Petrolio: il futuro del programma tra Rai 1 e Rai 3


Con la puntata del 28 luglio in prima serata il programma “Petrolio” si accomiata dai telespettatori. Ma questa volta il conduttore Duilio Giammaria non sa su quale rete dare appuntamento ai telespettatori.

Con la puntata del 28 luglio, in prima serata, il programma “Petrolio si accomiata dai telespettatori. Ma questa volta il conduttore Duilio Giammaria non sa su quale rete dare appuntamento ai telespettatori per il prossimo autunno.

La trasmissione, finalizzata alla valorizzazione del nostro patrimonio culturale, è sempre andata in onda nella collocazione del giovedì sera in seconda serata su Rai 1. Duilio Giammaria aveva sottratto un giorno a Bruno Vespa.

Adesso la situazione è mutata. Con l’arrivo di Fabio Fazio su Rai 1 le possibili seconde serate della rete ammiraglia di viale Mazzini potrebbero essere così composte: il lunedì tocca a Fabio Fazio con il suo nuovo programma che potrebbe essere una sorta di “Che fuori tempo che fa“. Il martedì, il mercoledì e il giovedì saranno appannaggio di Bruno Vespa e del suo “Porta a Porta“. Il venerdì in seconda serata c’è l’appuntamento tradizionale con TV7. Resta soltanto una casella libera, ovvero quella della seconda tardissima serata del sabato sera. Infatti Fabio Fazio ha occupato anche la fascia della domenica sera prendendo sia la prima che la seconda serata.

A questo punto il telespettatore potrebbe chiedersi: che senso ha mandare in onda un programma di informazione come “Petrolio” dopo una lunghissima serata spettacolare che non finisce mai prima di mezzanotte e mezza?

Petrolio Duilio Giammaria

Ci sarebbe una possibilità: spostare “Petrolio” su Rai 3 ed assegnargli la collocazione della prima serata. Di questa probabilità già se ne è parlato, ma successivamente, con l’uscita di Daria Bignardi da Rai 3, tutto è da definire. Una prima serata di Rai 3 sarebbe consona allo spirito con cui è nato “Petrolio“. Infatti il programma ha sempre cercato di valorizzare il patrimonio artistico, culturale, archeologico e persino scientifico del nostro Paese. Farebbe così parte di un gruppo di programmi a vocazione pubblica come ad esempio “Report” e “Presa diretta“, che però sono differenti per quanto riguarda i contenuti. Raitre accoglie anche “Ulisse – il piacere della scoperta” e quindi non sarebbe peregrina l’idea di una collocazione sulla terza rete.

Ma, da quanto risulta al nostro sito, se non dovesse andare in porto l’ipotesi del trasferimento a Rai 3, la messa in onda nel tardo sabato sera di Rai 1 avrà come conseguenza una diversa indicazione del programma.  Sì darebbe cioè il via ad una serie di puntate dal titolo “Petrolio di sabato sera“, proprio per dare al programma la connotazione del fine settimana.

Petrolio” tra l’altro ha chiuso accordi molto importanti a livello internazionale. Ad esempio la sinergia con il canale francese “Arté” è stata proprio opera di Duilio Giammaria e della sua equipe.

Il fine per il futuro sarebbe di rafforzare la factory interna all’azienda di viale Mazzini che opera a basso costo ma propone eventi di qualità.



0 Replies to “Petrolio: il futuro del programma tra Rai 1 e Rai 3”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*