Pechino Express 6, puntata del 25 ottobre: nessun eliminato


I viaggiatori di Pechino Express 6-verso il Sol Levante arrivano in Giappone. L'ottava tappa dell'adventure game sta per iniziare.


Dopo Filippine e Taiwan, le coppie rimaste in gara approderanno nell’antica terra nipponica. Ultimo Paese da visitare, con il traguardo finale sempre più vicino.

Seguiamo la puntata in diretta, ottava tappa, in onda su Rai 2 dalle 21.20.

La tappa inizia dalla città di Himeji, tra templi e ninja. 432 chilometri in tutto fino a Osaka per un primo traguardo, per poi terminare la puntata a Nara: la sfida comincia dal castello seicentesco di Himeji.

Costantino avverte subito i concorrenti: “qui la vostra spocchia occidentale non funziona”. Come prima prova, nel solco della tradizione dei ninja, bisogna colpire una sagoma di Costantino con gli shuriken. Le Caporali, vincitrici della scorsa tappa, hanno già 30 punti di vantaggio.
Al termine della prova, vengono consegnate le buste con le indicazioni per proseguire.
Vincono i Maschi, che hanno la fortuna di poter partire insieme a Miss Giappone: un grande vantaggio per chiedere passaggi. Secondi, Caporali e Compositori parimerito, quindi le Clubber.
Innanzitutto viaggiatori devono stare attenti a come camminano: In Giappone infatti, il senso di percorrenza è a destra. L’autostop si rivela difficile, perché nessuno si ferma.

Intanto i Compositori si lamentano: hanno tirato le “stellette” come dei ciechi. Poco dopo però, pura coincidenza, si imbattono in deejay con tanto di produttore in auto: ascoltano James Brown “a palla de cannone”. La ricetta per avere un passaggio è semplice per Achille Lauro e collega: “voce da scemo e sorriso da idiota”.
Jill Cooper invece, ha capito che non si può “attaccare” a bisogna entrare in punta di piedi. La Elia osserva che sono tutti gentilissimi, ma per rifiutare.

Per strada è un continuo “arigato” per ringraziare. Costantino consegna ai viaggiatori un “Costagotchi”, che va accudito come un tamagotchi. Il Giappone si rivela un Paese più tosto dei precedenti: la diffidenza delle persone è più forte, a poco serve la scusa del programma televisivo.

Il conduttore telefona. Il Costagotchi ha bisogno di una cipria opacizzante, perciò comincia un impegnativo giro per farmacie e negozi.

Piatto tipico del Giappone, gli udon: degli spaghetti di farina integrale in brodo. Per mangiarli, le coppie dovranno sedersi uno dietro l’altro ed indossare una tipica giacca: a quel punto, la persona dietro porterà con le sue braccia il cibo alla bocca dell’altro. Gli udon piacciono tantissimo, con grande dispiacere di chi è dietro e non mangia.
Si è fatto tardi: è ora di scendere dai mezzi. Nel frattempo Costantino è in un sushi bar, da cui spiega che il sushi è nato nel periodo Edo, inventato da un cuoco per l’Imperatore.I Compositori bussano alla porta di una signora, spiegando che quando “sun leaves” loro se ne vanno: vengono scambiati per mendicanti, la signora inizia a regalare cibo.
Le Caporali riescono a trasformare il passaggio in ospitalità, chiedendo a chi le stava trasportando: ottengono due camere in hotel. Per i Maschi e miss Giappone invece, una casa tipica con tatami.
Al momento guidano la classifica le Caporali, poi i Compositori. Dietro Maschi e Clubber, rimasti a Kotohira.
Il mattino seguente, Costantino telefona da un bagno termale. Si procede verso Osaka: prima di arrivarci però l’acquisto di una bottiglia di thè verde senza zucchero per il Costagotchi.

Il conduttore aspetta le coppie nell’edificio più importante di Osaka, articolato su 49 piani ed edificato prendendo ispirazione dall’ Arco di Trionfo di Parigi. In cima, Costantino si fa riconsegnare i Costagotchi, la cipria e la bottiglietta di thè: lascia però loro una mascotte. I giapponesi infatti, amano le mascotte e ogni negozio ne ha una: le coppie quindi, devono riportare le mascotte al loro negozio. Hanno delle indicazioni a disposizione: ma di questi tre indizi, solo uno è corretto.
I Maschi salutano miss Giappone.

Prossima meta, l’Osaka castle: qui le coppie dovranno memorizzare una frase in giapponese e recuperare delle tavolette con gli ideogrammi corrispondenti; tutto mentre dei kendoka tentano di sbarrare loro la strada.

Vincono le Caporali: la Elia e Jill Cooper dormiranno in albergo, ma potranno anche fare un viaggio culinario alla scoperta del cibo di Osaka insieme alla più nota foodblogger della città.
Per tutti gli altri invece, scatta la ricerca dell’alloggio.

Maschi e Compositori si offrono di cucinare per le famiglie che li ospitano. Nel frattempo Costantino si trova in un pub dove i giapponesi vanno ad accarezzare i gufi.

Il mattino dopo, si riparte secondo l’ordine di arrivo all’Osaka Castle. Il traguardo è fissato a Nara, città dove i concorrenti possono accarezzare i cervi.

Proprio con i cervi si svolge l’ultima prova prima del traguardo di tappa.  Siamo dunque alla fine di questa ottava puntata, pronti a scoprire quali coppie andranno in finale.

La coppia vincitrice è quella delle Caporali. Ultimi i Maschi, penultimi i Compositori: finalmente la Elia può candidare all’eliminazione i suoi odiatissimi Achille Lauro ed Edoardo Manozzi. La busta però si rivela non eliminatoria.

Caporali, Clubber, Maschi e Compositori sono i semifinalisti di Pechino Express 6.



0 Replies to “Pechino Express 6, puntata del 25 ottobre: nessun eliminato”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*