Sigfrido Ranucci: “Sono il custode del dna di Report della Gabanelli”


Al via questa sera la nuova edizione di Report, il programma di inchieste di Rai 3. Alla conduzione, Sigfrido Ranucci.


Sigfrido Ranucci torna su Rai 3 per la seconda edizione di Report da lui gestita dopo l’abbandono di Milena Gabanelli.

Dopo i buoni risultati di ascolto, il giornalista ed inviato, propone un ciclo di inchieste interessanti e scomode che certo faranno riflettere e solleveranno anche polemiche.

Abbiamo incontrato il giornalista in occasione della conferenza stampa di presentazione.

Quali inchieste vedremo nella nuova stagione di Report?
Ci saranno inchieste sulla pubblica amministrazione e sul dna, che sta cambiando il nostro modo di fare medicina, la scienza, e che rischia di cambiare il rapporto che c’è tra noi e tra le tutele e i diritti. Poi ci sono le inchieste sulla vendita agli stranieri degli asset strategici del Paese, avremo delle inchieste che riguardano gli algoritmi e quanto condizionano effettivamente la nostra vita quotidiana. Quando acquistiamo un oggetto sul web, pensiamo sempre di essere i più furbi e di poterlo comprare al prezzo migliore: scopriremo che non è così, perché c’è qualcuno che sta facendo altri calcoli che non conosciamo.
Poi una simulazione su cosa accadrebbe se ci trovassimo negli Stati Uniti D’Europa: cosa accadrebbe in termini di crescita e innovazione. Poi, ancora: un’inchiesta sulla logistica, sull’immigrazione e le ong, una sul cacao mirata sul bluff delle certificazione.

Sembrava che Report fosse legato alla Gabanelli, invece anche con la sua conduzione è andato bene. Secondo lei perché?
Io non mi accontento mai… diciamo che se non avessimo avuto contro fiction che fanno anche il 30-40%, Montalbano soprattutto, avremmo potuto ottenere dati d’ascolto a due cifre. Avendo scaricato più di 300 puntate di Report nella mia carriera, conosco il valore di una puntata.
Il merito è di una squadra fortissima, custode del dna di un prodotto ideato e creato da Milena Gabanelli.

Report è divenuto un format a sé, indipendentemente dal conduttore?
Esattamente. Io sono solo un custode.

Ha sentito la Gabanelli recentemente?
Poco prima di iniziare la conferenza stampa, le ho chiesto se avrebbe partecipato. Purtroppo è raffreddata.

I rapporti con la Rai inoltre saranno molto tesi…
Questo non posso dirlo. Milena è una persona molto coerente, ha tutte le qualità per poter rivestire il ruolo per cui è stata assunta, e io spero vivamente che lo porti a termine. Perché la conosco, e so quanto le piace.



0 Replies to “Sigfrido Ranucci: “Sono il custode del dna di Report della Gabanelli””

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*