Sanremo 2017: Lele vince tra i giovani, fuori Al Bano, D’Alessio, Ferreri e Ron


La quarta serata della 67esima edizione del Festival di Sanremo

Accantonata la serata delle cover, uscite di scena le due coppie giovani, all’Ariston è andata in onda la quarta serata del Festival di Sanremo 2017. Questa sera  abbiamo scoperto il trionfatore dei giovani e, al contrario, quali altri big hanno dovuto abbandonare la gara.

Lele si è aggiudicato la statuetta a forma di palma tra le nuove proposte, mentre sono usciti Ron, Al Bano, Gigi D’Alessio e Giusy Ferreri.

Abbiamo seguito l’appuntamento festivaliero in diretta, ripercorriamo quanto avvenuto.

Leonardo Lamacchia, Lele, Maldestro e Francesco Guasti: sono loro i giovani che si contendono il primo posto. Carlo Conti apre subito il televoto.

sanrem0 10feb lamacchia

Il primo ad esibirsi è Leonardo Lamacchia con la ballad Ciò che resta

sanrem0 10feb lele

Lele viene accolto da urla e applausi: canta Ora mai, un pezzo che in radio potrebbe dargli soddisfazione.

sanrem0 10feb maldestro

Fresco di premio della critica consegnatogli nel pomeriggio, Maldestro canta Canzone per Federica. Altro pezzo lento, di certo il testo più intenso tra quelli dei giovani.

sanrem0 10feb francesco guasti

Infine Francesco Guasti con Universo. Voce graffiata, raccoglie applausi scroscianti al termine. Pubblicità.

sanrem0 10feb conti de filippi2

Dopo un’apertura spettacolare con danza e laser, i due conduttori entrano passando dalla platea. Conti spiega la composizione del risultato di voto: 30% giuria esperti, 30% giuria demoscopica e 40% televoto. Viene quindi presentata la giuria degli esperti, presieduta da Giorgio Moroder: Rita Pavone, Linus. Violante Placido, Paolo Genovese, Giorgia Surina, Andrea Morricone e Greta Menchi. Si passa poi ad elencare i codici associati ai concorrenti.

sanrem0 10feb ron

Primo big ad esibirsi, Ron: L’ottava meraviglia. Non si può certo dire che il brano cresca con gli ascolti: rimane piatto e dimenticabile, oltre ad un fastidioso deja-vu con un testo di Cherubini.

sanrem0 10feb chiara

Si prosegue con Chiara in Nessun posto è casa mia. Elegante, di abito lungo vestita, anche la Galiazzo partecipa con un brano tutt’altro che inicisivo.

sanrem0 10feb samuel

Il ritmo accelera con Samuel: Vedrai. Ma continua a sembrare un pezzo scartato dai Subsonica, uno di quelli che prima o poi vengono inseriti come contenuo extra.

sanrem0 10feb albano

Il prossimo è Al Bano: Di rose e di spine. Siamo nel campo del “bel canto all’italiana”: dopo l’esordio difficile di martedì, Al Bano ritrova la potenza vocale.

Prima di proseguire con la gara, sul palco arrivano Gaetano Moscato e suo nipote: i due erano sul lungomare di Nizza la notte dell’attentato. Accorgendosi del camion impazzito, il nonno ha spinto il nipote salvandogli la vita. Non è però riuscito a mettersi  completamente al sicuro, tanto che ha perso una gamba.

sanrem0 10feb ermal meta

Quinto campione in gara, Ermal Meta: l’autobiografica Vietato morire è un messaggio di speranza, nonostante le brutture che possono sporcare l’infanzia di un bambino.

sanrem0 10feb crozza

Alle 22.02 collegamento con Maurizio Crozza: nei panni di Nando Pagnoncelli, dà i risultati dei sondaggi sul Festival. Poi torna in sé: in cinque giorni viene scelto il vincitore, perciò il sistema Sanremo funziona. Si potrebbe fare una legge elettorale, il Sanremellum: quattro giorni di campagna elettorale, televoto e proclamazione.E continua con i commenti su Renzi e Gentiloni, nell’intervento meno incisivo visto finora.

sanrem0 10feb michele bravi

Si riparte con Michele Bravi: Il diario degli errori. Il ragazzo racconta in musica la sua crescita personale, ma non convince appieno: l’impressione è che Bravi, più che maturo, sia stato cucito addosso un vestito da adulto.

sanrem0 10feb fiorella mannoia

 Breve passaggio di Marica Pellegrinelli, giusto per ricordarci che la modella è la compagna di Eros Ramazzotti. Si passa presto al cantante successivo: Fiorella Mannoia con Che sia benedetta. Forse non è una delle sue canzoni migliori, ma la Mannoia si riconferma la grande interprete che è.

sanrem0 10feb clementino

Clementino rappa le storie di Ragazzi fuori, cresciuti nella periferia. Un suo classico.

sanrem0 10feb lodovica comello

Con il brio di Antonella Clerici, che per un attimo movimenta una serata soporifera, viene introdotta Lodovica Comello: Il cielo non mi basta. Sorridente e colorata: la candidata ideale per l’Eurovision.

sanrem0 10feb gigi d alessio

Gigi D’Alessio canta La prima stella: pezzo neomelodico all’ennesima potenza, D’Alessio mette in campo tutto il mestiere che ha maturato negli anni.

sanrem0 10feb conti raffaele

La gara si interrompe per far spazio all’ospite: Sandra Milo. In realtà è Virginia Raffaele che la imita. Si porta dietro il Piccolo Coro dell’Antoniano, composto però da anziani; da musa di Fellini, porta le atmosfere circensi del regista.

sanrem0 10feb paola turci

In sexy completo bianco senza camicia, Paola Turci: Fatti bella per te. Pezzo potente, la Turci dà una lezione di classe: carisma e sensualità come nessun’altra.

sanrem0 10feb marco masini

Si va avanti con Marco Masini: Spostato di un secondo. Buona performance anche per lui: un artista che parla di rinascite e cadute, con un vissuto sentito.

sanrem0 10feb lele vince

Ancora in compagnia di Marica Pellegrinelli, la proclamazione del vincitore dei giovani: al quarto posto Leonardo Lamacchia, al terzo Francesco Guasti, al secondo Maldestro. Vince Lele. A Maldestro va il premio della critica Mia Martini, mentre il premio della slaa stampa Lucio Dalla va a Tommaso Pini, eliminato già ieri.

sanrem0 10feb francesco gabbani

Costume da scimmione addosso, Francesco Gabbani ripropone Occidentali’s karma: dietro di lui, il ballerino che nella prima esibizione era vestito da scimmia, indosa il maglioncino che aveva Gabbani.

sanrem0 10feb zarrillo

Dopo la promozione dei nuovi episodi di Montalbano con Luca Zigaretti, tocca a Michele Zarrillo: Mani nelle mani.

sanrem0 10feb bianca atzei

Bianca Atzei canta Ora esisti solo tu: è scritta da Francesco Silvestre in arte Kekko dei Modà, e ha l’inevitabile conseguenza di sembrare proprio un pezzo dei Modà. La Atzei è applauditissima.

A mezzanotte, è tempo di omaggiare Giorgio Moroder: da Take my breath away a Hot stuff, da What I feeeling a Call me. Conti e Linus gli sono molto grati per quello che Moroder ha significato nel loro percorso professionale.

sanrem0 10feb sergio sylvestre

Sedicesimo big Sergio Sylvestre: Con te. “Big boy” avrebbe meritato una canzone che ne esaltasse al meglio le capacità, invece abbiamo l’ennesimo brano di cui nessuno si ricorderà.

sanrem0 10feb elodie

Carica e decisa Elodie in Tutta colpa mia: la scrittura di Emma si riconosce, ma Elodie ci mette un’intepretazione che la rende sua.

sanrem0 10feb fabrizio moro

È il turno di Fabrizio Moro: Portami via è dedicata alla figlia, l’unica persona capace di salvarlo. La voce di Moro caratterizza il brano con una nota dolente, una richiesta ad essere portato via dal vuoto che sente.

sanrem0 10feb giusy ferreri

 In abito leopardato lungo, Giusy Ferreri: Fa talmente male entra in testa e non esce più. Un ritornello che centra l’obiettivo.

sanrem0 10feb alessio bernabei

Ultimo in ordine di uscita, Alessio Bernabei: Nel mezzo di un applauso somiglia ad Almeno stavolta di Nek, che a sua volta somigliava a Still waiting dei Sum 41.

Ultimi minuti per votare: intanto Robin Schulz e collegamento con Nicola Savino. Conti ricorda anche le vittime delle Foibe nel giorno in loro memoria. Non è ancora tempo di chiudere il televoto: Virginia Raffaele scende la scalinata, trovando sul palco “due genitori” televisivi: la De Filippi ricorda lo show in partenza ad aprile su Rai 2.

Rassegna stampa di Rocco Tanica e poi, finalmente, all’una di notte inoltrata, il verdetto definitivo: fuori Giusy Ferreri,Ron, Al Bano e Gigi D’Alessio. Da sottolineare i fischi del pubblico all’eliminazione di Al Bano, che lascia Conti impietrito per un attimo; proteste anche per D’Alessio. 

La serata si conclude con Lele che canta Ora mai.



0 Replies to “Sanremo 2017: Lele vince tra i giovani, fuori Al Bano, D’Alessio, Ferreri e Ron”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*