Celebration diretta della puntata 28 ottobre


Tutte le esibizioni e gli ospiti intervenuti nella terza puntata dello show condotto da Serena Rossi e Neri Marcorè.


Terza puntata, questa sera, di Celebration. Lo show in onda su Rai 1 in prima serata, punta l’attenzione sulle Grandi Voci della canzone, dopo i due appuntamenti dedicati al Pop e al Rock.

Ad interpretare i brani più famosi sono ArisaLuca BarbarossaAlex BrittiFausto LealiSimona MolinariRonMichele Zarrillo ed Emilio Solfrizzi. Ospiti anche Alex del Piero e Lino Banfi.

Inizia la puntata con la presentazione di Serena Rossi e Neri Marcorè. Dopo un saluto a Fabrizio Frizzi, Serena Rossi apre lo show cantando E se domani. Subito dopo Neri Marcorè la segue a ruota interpretando Celentano: L’emozione non ha voce.

Ancora i due padroni di casa in La coppia più bella del mondo.

“Scende in campo Alex del Piero“, annuncia Serena Rossi. Il campione svela di aver amato la musica di Witney Huston, poi dice la sua sulla vittoria odierna della Juventus: fa il suo mestiere, insomma. Arriva anche Lino Banfi che commenta: “Del Piero e Totti sono i migliori “calciattori” perchè sanno anche recitare”.

Si va avanti cercando di evitare i tempi morti. Ed arriva subito Fausto Leali: canta  A chi.Ma che cos’è questa storia che Leali non risponde alla domanda di Serena Rossi: “è stato Mogol a scrivere i versi di A chi?

Arriva Arisa che canta Cuore di Rita Pavone. Vanno proprio di fretta, questa sera.

Michele Zarrillo canta Quando di Pino Daniele. Ma siamo proprio sicuri di queste scelte?

Dopo la pubblicità un breve scambio di battute con del Piero, poi ancora Serena Rossi che canta Isn’t she lovely. Sulla conduttrice grava molto del peso dello spettacolo, questa sera.

Torna Fausto Leali... ma l’attacco di It’s a Man’s Man’s Man’s World è sbagliato. Leali si ferma e fa ricominciare daccapo. Neri Marcorè cerca di rimediare facendo la voce di Alberto Sordi. Subito dopo riecco Lino Banfi per spiegare che la musica americana ha le radici in Puglia. Un monologo molto debole e già visto e sentito.

Ron è il prossimo interprete in Una città per cantare. E poi Neri Marcorè. E poi ancora Serena Rossi con I Wanna Dance with Somebody di Whitney Houston.

Breve carrellata amarcord offerta dalla Teche Rai: il momento migliore di questa puntata.

Dopo la pubblicità il duo inedito Fausto Leali e Michele Zarrillo canta Un’ora sola ti vorrei. E dopo questa dichiarazione andiamo a vivere insieme, scherzano i due nell’accomiatarsi dal pubblico.

Momento talk con Serena Rossi, Neri Marcorè e Alex del Piero che si racconta.Aiutano le immagini della sua carriera calcistica.Emozionanti quelle di Berlino 2006 quando l’Italia fu Campione del mondo. Il campione racconta le emozioni che un calciatore vive quando sta per calciare un rigore da cui possono dipendere le sorti della Nazionale. Marcorè fa la voce di Del Piero tornando così alle imitazioni abbandonate da tempo.Uno spazio lunghissimo.

E’ la volta di Simona Molinari che canta Solo me ne vo’ per la città. Poi insieme, Neri Marcorè ed Emilio Solfrizzi. E, ancora la Molinari con My way.

Medley di Marcorè e Rossi che cantano brani storici: si parte con Dean Martin di Everybody loves somebody. Si continua in un tourbillon di musica di cui i protagonisti sono sempre i due conduttori. Marcorè canta Don Raffaè di De Andrè. Michele Zarrillo torna e propone Everything I Do.

E’ il momento di Alex Britti che canta la sua Oggi sono io. Poi arriva Luca Barbarossa con You’ve got a friend. Ed ecco Arisa in Total Eclipse of the Heart.

Dopo la pubblicità ecco i saluti finali. Nerì Marcorè regala un ultimo brano: Uomo in frac di Modugno.

L’appuntamento è per sabato prossimo con la puntata finale di Celebration.



0 Replies to “Celebration diretta della puntata 28 ottobre”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*