Quarto grado giornata chiave sui casi Noventa e Ragusa


Nuova puntata di “Quarto Grado” su Retequattro, venerdì 3 febbraio, alle ore 21.15. Il programma condotto da Gianluigi Nuzzi, con Elena Tambini, va in onda in una giornata-chiave per due vicende che da lungo tempo hanno accesso l’interesse dell’opinione pubblica.

Quarto Grado torna questa sera, venerdì 3 febbraio, alle ore 21.15, su Retequattro. Il programma condotto da Gianluigi Nuzzi, con Elena Tambini, va in onda in una giornata-chiave per due vicende che da lungo tempo hanno accesso l’interesse dell’opinione pubblica. Si tratta dei casi che riguardano Isabella Noventa e Roberta Ragusa.

La prima tappa è il tribunale di Padova, dove nel pomeriggio si tiene l’udienza preliminare per Freddy e Debora Sorgato e Manuela Cacco: sono accusati di essere coinvolti nella scomparsa di Isabella Noventa, la segretaria di Albignasego di cui si sono perse le tracce ad inizio 2016. I tre rischiano un processo per omicidio volontario premeditato e soppressione di cadavere. 

Per quanto riguarda l’omicidio di Isabella Noventa, il programma punta l’attenzione su un nuovo filmato che aveva cambiato l’accusa diventata: “Cadavere soppresso”. Era spuntato un video inedito nel caso dell’omicidio della segretaria 55enne di Albignasego scomparsa nella notte tra il 15 e il 16 gennaio dello scorso anno. Dell’omicidio sono accusati i fratelli Sorgato, Freddy e Debora, e la tabaccaia veneziana Manuela Cacco.

Gli inviati della trasmissione a cura di Siria Magri sono anche a Pisa, per seguire il caso di Roberta Ragusa. In giornata, i giudici del Tribunale del Riesame decidono se disporre l’arresto per Antonio Logli, marito della donna, come richiesto da procuratore capo e pm. 

roberta ragusa

C’era stata la condanna a 20 anni nei confronti di Antonio Logli per aver ucciso ed occultato il corpo di sua moglie Roberta Ragusa. Per i figli di Roberta è stata una tragedia doppia, in quanto oltre alla madre, rischiano di perdere anche il padre. Infatti, il verdetto ha tolto a Logli la patria potestà sui figli avuti con Roberta. I ragazzi sono un maschio ed una femmina, il primo maggiorenne la seconda minorenne.

Però il giudice si era limitato a disporre per Logli l’obbligo di residenza a Pisa o San Giuliano Terme, con  divieto di uscire dalla sua abitazione tra le 21:00 e le 6:00.

“Quarto Grado”, infine, nell’ultima parte del programma aggiorna il pubblico sulle possibili svolte nel caso Alberto Stasi. Il giovane è in carcere in seguito alla condanna in via definitiva per il delitto della fidanzata Chiara Poggi. Dopo la sentenza i social network si sono schierati a favore dell’ex studente della Bocconi, condannato in via definitiva a 16 anni. Per loro, la mattina di quel lunedì 13 agosto 2007, fu un altro ad agire, a sorprendere Chiara nella villetta di via Pascoli, a colpirla a morte.

{module Pubblicità dentro articolo}

Per le segnalazioni da parte dei telespettatori, è sempre attivo l’account di Facebook Messenger del programma. Inoltre il centralino è sempre aperto per ricevere le segnalazioni dei telespettatori che vogliono interagire con i conduttori  e la redazione. Il numero da comporre è 02-30309010.



0 Replies to “Quarto grado giornata chiave sui casi Noventa e Ragusa”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*