Boss in incognito, la quarta puntata


Live il nuovo appuntamento con il reality di Rai2 condotto da Nicola Savino

È andanta in onda su Rai2 la quarta puntata di Boss in incognito, condotta da Nicola Savino. Protagonista dell’appuntamento Giuseppe Condorelli, figlio di Francesco, l’uomo che avviò l’impresa dolciaria produttrice dei torroncini. Rivediamo come se l’è cavata tra i suoi dipendenti.

Iniziamo conoscendo il boss di oggi; si tratta di Giuseppe Condorelli, titolare dell’azienda dei torroncini e torroni morbidi. 120 quintali di produzione giornaliera per la Condorelli, La sua vita è collegata in modo indossolubile già dai primi anni d’età alla fabbrica. Come conferma la moglie, il proprietario è uno stacanovista; questo ha fatto si che si perdesse importanti momenti dei suoi figli.

boss in incognito giuseppe condorelli

Questa volta la missione dei costumisti è veramente dura, perchè il Boss è molto conosciuto nelle sue aziende. Il risultato però è più che soddisfacente. Giuseppe è diventato Andrea, un facchino aeroportuale con tanto di pancia e barbone. La stessa moglie appare abbastanza perplessa e schifata.

boss in incognito giuseppe condorelli trasformato

Il tutor che insegnerà al Boss come utilizzare la macchina incartatice, prima tappa del reality, è Valentina. Soddisfatto del primo macchinario, molto meno del secondo, che si blocca continuamente, a tal punto che deve intervenire un tecnico. La conclusione a cui arriva è il capo che ci sia bisogno di nuovi investimenti.

Ecco il primo momento confessionale. Valentina ha 4 figli e in più di una circostanza ha avuto delusioni amorose. Nell’ultima storia è stata continuamente tradita, anche dopo una seconda opportunità. La questione si fa delicata, tanto che la donna fa intuire di essere persequitata dell’uomo.

boss in incognito valentina macchina incartatrice

La seconda operaia sotto osservazione è Vanessa che mostra al Boss il reparto dove si tagliano i torroni.Bravissima nella spiegazione la ragazza ma viene criticata perchè non indossa la mascherina. Fino a qui questo titolare ci sembra quello più pratico e preparato di quelli visti fin qui.

La sirena avvia il cambio turno e la chiacchierata con Vanessa. La donna ha iniziato a lavorare a 14 anni. 5 anni dopo rimane incinta di un ragazzo molto più grande e di un uomo sposato. Questo viene definito la delusione più grande che ha dato alla mamma. Dopo molto tempo i due non sono ancora sposati. Tremenda nella sua vita una crisi epilettica che ha avuto la figlia.

boss in incognito vanessa

Il giorno successivo Giuseppe si mette all’opera nell’impastare il torrone. Il suo tutor sarà Massimo, un lavoratore stagionale. Prima fase tostare le mandorle. La critica principale è che il Boss è troppo lento, anche quando deve semplicemente aprire dei sacchi. L’operaio però commette l’errore di non utilizzare i guanti da forno. 

Massimo ha perso il lavoro a 38 anni, essendo stato licenziato dalla precedente industria. Fino a novembre ha il contratto alla Condorelli, poi nonostante le afformazioni sembra molto demoralizzato nella ricerca. Molto pesante il fatto di doversi farsi aiutare ancora dai genitori: “Mi sa molto di sconfitta, o di non essere riuscito”. Il suo sogno è sposarsi e avere un figlio ma non può farlo.

boss in incognito massimo lavoro

Doppia sorpresa a fine giornata per il Boss che prima ritrova il suo gruppo musicale e poi in camera una lettera strappalacrime della madre. La sveglia suona all’alba e oggi se la vedrà con la preparazione dei biscotti alle mandorle. Il suo tutor è Giovanna. L’operaia commette diversi errori: si lava le mani nel lavandino sbagliato, non indossa la mascherina e riutilizza la carta forno.

Durante la pulizia della macchina però ecco il passo falso più grande: mette dei bulloni sul macchinario, a rischio che per distrazione possa finire nell’impasto. Nel momento confessionale scopriamo che tre anni fa è morto il padre ma che lei ne soffra ancora molto.

boss in incognito biscotti mandorle

Nell’ultimo giorno il Boss, affiancato a Wanda, lavorerà nel reparto di confezionamento. La tutor è rigidissima e incita continuamente il “collega” a velocizzarsi, tanto che l’uomo si infastidisce un po’. La dipendente inoltre appare non troppo organizzata, tanto da dover abbandonare continuamente la postazione di lavoro. Ecco la sua storia personale: il marito ha avuto un trapianto di fegato e quindi ora non lavora più.

boss in incognito confezionamento

Si entra nella parte finale della puntata; l’incontro tra dipendenti e Boss. Il primo ad entrare nella stanza del capo è Massimo. Prima dei complimenti la ramanzina per il mancato utilizzo dei guanti. Per lui un prolungamento di contratto di altri 6 mesi. Valentina è definita una lavoratrive veloce ed efficiente. In regalo una bella auto nuova.

boss in incognito massimo

Arriva il turno di Vanessa, rea di non aver indossato la mascherina. Dopo il messaggio dei figli, arriva la proposta di matrimonio del compagno e il viaggi di nozze a Parigi, ovviemante donato dall’azienda. Giovanna ha usato più volte la carta forno ma riceve in regalo un corso di alta pasticceria e un cappello da cuoco. Come se non bastasse una promozione nel laboratorio di pasticceria dell’azienda.

L’ultima lavoratrice ad incontrare il boss è Wanda. Il titolare le estingue il mutuo che ha dovuto aprire per l’intervento al marito. In cambio la promessa di utilizzare i soldi messi da parte per fare il viaggio che desiderava.

La puntata termina qui. Boss in incognito vi da appuntamento a martedì prossimo 21 febbraio, alle 21.10 su Rai2.



0 Replies to “Boss in incognito, la quarta puntata”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*