Fratelli di Crozza diretta 3 novembre con la parodia di Rosario Crocetta


Tutte le parodie e i monologhi andati in onda nella puntata del 3 novembre con Maurizio Crozza che, tra gli altri, ha imitato Rosario Crocetta.


La novità di questa puntata è l’introduzione di un nuovo personaggio. Si tratta di Rosario Crocetta Presidente della Regione Sicilia dove domenica si tengono le elezioni per il rinnovo dei consiglieri regionali. Maurizio Crozza ne fornirà una propria interpretazione.

Seguite con noi la diretta.

La puntata inizia con il vero Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania a cui segue subito dopo la parodia di Crozza. “La Campania è difficile da governare, al confronto l’Odissea è un episodietto di Peppa Pig”. “Io sono l’eletto, io sono l’Unto, mi è stato affidato da Dio il compito di gestire la mia terra. Tutti l’hanno capito ad eccezione di Di Maio. A lui serve il manuale pure per il sesso solitario”. “In Campania il tempo l’ho portato io e quando Giove se ne è accorto, mi ha tolto il saluto” continua il falso De Luca. Che risponde anche su un ricorso fatto da una ditta francese per le “Luci d’artista” della città di Salerno.

“Sono partito da De Luca perchè il Sud è attualmente al centro dell’interesse nazionale”, dice Crozza, conclusa la parodia. “Perchè in Sicilia si stanno facendo le prove di varie alleanze politiche. E se il PD prende un’altra tranvata il posto di Renzi diventa sicuro come quello del fidanzato di Cecilia Rodriguez. Che è un filosofo, ironizza Crozza.

Il monologo continua sull’avviso di garanzia ricevuto da Silvio Berlusconi a meno di una settimana dal voto siciliano. Poi su Salvini: che ne sa lui della Sicilia, ha passato la vita ad insultare i meridionali? Ha tolto la parola Nord alla Lega perchè ha bisogno dei voti.

Crozza non può parlare di sondaggi, manca poco al silenzio elettorale. Così Pagnoncelli (è sempre Crozza) finge di parlare di cavalli per far capire quali partiti potrebbero vincere le elezioni. “Io sono di Bergamo, che me ne frega di chi vince?”

Poi Crozza: “In Sicilia sono arrivati tutti, solo Renzi no: quando sente odore di sconfitta sparisce come Igor il russo”.

Ancora: “la Sicilia ha 24 mila forestali, il Canada solo quattromila. Bisogna chiederlo a Rosario Crocetta”. Ma dopo la pubblicità.

“Sto studiando Crocetta dall’estate è un personaggio a metà tra Pasolini e Solange. Lui è tosto, voleva correre da solo e spaccare la sinistra”. Poi: “Crocetta è un Saviano che non ha ancora deciso di rovinarsi la carriera andando su Nove”. Naturalmente sottolinea di amare il Nove.

Ed eccolo il Crocetta in versione Crozza. “Mi chiami semplicemente Saro, sono una persona semplice che ama accarezzare il fenicottero”. Mostra una sua foto al mare. “Sa chi me l’ha scattata? 12 mila forestali che non sapevano che fare”. Il suo bilancio di 5 anni di governo? “Sono l’unico a non essere stato arrestato”. Perchè qualcuno dei forestali non si trasferisce in Piemonte dove sta bruciando tutto? si chiede Crozza.

Il monologo continua sull’ambiente. Crozza si scaglia contro i piromani e i cacciatori che sfruttano gli incendi. Va in onda una vera dichiarazione di Mauro Corona. E’ il preludio per la parodia dello scrittore che se la prende per tutte le donne che adorano George Clooney. “Buttatevi su di me che sono brutto” dice. Parla dei rumori del bosco e della sua passione per il vino. “Quando muoio voglio essere cremato. Non sarà neppure difficile, con quello che ho nelle vene, basta un cerino per darmi fuoco”.

Dopo la pubblicità è la volta del direttore di Libero Vittorio Feltri che parla del falso riscaldamento del pianeta. “Non me ne frega niente.. Io ho 74 anni, vivo a Bergamo. Quando morirò, un grado in più o uno in meno sotto terra, non mi cambia nulla”. Poi sul Paradiso: “io me lo immagino con tante Maria Elena Boschi con tacco 12. Io me le farei anche con gli stivali”. Sul mondo dello spettacolo: “hai mai sentito molestie da parte di un direttore di banca? Ti inchiappetta con gli interessi”.

Paolo Gentiloni è in India ed ha risolto il caso dei Marò. “Infatti lui è in India e i Marò in Italia. A me va bene, è uno scambio equo. Gentiloni, quando è lontano da Renzi, rinasce”. Torna  Roberto Laurenzi guru dello yoga: “Parliamo dell’asana. L’asana va assunto molto lentamente. Qualcuno l’ha assunto tutto insieme e gli si è ghiacciato il cervello”. “La naturopatia è una scienza esatta: ogni problema si risolve con la morte”.

Sta per arrivare il Presidente della Sampdoria.. Il Viperetta al secolo Massimo Ferrero. “Parliamo del derby Genova Sampdoria” gli chiede Andrea Zalone, spalla di Crozza.”Il derby della quaterna… Il derby è un locale meraviglioso, c’erano Cocker e Renato, Teo Testicoli” risponde il falso Viperetta.

La puntata si conclude qui. Appuntamento a venerdì prossimo.



0 Replies to “Fratelli di Crozza diretta 3 novembre con la parodia di Rosario Crocetta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*