Verissimo 2017 Fabrizio Corona scrive a Silvia Toffanin


L'esordio del contenitore in rosa di Canale 5 ha come protagonista l'ex paparazzo dei vip che ribadisce la volontà di continuare lo sciopero della fame.


La prima puntata della nuova edizione di Verissimo andrà in onda sabato 16 settembre alle 16:10 su Canale 5. Ma già il programma condotto da Silvia Toffanin comincia a far parlare e discutere. Infatti alla redazione del programma è arrivata una lettera di Fabrizio Corona. L’ex manager dei paparazzi si rivolge a Silvia Toffanin dal carcere dove dovrà restare ancora per un anno dopo che il 13 settembre, il magistrato di sorveglianza di Milano ha respinto la sua richiesta di affidamento in prova in una comunità.

 

Fabrizio Corona si trova a San Vittore e smentisce subito la notizia riportata da alcuni media secondo cui avrebbe rinunciato ad effettuare lo sciopero della fame per affermare i propri diritti.

Tutto questo sarà raccontato da Silvia Toffanin nella puntata di esordio di Verissimo che naturalmente è stata già registrata.  I telespettatori rivedranno la padrona di casa al telefono con la fidanzata attuale di Fabrizio Corona, ovvero Silvia Provvedi delle Donatella. La giovane donna ribadisce che Corona ha già iniziato lo sciopero della fame. “Non tocca più cibo ed io sono molto preoccupata. So che Fabrizio è psicologicamente molto combattivo, ma l’attuale situazione in cui si trova e la consapevolezza di dover rimanere ancora in carcere per un anno lo ha profondamente scosso“.

Corona nella lettera inviata alla Toffanin dice: “ciò che mi hanno fatto questa volta è peggio di quanto ho subito già nel 2005“.

Sempre rivolgendosi alla Toffanin inoltre si augura di poter intervenire al più presto nel programma per poter spiegare di persona i torti che, a suo giudizio, starebbe subendo.

Voglio insegnare a mio figlio che bisogna sempre lottare contro le ingiustizie e le libertà negate, contro gli abusi di potere e le vanità personali che nulla hanno a che vedere con i procedimenti giuridici e la giustizia. Per affermare i miei diritti sono disposto a sacrificare la vita“.

Corona inoltre ribadisce che continuerà a non toccare cibo fino a quando non gli viene fissata una udienza nella quale verranno riconosciuti i suoi diritti e la libertà che gli spetta.

Il giudice che mi ha tolto assolto nelle motivazioni della sentenza già depositata e non letta dal magistrato di sorveglianza, dichiara che non sono un soggetto pericoloso, che non ho mai vissuto grazie ai proventi di reati e che non sono un delinquente professionale. Anzi dice addirittura che gestivo bene la mia immagine“.

Il magistrato di sorveglianzasecondo quanto scrive Coronaha rigettato l’istanza senza aver letto nulla di tutto questo ed ha dichiarato che sono un soggetto pericoloso e non merito la libertà dopo tanto tempo trascorso in carcere“.

Dov’è la verità?si chiede Corona. E continua: “ho sbagliato ma l’errore fa parte del mio passato. Oggi ho già scontato la mia pena per tornare libero. Ma, come dice Papa Francesco, quando uno si macchia è difficile smacchiarsi. Questo vale soprattutto per uno come me considerato una sorta di male assoluto che deve essere eliminato per sempre“.

Corona chiude la missiva dicendo di voler tornare a fare il padre perché ne ha bisogno e il figlio ha bisogno di lui.



0 Replies to “Verissimo 2017 Fabrizio Corona scrive a Silvia Toffanin”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*