Spot in tv: Euro 2016


Analisi dello spot con cui la Rai sta sponsorizzando l'evento calcistico di Euro 2016

Manca meno di un mese al calcio d’inizio di Euro 2016, e la Rai inizia già a preparare i telespettatori all’evento. Innanzitutto affidando ad Alex Zanardi un’edizione particolare di Sfide, dedicata proprio ai grandi protagonisti del calcio, poi iniziando a trasmettere gli spot  che promuovono l’appuntamento sportivo. 

Si parte il 10 giugno fino al 10 luglio, per un totale di 24 squadre partecipanti e 51 incontri disputati. Paese ospitante, la Francia.

 {module Pubblicità dentro articolo}

In Italia, si sa, il calcio è considerato lo sport per eccellenza: il più seguito e amato, dibattuto e spesso al centro di polemiche o oggetto di fatti di cronaca che nulla hanno in comune con i valori sportivi. Una passione che divide durante l’anno, ma unisce quando a scendere in campo è la Nazionale azzurra.

È proprio questo l’elemento su cui fa leva lo spot diffuso dalla Rai: il calcio come elemento aggregante. Ci troviamo davanti ad una scena che chiunque di noi ha vissuto almeno una volta nella vita: guardare la partita in un locale. Un classico, specie per gli incontri più importanti quali quelli dei tornei europei e mondiali.

La regia punta sul fattore emozionale: insiste infatti sulle espressioni dei protagonisti, che vediamo tutti intenti a fissare lo schermo in attesa che arrivi l’agognato goal. E quando arriva, il rallenty dei movimenti sottolinea ulteriormente l’importanza del momento.

Colonna sonora è Senza parole, brano di Vasco Rossi datato 1999. Una scelta poco moderna, come del resto è più che classica l’idea che costituisce il concept dello spot. Non solo: le parole della canzone svolgono quasi una funzione di sottotitoli alle immagini. Il testo infatti dice: “E ho guardato dentro un’emozione, e ci ho visto dentro tanto amore, che ho capito che non si comanda al cuore”.

Naturalmente, la gioia di una vittoria non si esprime a parole, tant’è che il brano prosegue: “E va bene così, senza parole”.

Per dimostrare poi che l’emozione unisce tutti, nel pub sono rappresentate varie età: coppie più giovani e adulte, amici riuniti per l’occasione, ragazze, tutti accumunati in un tifo che esplode al termine dello spot. Mancano invece le famiglie e i più giovani, quei ragazzini e bambini per cui il calcio non è solo un appuntamento televisivo ma un sogno da coltivare. Non è detto però che non possano essere i protagonisti di altri spot.

La copertura delle partite di Euro 2016 non sarà totale, avendo la Rai i diritti solo per 26 degli incontri: sarà invece Sky a trasmetterli tutti in esclusiva. Al termine dei match, sarà Flavio Insinna a gestire lo spazio in studio per l’azienda di Viale Mazzini: il conduttore ha già scaldato i motori durante la Partita del Cuore 2016.



0 Replies to “Spot in tv: Euro 2016”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*