Pechino Express 6, la coppia regina e la coppia trash della settima tappa


I viaggiatori di Pechino Express 6 hanno salutato il Taiwan, dove si è svolta la settima tappa. Quella di ieri è stata la puntata di Antonella Elia.


Salutati gli Amici a inizio serata, dopo la sfida con i Compositori, la gara è stata un susseguirsi di corse all’ultimo minuto e salite ad alta quota. Di cui Antonella Elia è stata protagonista indiscussa: finalmente insomma, la bionda concorrente ha dato ai telespettatori le soddisfazioni che si aspettavano.

Se infatti finora il suo carattere era emerso, ieri il montaggio l’ha particolarmente favorita. Complice naturalmente la rivalità con i Compositori e una tremenda penalità: le ciabatte ortopediche. Una sorta di strumento del demonio, capace di far cedere allo scoraggiamento persino la ferrea Jill Cooper.
Per una strana coincidenza, le Caporali sono state sia la coppia regina che la coppia trash dell’appuntamento di ieri, mercoledì 18 ottobre. Peccato che cotanto show sia capitato proprio quando il programma ha toccato i minimi storici.
Antonella Elia e Jill Cooper si sono dimostrate ancora una volta delle viaggiatrici provette: nonostante la stanchezza accumulata sia tanta, nonostante un battibecco nella ricerca del passaggio, le due donne continuano a dare dimostrazione di affiatamento e solidarietà.
Se la Elia ha un crollo perché bisogna salire oltre 4mila scalini su una montagna, tutto a una temperatura di 32 gradi e con l’ossigeno che diminuisce, la compagna si carica anche il suo zaino. E se la Elia ha bisogno di sedersi a piangere per sfogarsi, l’altra si siede accanto a lei e la consola: perché ognuno ha i propri momenti no, e in una coppia bisogna innanzitutto collaborare. Per un attimo si può mettere da parte lo spirito competitivo e ricaricarsi.
Al momento delle lanterne poi, gli unici sprazzi di profondità li regalano proprio loro due: Jill Cooper scrive una sorta di benedizione per l’amica, la Elia di volere una famiglia unita. Intorno, giusto per far capire il livello generale, Rocco Giusti scriveva “Livorno” e i Compositori “keep smiling”.

A dispetto delle difficoltà, naturalmente le Caporali non hanno perso lo spirito battagliero. Così la Elia ha dichiarato apertamente guerra a Compositori e Clubber, rei di allearsi ogni volta: ha chiamato “cosi” Edoardo e Achille, sperando di poterli candidare all’eliminazione, ha dato loro dei “quattro deficienti”, ha protestato durante la prova vantaggio per scorrettezza degli avversari.
L’apice però, si è toccato con la penalità delle ciabatte ortopediche, inflitta proprio dai Compositori per preservare le Clubber. Antonella Elia dolorante, in preda a dei pianti lamentosi, con la schiena curva su se stessa per le strade del Taiwan, è stata una delle scene più divertenti di questa sesta edizione: sadicamente divertente, ma comunque spassosa.

Alla fine, supplizio delle ciabatte annesso, le due Caporali sono arrivate per prime al traguardo di tappa. E pareva di sentirlo, il pensiero di Antonella Elia al momento del trionfo: “Ce ripigliamm’ tutt’ chell che è ‘o nuost”.



0 Replies to “Pechino Express 6, la coppia regina e la coppia trash della settima tappa”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*