Sanremo 2017 la conferenza stampa di chiusura


la conferenza stampa di chiusura del 67esimo festival della canzone italiana

Cala il sipario sulla 67esima edizione del Festival di Sanremo, conclusasi con la vittoria di Francesco Gabbani. Prima di lasciare la città dei fiori, l’ultima conferenza stampa. Seguiamola in diretta.

Si comincia con il sindaco di Sanremo, che ringrazia come da rito.

Il direttore di Rai 1 Andrea Fabiano dà i dati di scolto dell’ultima puntata:  lo share più alti degli ultimi 15 anni, con 58,41% e 12milioni 22mila telespettatori. Un’edizione trasversale, che “si conferma molto amata dai giovani: tra i 15 e i 24 anni, con una penetrazione del 54%”. Lo share medio delle serate ha superato il 50% di share, vista da oltre 40milioni di italiani: quasi 7 italiani su 10 si sono fermati sulla kermesse. In particolre, tra il bacino di pubblico, i laureati sono stati il 62%. Il picco di acoltatori è stato con la copertina di Crozza, mentre il picco di share all’1.38: in quel momento, la proclamazione di Gabbani, è salito all’80%. Record pure per il Dopo Festival, premiando la scelta di una puntata del sabato: media di share del 40%. la manifestazione canora inoltre, si è dimostrata la più social di tutte.

Dopo i ringraziamenti generali di Fabiano, tocca a Maria De FIlippi:”Ho cercato di mettere me stessa al serivizio dell’unico evento televisivo italiano. Sapevo che era difficile, ma mai avrei pensato fosse così: pian piano si entra in un frullatore incredibile. Volevo ringraziare Giancarlo Leone, una delle persone determinati per me nella scelta di partecipare e la Rai, in cui ho visto una  grande squadra unita piena di passione. Io che ho un’altra casacco, dico che bisogna imparare questa coesione”. E sul “compagno” Carlo Conti: “Mi dava serenità. Prima di iniziare mi ha detto che sarebbe stata una passeggiata, e alla fine posso dirlo: è stata una passeggiata stancante”. Le canzoni invece “non mi sono piaciute tutte: su 22 è difficile che possano piacere tutte”. La De FIlippi spende buone parole per la Mannoia: “Ho apprezzato molto che si sia messa in gioco, che abbia portato una cover di De Gregori poco nota. Bisogna tenere conto di questa lezione”.

Tra un applauso e l’altro ad ogni parola degli intervenuti, è ora Carlo Conti a prendere la parola. Il conduttore chiude un progetto triennale superando i suoi stessi risultati d’audience: “Quando arrivi a fare Sanremo, devi sentire tutta l’azienda dalla tua. Sono felice che il Festival abbia unito il Paese e sia stato trasversale ai pubblici”. Infine un commento sulle polemiche: “Questo il bonifico di 100mila euro che ho fatto alla Protezione Civile per i terremotati: questo è il netto della conduzione del Festival. Per me è un dovere che ho, perché so cosa significa non arrivare alla fine del mese o non potersi comprare un paio di jeans: ho avuto la fortuna di una vita che mi ha restituito più di quello che mi aveva tolto”.

20170212 130408

Vengono chieste le canzoni preferite: la De Filippi non parla dei suoi, mentre Conti risponde che le sue preferite vengono sempre eliminate subito. Riguardo invece le critiche di Gigi D’Alessio. “ho cercato di creare una giuria di qualità che fosse il più varia possibile, e che comunque incide solo per il 30%. Gigi comunque ha tutto il diritto di muovere critiche e osservazioni”. 

 Una giornalista solleva la questione del presunto coinvolgimento di Riccardo Bocchini, scenografo, in un giro di tangenti: “In questo momento non c’è nulla -spiega Fabiano- perciò la collaborazione è proseguita senza alcun problema. Abbiamo avviato tutti i procedimenti per tutelare l’azienda: ad ora Bocchini non ha ricevuto alcun annuncio di garanzia”.

Durante la conferenza, Pagnoncelli snocciola i dati della varie votazioni: al contrario degli altri, non si conoscono le scelte della giuria di qualità. La De Filippi asseconda l’osservazione di un giornalista: “È vero, sono stati chiamati appositamente e Carlo li ha presentati uno per uno sulla base delle loro opere: dato che hanno un nome e cognome, è giusto che rendano conto del loro essere giuria di qualità”.

Ultimissimi ringraziamenti e Conti lascia la conferenza. A livello di costo siamo sui livelli dell’anno scorso: a livello di ricavi commerciali invece, la raccolta pubblicitaria è pari a circa 26milioni di euro con una crescita del 7% rispetto all’anno scorso. Altri ricavi provenienti da vie diverse, sono cresciuti del 15%.

Si sta inoltre cercndo un rinnovo del contratto con la Rai in tempi rapidi, così da poter già iniziare a ragionare sulla prossima edizione. La conferenza si conclude con un video sull forze dell’ordine,c he hanno garantito la sicurezza nella cittadina.



0 Replies to “Sanremo 2017 la conferenza stampa di chiusura”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*