Bake Off Italia 5, terza puntata in diretta: fuori Giuseppe


In diretta un nuovo appuntamento con lo show culinario condotto da Benedetta Parodi

È andata in onda su Real Time la terza puntata di “Bake Off Italia 5 – Dolci in forno”. Dopo l’uscita di scena di Manuela una settimana fa, questa sera ad abbandonare la gara è stato Giuseppe. Riviviamo insieme i momenti più significativi della serata.

Si parte all’insegna dell’allegria, con i giudici che arrivano a tempo di musica ballando e con la Parodi che fuoriesce da una torta gigante, ovviamente finta.

La gara comincia subito: per la prima prova, quella creativa, i concorrenti devono preparare una drip cake, una torta che richiede parecchia fantasia e può essere preparata con gli ingredienti più disparati. Luigi ha seri problemi con il pan di spagna e di fatto è in crisi: vorrebbe preparare un tiramisù per non presentarsi a mani vuote davanti ai giudici, ma il severo Knam stoppa il suo proposito: “Non puoi decidere tu quale torta preparare”.

Finito il tempo a disposizione, è il momento di presentare le torte ai giudici. Knam non è contento per la creazione di Viola: per lei problemi di cottura e di confezionamento. I tre riscontrano in quasi tutti i concorrenti delle imperfezioni, addirittura Paolo ha nella sua torta una sorta di lungo stuzzicadenti, cosa che fa seccare non poco Knam, decisamente il più severo di tutti. Carrara invece è il più morbido.

Unanimi consensi sulla drip cake di Rosalind, la migliore di questa prima prova. Luigi si salva facendo una mini-torta con cioccolato e peperoncino della sua terra, la Calabria, non esitando ad addentarlo. In generale, le impressioni degli esperti non sono positive, soprattutto quelle del pasticciere tedesco.

La seconda prova prevede la realizzazione della funny cake. Le insidie stanno nei rigorosi tempi di realizzazione e anche nella richiesta di mettere al di sopra della torta un disco di cioccolato, con lettere variopinte che formano la parola “Party”. In più, il disco dovrà essere collegato con l’interno della torta attraverso un filo. A disposizione degli aspiranti pasticcieri 90 minuti.

Luigi, indossando il camice blu, ha un bonus: potrà trascorrere 5 minuti, insieme ad un collega, con Knam in privato. In quel breve lasso di tempo potrà chiedergli qualche dritta sulla ricetta da eseguire. L’uomo sceglie di portare con sé Francesca. Problemi per Maria Grazia e Christian: sfornano la loro torta, ma sono troppo calde e si sfaldano. Devono così inventarsi qualcosa per rimediare.

I giudici assaggiano i dolci “al buio”: non sanno, cioè, chi ha preparato ciò che hanno davanti a loro. Molto male Giuseppe: la torta si è spappolata e non è affatto un bel vedere. A lui spetta l’ultimo posto.

Quella di Aris in parte è bruciata: un peccato, perché la prova creativa era stata positiva. Niente di buono anche per Tony, che a seguito alla stroncatura dei giudici ammette che la sua torta “fa ca**re”. La migliore creazione è quella di Viola, che così riscatta la brutta prova precedente. Secondo posto per Carlo.

La terza e ultima prova, la wow, richiede la preparazione della pinata cake, dolce tradizionale messicano. All’interno dovrà essere riempita a discrezione dei partecipanti. Due ore e trenta di tempo a disposizione per i 16 protagonisti. I giudici chiedono che la torta sia molto dolce e colorata.

Il clima tra i concorrenti è buono: anche se sono in competizione e si lanciano qualche stoccatina, non mancano i sorrisi, gli scherzi e talora la reciproca collaborazione, tratti distintivi dello show nelle edizioni finora andate in onda.

Cominciano i giudizi: ottimo lavoro per Carlo, apprezzato dai tre esperti. Knam invece non apprezza molto il blu con cui Juan decora l’esterno della sua torta. Complimenti arrivano per la pinata di Luigi, che non aveva sfruttato al meglio il bonus nella prova precedente: buoni la decorazione e il sapore.

Rosalind è in giornata di grazia, mentre Giuseppe all’opposto non riesce proprio a indovinarne una. Pollice in su per la torta di Giustina, colorata nel modo giusto e dal sapore molto gustoso.

I giudici devono decidere a chi dare il grembiule blu, affidato al migliore delle tre prove: è Carlo, cui spetta un bonus da utilizzare nel corso della prossima puntata.

Aris, Maria Grazia e Giuseppe sono i tre che rischiano l’eliminazione. Ad uscire dalla gara è Giuseppe. “Per un periodo non mi dedicherò alle torte, poi riprenderò”, dice il poliziotto, dispiaciuto per la fine della sua avventura nel reality.

Termina qui la puntata odierna. Prossimo appuntamento venerdì 22 settembre, alle 21.10, su Real Time.



0 Replies to “Bake Off Italia 5, terza puntata in diretta: fuori Giuseppe”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*