Ulisse il piacere della scoperta ultima puntata su Hiroshima e Nagasaki.


Ultima puntata questa sera, del programma Ulisse il piacere della scoperta. Alberto Angela su Rai 3 in prima serata, saluta il telespettatori del sabato sera e dà appuntamento ad un nuovo ciclo di trasmissioni a partire dalla prossima stagione primaverile.


 Ultima puntata questa sera, del programma Ulisse il piacere della scoperta. Alberto Angela su Rai 3 in prima serata, saluta il telespettatori del sabato sera e dà appuntamento ad un nuovo ciclo di trasmissioni a partire dalla prossima stagione primaverile.


Il conduttore punta i riflettori questa sera su Hiroshima e Nagasaki.
Angela infatti dal Giappone e in particolare dai luoghi in cui sono state lanciate dalle truppe americane le due bombe, mostrerà le tracce di questa immane tragedia attraverso le testimonianze di coloro che sono sopravvissuti e possono ricordare le sofferenze e soprattutto l’incubo vissuto.
Tutti parleranno delle proprie esperienze avendo come unico obiettivo l’invito a fare in modo che in queste tragedie non si ripetano più. Alberto Angela cercherà di spiegare ai telespettatori come si arriva alla decisione di sganciare la bomba su Hiroshima.
Sarà lui a ripercorrere le tappe della storia dal 1943 anno durante il quale si riunirono a Los Alamos i più grandi scienziati della fisica come Oppenheimer ed Enrico Fermi per sperimentare la prima bomba atomica. L’esperimento riuscì e in seguito nel corso di un incontro fra Truman, Churchill e Stalin comincia a farsi strada l’idea di poter utilizzare questa nuova arma di distruzione contro il Giappone.
Alberto Angela seguirà tutte le fasi della preparazione di questa impresa contro l’umanità.

hiroshima
Vedremo il trasporto dell’atomica nella base di Tinian da dove ha mosso i primi passi la missione. Poi seguiremo l’avanzata degli americani nel Pacifico che fu teatro di feroci combattimenti sia in cielo che in mare.
Alberto Angela si servirà anche di filmati d’epoca e in questo modo si rivivrà il lancio della bomba grazie anche a coloro che la trasportavano sull’aereo molti dei quali oggi sono ancora in vita e possono fornire la propria testimonianza.
Alberto Angela prosegue nel racconto di quanto avvenne il 6 agosto del 1945 quando l’esplosione dilania i corpi di almeno trentamila persone.

{module Pubblicità dentro articolo}
Nel raggio di due chilometri e mezzo ne morirono altre 50.000 in pochissimi secondi.
Chi, invece si trovava più lontano, è stato ustionato perennemente e in una maniera atroce. Ma la morte non si ferma qui: nei mesi e negli anni successivi sono state ancora migliaia le persone che sono morte a causa delle radiazioni dalle quali erano state investite.
Il mondo non si era ancora ripreso che solo dopo tre giorni il 9 agosto sempre del 45 un’altra bomba colpisce tragicamente la città di Nagasaki. Lo scoppio è davvero orribile, spaventoso da film di fantascienza.
Alberto Angela mostrerà alcune immagini girate all’epoca proprio dagli americani.



0 Replies to “Ulisse il piacere della scoperta ultima puntata su Hiroshima e Nagasaki.”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*