viterbo), Bione (Brescia), Bracciano (Roma), Carceri (Padova), Cassano D’Adda (Milano), Cerignale (Piacenza), Cisternino (Brindisi), Contigliano (Rieti), Fabrica Di Roma (Viterbo), Galati Mamertino (Messina), Gavi (Alessandria), Gromo (Bergamo), Lucignano (Arezzo), Malcesine (Verona), Montalto Di Castro (Viterbo), Montepulciano (Siena), Monterosso Al Mare (La Spezia), Paternopoli (Avellino), Pizzighettone (Cremona), Polizzi Generosa (Palermo), Sanremo (Imperia), Serrara Fontana (Napoli), Soave (Verona), Sora (Frosinone), Tiglieto (Genova), Torreglia (Padova), Vitorchiano (Viterbo), Vittoria (Ragusa).



0 Replies to “Tv2000, Borghi d’Italia premia 34 comuni”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*