L’importante è avere un piano, parla Stefano Bollani (VIDEO)


Il pianista ci racconta il suo late show in onda da questa sera su Rai 1 per sette appuntamenti


Stefano Bollani torna sul piccolo schermo, ma “promosso” da Rai 3 a Rai 1. Il pianista infatti, esordisce stasera con un programma dal titolo L’importante è avere un piano: l’appuntamento è alle 23.35, al termine di Un medico in famiglia.

Abbiamo incontrato Bollani in occasione della conferenza stampa di presentazione. Oltre a farci raccontare il programma, abbiamo allargato la riflessione ai talent show e, di conseguenza, al concetto di competizione della musica in essi insito.

“Vedremo un late show completamente musicale. Non vuole dire che si suoni solamente: si parlerà anche, ma di musica e in musica”: così Bollani ci anticipa cosa accadrà nella seconda serata della rete ammiraglia Rai. Molti gli ospiti: stasera Fiorella Mannoia, Francesco De Gregori, l’organista Cameron Carpenter, Claudio Santamaria. Musicisti, attori, personaggi dello spettacolo si diverteranno  insieme al padrone di casa e, talvolta, mostrando talenti musicali nascosti. Sarà dunque un intrattenimento a tutto tondo, che spazierà tra i generi.
Un approccio alla musica diverso da quello a cui il piccolo schermo ci ha abituati. “Giochiamo in una campionato diverso”, ironizza il musicista. Laddove infatti le sette note vengono declinati in termini di competizione nei talent, Bollani metterà in scena il gusto, il piacere che può derivare dall’avere appunto un piano: “Anche quando affiancano la competizione con l’aggettivo sana, in realtà finisce sempre per essere una guerra”, ci dice. Perché alla fine, l’obiettivo diventa sempre quello di uscirne vittoriosi lasciando che gli altri vengano eliminati. 

Non vi anticipiamo altro: in attesa di seguire lo show, vi rimandiamo al video della nostra intervista.



0 Replies to “L’importante è avere un piano, parla Stefano Bollani (VIDEO)”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*