Diego Bianchi: “Non mi aspettavo la fine del rapporto con Rai 3”


L'intervista al conduttore del nuovo programma di La7, al via questa sera alle 21:10


Parte stasera l’avventura di Diego “Zoro” Bianchi e la sua squadra su La7 con “Propaganda live”. Abbiamo incontrato il conduttore romano in occasione della conferenza stampa di presentazione del programma, che andrà in onda ogni venerdì in prima serata.

Lei “sbarca” su La7 con un nuovo format: che bisogna aspettarsi da “Propaganda live”?

Ci auguriamo di “riprendere il largo” e di fare una buona navigazione raccontando quello che succede in Italia, ma anche in Europa e nel mondo, visto che quanto accade all’estero spesso ha delle conseguenze pesanti anche nel nostro Paese. Questa è una parte del racconto che abbiamo sempre fatto e che continueremo a realizzare, una tendenza seguita anche da altri. Da fruitore dell’informazione, ciò mi fa molto piacere. Costruiremo questa narrazione attraverso gli stessi strumenti e i medesimi protagonisti di cui abbiamo finora disposto, ma anche con altri che si aggiungeranno strada facendo.

Poco più di un anno fa la presentazione di “Gazebo Social News” su Rai 3. Ora tutto è cambiato: si aspettava la fine del matrimonio con la terza rete di Viale Mazzini?

No, ho sempre pensato che non si sarebbe arrivati a questo. Tuttavia, l’ipotesi di un possibile addio poteva concretizzarsi: il corteggiamento di La7 era reale e anche molto gratificante. Allo stesso tempo, però, siamo stati sempre fedeli ed orgogliosi di far parte della Rai e di Rai 3 fino all’ultimo minuto di messa in onda di “Gazebo”. Questo nonostante mille problemi che sono già risaputi.

Qual è stato il fattore che più l’ha convinta a cambiare rete?

Due elementi hanno inciso in modo particolare. Il primo è stata la voglia di continuare a lavorare insieme anche con Andrea Salerno (da poco direttore di rete di La7, ndr), non smembrando così il nostro gruppo di lavoro che avrebbe perso uno dei suoi padri fondatori. In secondo luogo, poter anche disporre di una trasmissione da proporre in prima serata. Ciò si poteva fare anche in Rai, ma l’editore era diverso: qualche volta in passato è anche accaduto, ma in maniera sempre episodica e mai continuativa. La7 ci ha dato questa possibilità e cercheremo di sfruttarla, sperando soprattutto di divertirci attraverso le capacità più congeniali ad ognuno di noi.

Durante la conferenza stampa, Andrea Salerno ha anticipato che uno degli ospiti di questo primo appuntamento con “Propaganda live” sarà Roberto Saviano.

Diego Bianchi affronterà il tema dell’emergenza immigrazione con un reportage realizzato a bordo di due navi appartenenti ad Organizzazioni Non Governative. Non vi anticipiamo altro: per saperne di più, vi lasciamo al video in apertura del nostro post. Per ascoltare l’intervista integrale, basterà cliccare il tasto “Play”.



0 Replies to “Diego Bianchi: “Non mi aspettavo la fine del rapporto con Rai 3””

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*