La settima porta Cecchi Paone tra serpenti e realtà vituale


Seconda puntata, questa sera, del programma La settima porta condotto da Alessandro Cecchi Paone. L'appuntamento è in prima serata su Retequattro. Tra gli argomenti di cui il giornalista e padrone di casa si occuperà, ci sono un singolare viaggio vituale nella Bologna del 1200, un "incontro molto ravvicinato" con un pitone e un esperimento realizzato dal piccolo Samuele Mazza.


 Seconda puntata, questa sera, del programma La settima porta condotto da Alessandro Cecchi Paone. L’appuntamento è in prima serata su Retequattro. Tra gli argomenti di cui il giornalista e padrone di casa si occuperà, ci sono un singolare viaggio virtuale nella Bologna del 1200, un “incontro molto ravvicinato” con un pitone e un esperimento realizzato dal piccolo Samuele Mazza che affianca Cecchi Paone.

 Dunque uno dei temi più affascinanti, la realtà virtuale che consente di andare a spasso nel tempo, sarà al centro della puntata odierna del programma di approfondimento scientifico della rete gestita da Sebastiano Lombardi.

I telespettatori vedranno Alessandro Cecchi Paone passeggiare tranquillamente nella città di Bologna. Ma è una Bologna medievale: del 1200. Il giornalista e divulgatore scientifico tra i vicoli della città rimasti inalterati, spiegherà tutto quello che accedeva in quella determinata epoca attraverso un percorso storico-scientifico-avveniristico. Infatti la realtà virtuale è destinata ad avere una enorme importanza nell’immediato futuro.

alessandro cecchi paone la settima porta cadaveri

Cecchi Paone spiegherà come le tecniche iper tecnologiche di full immersion in una determinata epoca del passato possano essere utili per rivalutare e rivitalizzare le realtà dei nostri musei e persino delle città d’arte. Una immersione dei visitatori nel determinato periodo al quale si riferisce, ad esempio, un monumento, un dipinto, una scultura, un’opera d’arte in generale, può essere di estrema efficacia per comprendere meglio sia il capolavoro in oggetto sia il contesto in cui è nato e al quale fa riferimento.

Insomma le applicazioni della realtà virtuale sono enormi e, come spiegherà Cecchi Paone, superano la più sfrenata fantasia.

In studio ci saranno esperti che ne anazzeranno tutti gli aspetti delle future applicazioni e le mostreranno al pubblico.

{module Pubblicità dentro articolo}

Un altro spazio molto singolare è quello dedicato, settimanalmente, agli animali. Dopo la prima puntata con protagonisti i cani e le loro abitudini, è la volta dei serpenti. Alessandro Cecchi Paone ospiterà in studio un pitone lungo sette metri e se lo attorciglierà intorno al collo come se fosse una sciarpa. E’ l’occasione per parlare di questi animali e delle loro abitudini, svelando molti aspetti non conosciuti, della loro vita.

Anche quasta sera i telelspettatori ritroveranno in studio il piccolo Samuela Mazza,il ragazzino dodicenne con una vera e propria passione per la scienza. Ogni sera il piccolo genio realizzerà in studio un esperimento. Questa sera lo vedremo alle prese con un palloncino. E scopriremo i motivi per i quali se si punge un palloncino con un ago, ad esempio, avviene subito lo scoppio. Se invece lo si buca in varie parti e in maniera particolare, il palloncino resta gonfio.

Infine i due inviati Carolina Rey e Vincenzo Venuto ci portano in due realtà differenti.



0 Replies to “La settima porta Cecchi Paone tra serpenti e realtà vituale”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*