I Medici la prima puntata del 18 ottobre


Esordio questa sera di una delle fiction più prestigiose di viale Mazzini. Si tratta della serie "I Medici": quattro puntate con Dustin Hoffman nel ruolo del capostipite Giovanni de' Medici. Nel cast ci sono tra gli altri attori italiani Miriam Leone, Valentina Bellè, Valentina Cervi, Fortunato Cerlino (già visto nella serie Gomorra), Alessandro Preziosi, Andy Luotto, Guido Caprino e Alessandro Sperduti. Nella parte di Cosimo de' Medici c'è invece Richard Madden l'attore che ha interpretato Robb Stark nella serie televisiva cast "Game of Thrones" trasmessa in Italia da Sky Atlantic.

Esordio questa sera di una delle fiction più prestigiose di viale Mazzini. Si tratta della serie “I Medici“: quattro puntate con Dustin Hoffman nel ruolo del capostipite Giovanni de’ Medici. Nel cast ci sono tra gli altri attori italiani Miriam Leone, Valentina Bellè, Valentina Cervi, Fortunato Cerlino (già visto nella serie Gomorra), Alessandro Preziosi, Andy Luotto, Guido Caprino e Alessandro Sperduti. Nella parte di Cosimo de’ Medici c’è invece Richard Madden l’attore che ha interpretato Robb Stark nella serie televisiva cast “Game of Thrones” trasmessa in Italia da Sky Atlantic.

Quattro le puntate in calendario per quattro prime serate in ognuna delle quali saranno trasmessi due episodi. Si comincia a stasera con “Il peccato originale” e “La cupola e la dimora“: questi infatti sono i titoli dei due episodi in onda. 

Si comincia con il grave lutto che colpisce la famiglia Medici, ovvero la morte del patriarca Giovanni. A lui si deve l’inizio del Rinascimento italiano e l’avvento di un’epoca nella quale l’attività bancaria diviene di enorme importanza. Giovanni infatti era riuscito a diventare il primo banchiere del Papa. Con lui, con il figlio Cosimo e soprattutto con Lorenzo de’ Medici viene dato enorme risalto anche all’arte profana che veniva condannata dalla Chiesa.
i medici cast

Quando Cosimo (Richard Madden) scopre che il padre è stato avvelenato tiene la notizia riservata. Però mette un suo uomo Marco Bello (Guido Caprino) alla ricerca dell’assassino. Cosimo aveva sognato di diventare un artista. Ma ha dovuto accantonare questo suo desiderio per sostituire il padre alla guida della banca e della Signoria di loro appartenenza. Fin dall’inizio deve difendersi dalle ostilità delle famiglie nobiliari capitanate da Rinaldo degli Albizzi (Lex Shrapnel). Quando il duca di Milano sottrae la città di Lucca al dominio di Firenze, Cosimo si trova davanti a un bivio: decidere se schierarsi con i nobili come avrebbe fatto suo padre Giovanni o se invece scrollarsi di dosso le idee del padre e pensare con la propria testa alle nuove alleanze.

Nel secondo episodio Firenze si trova nel caos a causa della guerra. Piero (Alessandro Sperduti) il figlio di Cosimo chiede al padre di andare a combattere anche lui. Ma la moglie Lucrezia (Valentina Bellè) cerca di trattenerlo. {module Pubblicità dentro articolo}

Intanto Marco Bello continua di indagare sull’omicidio di Giovanni e trova un farmacista che è a conoscenza di alcuni eventi inerenti all’uccisione del capostipite dei Medici. Il fratello Lorenzo (Stuart Martin) si reca dal Papa per tentare un suo intervento come paciere. Ma non riesce a convincere il Pontefice. Cosimo conosce l’artista Brunelleschi (Alessandro Preziosi) e gli affida il compito di costruire una cupola alla Cattedrale di Santa Maria del Fiore. La moglie di Cosimo, Contessina (Annabel Scholey) intuisce quanto sia importante il gesto compiuto dal marito e lo appoggia con tutte le sue forze.

Marco intanto è vicino alla verità: il farmacista si è deciso a parlare. Ma quando si reca da lui per raccogliere le informazioni richieste trova il medico colpito a morte con un pugnale. Alla fine della puntata i telespettatori assistono al ritiro delle truppe milanesi ed al salvataggio della città di Firenze. Tutto questo naturalmente è costato un prezzo molto alto. E come se non bastasse a Firenze torna l’incubo della peste.



0 Replies to “I Medici la prima puntata del 18 ottobre”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*