Call the midwife: dal 6 marzo le repliche su La5


Dopo Downton Abbey, la rete Mediaset propone in replica un english drama di grande successo


Orfana di Downton Abbey, che ha chiuso definitivamente i battenti la scorsa settimana, La5 prova a trasmettere in replica una serie che ha avuto un successo analogo in Gran Bretagna. Si tratta di Call the midwife, period drama dai toni dickensiani andato in onda su Rete 4 due anni fa.
La rete free del digitale terrestre Mediaset prosegue il filone delle serie cult made in Uk, con la riproposizione della serie evento prodotta dalla Bbc.
Da questa sera, domenica 6 marzo, ogni domenica, la sere sarà riproposta in otto appuntamenti, tutti in prima serata.

La storia si svolge nella Londra del dopoguerra. Protagoniste sono tre giovani levatrici che, assieme alle suore anglicane del convento Nonnatus House aiutano le mamme dei quartieri più poveri di Londra a far nascere i propri bambini.
La figura della levatrice comincia proprio in quel periodo ad acquistare importanza nella futura società e si affermerà in Gran Bretagna in maniera efficace e produttiva. Rappresenta insomma la professione che rivoluziona la società inglese del tempo.

{module Pubblicità dentro articolo}
Anche Call the midwife è realizzata in maniera impeccabile, con una profonda cura nella ricostruzione di tutti i particolar dell’epoca, in particolare dei costumi, realizzati per l’occasione dalle migliori maestranze della Gran Bretagna.
Le storie coinvolgono donne e la loro vita privata. Tutto è centrato soprattutto sul momento della nascita, raccontata sempre in maniera emozionante e toccante. Le tre ostetriche protagoniste spiccano per la loro dedizione al lavoro: si trovano ad affrontare circostanze anche molto difficili e spesso pericolose. Ma non indietreggiano dinanzi a nessuna vicenda. Le vedremo aiutare giovani donne in balia di famiglie numerosissime, presteranno il loro aiuto alle prostitute dei bassifondi, faranno nascere bambini che rischiavano di non vedere mai la luce. Tutto questo senza mai tralasciare la lotta ai pregiudizi e ai tabù. Saranno loro infatti, precorrendo i tempi, a suggerire l’uso dei profilattici per combattere le malattie veneree.

call the midwife 2

{module Pubblicità dentro articolo}

La serie è realizzata dalla casa di produzione di Sam Mendes (American Beauty, Skyfall, Spectre), mentre la sceneggiatura e l’ideazione sono di Heidi Thomas.
La critica internazionale si è espressa molto favorevolmente, e per la prima volta è stata in sintonia con il pubblico, che ha gratificato la serie con oltre 10milioni di spettatori a puntata facendo così concorrenza a Downton Abbey.
Tv Guide ha definito Call the midwife “una meraviglia per gli occhi”. Variety ha scritto che la serie è “imperdibile, perché piena di momenti emozionanti”.
Ispirata al libro omonimo, Call the midwife-A true story of East end in 1950s, la protagonista letteraria è l’ostetrica Jennifer Worth.



0 Replies to “Call the midwife: dal 6 marzo le repliche su La5”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*