Sanremo 2017, la conferenza stampa dei finalisti


L'incontro con i tre finalisti subito dopo la proclamazione del vincitore di Sanremo 2017

“Racconto storie quando le ho digerite”. così Ermal Meta si racconta subito dopo la finalissima di Sanremo 2017. Il cantautore è il primo ad arrivare nella sala stampa dell’Ariston per la rituale conferenza:”Questo brano pe rme significa amare la canzone, sognifica amare gli altri e dare un messaggio positivo. “Non voglio essere retorico -spiega- ma questa canzone vuole dire di andare avanti: attraverso la disobbedienza può passare quello che ci rende felici”.

“Trovarmi sul podio con Fiorella Mannoia mi sembrava impossibile fino ad oggi: solo negli ultimi minuti ho capito che poteva essere realtà”: il cantautore è ancora incredulo.

Subito dopo arriva Francesco Gabbani: “Naturalmente devo ancora realizzare, ma sono molto felice: c’era un piccolo pensierino dentro di me di poter vincere, ma l’ho sempre rigettato perché non me lo aspettavo. Dopo un anno importante, ancora un’altra soddisfazione: spero di riuscire a gestire questa emozione”. E se l’anno scorso gli Stadio avevano rifiutato, Gabbani parteciperà all’Eurofestival di Kiev.

La parola passa a Fiorella Mannoia: “Io spero che questa canzone faccia lo stesso percorso di altri pezzi, come Quello che le donne non dicono. Ovviamente uno spera sempre di vincere, magari in un angolino remoto, però mi interessa che la canzone entri nei cuori”.

Ancora GabbanI: “Non mi aspettavo di vincere: il riscontro radiofonico che ho avuto sin dal secondo giorno, mi ha fatto capire che c’era un riscontro positivo da parte del pubblico”. “Credo che indipendentemente dal testo, la canzone abbia un suo appeal: la potenzialità è da attribuire anche alla melodia”, dice riferendosi all’eventualità di un testo in inglese per l’Eurovision, perché “ci sono una serie di elementi diversi nella performance”. Insomma: “Devo ancora pensare se tradurre il testo in inglese oppure presentarlo in italiano, dato che la musica è una melodia universale e molti concetti espressi sono spiccatamente italiani”. La canzone prende in giro il tentivo occidentale di avvicinarci alle culture orientali, finendo per occidentalizzarci: “Dietro tutto il nostro modo di essere intellettuali, il movente sono sempre istinti animali”. A chi gli pensa se gli sia venuto in mente De André, Gabbani risponde che in realtà ha pensato a Daniele Silvestri, senza però temere l’accostamento: “Ho  ripreso la citazione di Morris da La scimmia nuda. Nel brano c’è una somma di componenti che divertono, ed è difficile non coprenderne il significato”:
“Ho inserito -svela Gabbani- tante citazioni con una funzione di provocazione: mi auguro che, chi le legge e si accorge di non conoscerle, se ne chieda pure il motivo”.

L’incontro con i giornalisti si conclude qui: appena il tempo di ritirare i vari premi e i tre finalisti partono per Villa Ormond, dove Savino conduce l’ultimo appuntamento del Dopo Festival.



0 Replies to “Sanremo 2017, la conferenza stampa dei finalisti”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*