Superbrain – Le Supermenti, 12 gennaio 2018, diretta prima puntata


Appuntamento d'esordio per lo show di Paola Perego su Rai 1. Protagoniste cinque persone, dotate di abilità mentali eccezionali, che si giocano 20.000 euro per la vittoria finale.


È andata in onda la prima puntata della nuova edizione di Superbrain – Le Supermenti, il programma condotto da Paola Perego su Rai 1. Protagonisti dello show 5 persone dotate di abilità mentale sopra la media, giudicate dal pubblico e da tre vip in studio: stasera è toccato a Paolo Bonolis, Valeria Marini e Francesco Giorgino. Ospite il comico Dario Bandiera.

Anteprima: Paola Perego è nel dietro le quinte dove raccoglie l’in bocca al lupo dei tecnici, poi rapidamente presenta i 5 protagonisti di stasera, che conosceremo meglio fra poco. Sigla e tanti applausi per la conduttrice, al ritorno in video dopo la turbolenta chiusura di Parliamone sabato: il suo volto è emozionato e non si nasconde un filo di tensione. Sul suo recente passato, come giusto che sia, nessuna dichiarazione o allusione, soltanto un emozionato “grazie” al pubblico.

Anche voi pensavate che l’avremmo rivista da Guantanamo dopo quella che è successo?” dice Paolo Bonolis dopo essere stato presentato dalla Perego come “mattatore della tv italiana“. Il conduttore romano sarà in questo ruolo insieme a Valeria Marini e il mezzobusto del Tg1 Francesco Giorgino. 

La prima supermente, capace di fare dei calcoli in tempi rapidissimi, è Amos Tesciuba, 32enne romano. Questa sua abilità gli risulta utile nel lavoro: di professione fa l’assicuratore. Nel presentare il primo concorrente Bonolis ruba lo spazio alla Perego con la sua verve. Il conduttore di Avanti un altro partecipa alla prima prova di Tesciuba: farà un venditore di automobili e la supermente deve indovinare il prezzo di 3 vetture (sulle 4 presenti sul palco) comprensive di sconti e aggiunte, ricordando i numeri snocciolati da Bonolis a rapidissima velocità. Prova superata. I giurati votano: Giorgino dà 8, la Marini 9. Bonolis non lo dice, ma comunque la media di Amos è 8.3. 

Dopo le 5 prove previste, interverrà il pubblico e il loro voto si aggiungerà a quello dei tre vip.

Federico Gengotti ha 16 anni e viene da Monza: la sua peculiarità è la vista acutissima. Curiosità: il padre del ragazzo, di professione fotografo, ha partecipato ad una precedente edizione del programma. La prima prova consiste nel vedere in contemporanea due filmati e riconoscere l’unico elemento che non li rende identici: si tratta di video in cui è un minimo particolare a fare la differenza. Anche per lui la prova è superata. Si passa alle votazioni: la media è 8,7. 

Durante l’esibizione inconveniente per la Perego: un tacco della scarpa le si rompe ed allora sceglie di condurre scalza in attesa del paio di ricambio.

Spazio alla comicità con Dario Bandiera, che presenta un maldestro samurai che a sua detta saprebbe tagliare frutta e verdura con una sciabola. L’ex concorrente di Tale e quale show invita la conduttrice a indicare una precisa quantità da tagliare per ogni salume/ortaggio/frutto, ma il ragazzo sbaglia le misure. Numero divertente soprattutto per l’umorismo di Bandiera, ma troppo lungo.

Il terzo concorrente è Matteo Di Cianni, 29 anni. La sua abilità sta nella memorizzazione, in particolar modo di lunghe sequenze numeriche. Il ragazzo deve ricordare 10 codici formati da 9 cifre che gli permetteranno di aprire 10 casseforti, ma non in una situazione di comodità: dovrà farlo appeso ad una corda in un tempo massimo di 3 minuti. Missione compiuta in 2’50”. A seguito delle votazione dei giurati, la media di Matteo è di 8,7 punti.

Con molta probabilità il programma è registrato, lo si nota in particolar modo in qualche passaggio: stacchi di montaggio bruschi in più di un’occasione. La protagonista successiva è la giovanissima Tess Tedeschi: la ragazza sa riconoscere le diverse razze canine con il semplice contatto della sua mano con la lingua dell’animale. Non a caso, la prova cui si sottopone prevede che, bendata, debba riconoscere la razza di 5 cani tra 19 presenti in scena soltanto dal contatto tra la loro lingua e la sua mano. Prova superata al primo colpo, senza alcuna sbavatura. La media dei voti dei giurati è 8,7.

Ancora un intermezzo comico di Dario Bandiera che stavolta presenta un “profumiere dell’anima”: annusando le persone è in grado di capirne la psicologia. Naturalmente anche in questo caso si tratta di un numero dai risvolti divertenti.

L’ultima protagonista di stasera è Mara Brescianini, una 37enne della provincia bresciana dotata di una notevole memoria fotografica. La donna, dopo aver incontrato 100 persone del pubblico, deve ricordare aspetto e dati anagrafici di 3 persone tra quelle viste, scelte a caso. Anche per lei il test è superato al primo colpo, senza nessun errore, così come accaduto ai suoi colleghi. La media dopo le votazioni dei giudici è di 8,7.

Spetta adesso al pubblico in sala dare un voto da 0 a 10 per giudicare le prove delle 5 supermenti. Prima di avere i risultati, Paola Perego accoglie in studio una “superbrain” internazionale: è il tedesco Rudiger Gamm, un uomo capace di effettuare incredibili calcoli matematici in pochi secondi. La cosa paradossale è che nel periodo scolastico fu rimandato ben 6 volte proprio in matematica.

Arriva il momento di eleggere il vincitore della prima puntata di Superbrain: si tratta di Matteo di Cianni con una media di 17,1. Il giovane si porta a casa 20.000 euro, battendo la concorrenza della piccola Tess Tedeschi.

Termina qui la prima puntata di Superbrain – Le supermenti. Il ritorno di Paola Perego su Rai 1 era molto atteso, tanto più perché in prime time. La conduttrice monzese ha dimostrato di saper guidare la trasmissione senza però dare la necessaria enfasi, in particolar modo durante le prove dei 5 protagonisti. Anzi, è apparsa fin troppo timida, come se dovesse ancora smaltire le scorie della pesante battuta d’arresto incassata dopo la chiusura di Parliamone Sabato. 

Anche questo ha inciso su un programma che potrebbe essere contraddistinto da un ritmo e da una suspence molto più intensi. Invece, l’eccessiva durata delle prove e i frequenti momenti di parlato hanno reso il format macchinoso, privo di quella brillantezza di cui potrebbe godere. A tentare di dare una scossa ci hanno provato gli ospiti: l’ironia di Paolo Bonolis e la comicità scanzonata di Dario Bandiera hanno dato un po’ di brio, ma non è bastato per renderlo realmente spettacolare. A Superbrain sembra mancare la scintilla che fa davvero accendere l’intero show, che comunque non pecca quanto ad originalità.



0 Replies to “Superbrain – Le Supermenti, 12 gennaio 2018, diretta prima puntata”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*