Quarto Grado puntata 7 luglio sui casi Gambirasio e Stival


Quarto Grado torna questa sera venerdì 7 luglio alle 21:15 con una puntata dedicata ai due maggiori casi di cronaca che hanno interessato e diviso l'opinione pubblica. Si tratta dell'omicidio di Yara Gambirasio e del piccolo Loris Stival. I processi d'appello per i due casi sono iniziati e le sedute stanno andando avanti.

Quarto Grado torna questa sera venerdì 7 luglio alle 21:15 con una puntata dedicata ai due maggiori casi di cronaca che hanno interessato e diviso l’opinione pubblica. Si tratta dell’omicidio di Yara Gambirasio e del piccolo Loris Stival. I processi d’appello sono iniziati e le sedute stanno andando avanti.

Gianluigi Nuzzi ed Elena Tambini, i due conduttori, dedicheranno la puntata ad un lungo approfondimento sui processi d’appello e sulle ultime notizie che riguardano i due imputati, ovvero Massimo Bossetti e Veronica Panarello.

Davanti ai giudici della Corte d’Assise d’Appello di Brescia, hanno preso la parola gli avvocati di Massimo Bossetti, l’operaio di Mapello accusato dell’omicidio della piccola di Brembate di Sopra (provincia di Bergamo). La difesa punta soprattutto sulla riapertura del procedimento penale sulla base di nuovi accertamenti a partire dalla superperizia già effettuata sul DNA e dalle foto satellitari scattate sul campo di Chignolo d’Isola dove è stato rinvenuto il cadavere della piccola Yara. La sentenza potrebbe arrivare nel giro di pochi giorni.

La riapertura del processo sta facendo pensare anche ad una possibile, ipotetica assoluzione di Massimo Bossetti ove mai venisse messa in dubbio la superperizia effettuata con uno dei migliori procedimenti mai realizzati a livello europeo. Un’altra possibilità viene poi dalle foto satellitari che potrebbero nascondere qualche indizio sui quali non ci si è mai soffermati a sufficienza.

quarto grado bossetti

A Catania invece ha preso via il dibattito contro Veronica Panarello condannata in primo grado a 30 anni per l’omicidio e l’occultamento del cadavere del figlio. Siamo arrivati al punto che il suo legale chiede una nuova perizia psichiatrica per la donna la quale continua nonostante tutto a dichiararsi innocente. Non solo ma, per la prima volta da quel tragico 4 dicembre quando il piccolo Stival è stato ucciso, la Panarello con l’autorizzazione del giudice, si è recata sulla tomba del figlio. La donna si è soffermata al cimitero per due ore. Questa decisione del giudice non è stata gradita al marito Davide Stival come ha spiegato il legale dell’uomo. Infatti Stival padre l’avrebbe saputo soltanto quando la visita era già avvenuta.

{module Pubblicità dentro articolo 3}

Con la chiusura di “Chi l’ha visto? è rimasto soltanto Quarto Grado ad occuparsi della più stretta attualità legata alla cronaca nera. Se si eccettua qualche caso affrontato ad “UnoMattina Estate” e qualche caso di cui si occupa “La vita in diretta estate“, a presidiare il settore dei cosiddetti cold case all’italiana ci sono soltanto Gianluigi Nuzzi ed Elena Tambini. La Tambini concluderà il suo percorso di co-conduttrice alla fine della edizione attuale di Quarto Grado. A settembre infatti il programma di approfondimento di cronaca nera torna con Alessandra Viero che era in permesso per maternità.

Per le segnalazioni da parte degli spettatori è sempre attivo il numero del centralino 02 30 30 90 10. Inoltre sono disponibili le pagine Facebook del programma e l’account Twitter.



0 Replies to “Quarto Grado puntata 7 luglio sui casi Gambirasio e Stival”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*