Rocco Schiavone, il primo episodio


Live il primo episodio di Rocco Schiavone con Marco Giallini


È andato in onda su Rai2 Rocco Schiavone, la serie tv tratta dai libri di Antonio Manzini. Marco Giallini è stato accompagnato da tutti gli altri personaggi nei casi di cronaca da risolvere e nella sua discussa vita privata. Giudizio negativo: tra parolacce, gesti non legali, manca l’azione e non si capisce come si sia arrivati a risolvere il caso. Riviviamo tutte le azioni del vicequestore.

Prima della sigla voliamo sul luogo dell’omicidio odierno: un gatto delle nevi a Crest investe un uomo. Subito dopo il vicequestore è avvisato dell’accaduto, proprio mentre si trova insieme alla sua amante Nora (Francesca Cavallin). Scopriamo che la squadra non è certo di primo livello: l’agente Casella è anziano e per problemi alla prostata urina sul luogo del delitto, mentre l’agente D’Intino ha paura dei cadaveri.

9nov rocco schiavone squadra

Conosciamo anche un po’ di vita privata di Rocco Schiavone: all’interno della sua abitazione infatti l’uomo parla con Marina, la moglie morta da diverso tempo. Nonostante ciò non riesce proprio a resistere al fascino di Nora. Ecco qua un altro vizietto del vicequestore, che per rilassarsi ama fumare un bel spinello.

9nov rocco schiavone moglie

Le indagini sono ancora ferme e il Questore Andrea Costa inizia ad incalzarlo, con un gergo sin da subito moto colorito. 36 ore per scoprire qualcosa da dire ai giornalisti. I primi passi sono mossi grazie alla preziosa autopsia del medico legale Alberto Fumagalli (Massimo Reale).

9nov rocco schiavone medico legale

Luisa Pec, una donna del posto, denuncia la scomparsa del marito e sarà proprio un tatuaggio a confermare che l’uomo, Leone Miccicchè, è la vittima. Pià tardi il vicequestore va al rifugio della donna. Luisa smentisce possibili problemi con la criminalità organizzata ma evidenzia una lite con il maestro di sci. Schiavone non sembra convinto, nonostante la donna provi a portarlo dalla sua parte con la notizia di una gravidanza.

9nov rocco schiavone luisa pec

Ad Aosta arriva anche Sebastiano, un amico storico di Rocco, che come sempre propone affari non leciti. I sospetti si fanno sempre più intensi sul maestro di sci Omar; infatti non solo l’uomo ha avuto una lunga storia con Luisa prima del suo matrimonio, ma la porta della scuola era anche aperta.

9nov rocco schiavone amico sebastiano

Furbo come una vecchia volpe Schiavone scopre, facendosi dare la carta d’identità, l’indirizzo dell’uomo e così decide di entrare in casa sua, dove trova tantissime foto di Luisa Pec e la piantina del rifugio. Il vicequestore coinvolge, nell’affare illegale del camion di droga, anche il giovane e valoroso, ma bisognoso di soldi Italo Pierron (Ernesto D’Argenio).

9nov rocco schiavone tir

Nel rimorchio prima della droga però vengono trovati diversi profughi. Dopo un ora l’episodio ancora non decolla: ritmo lento, poche emozioni e bisogna dire che anche la bravura di Marco Giallini appare fuori luogo nelle dinamiche narrative. Sorpresa nella sorpresa, oltre alle sostanze stupefacenti ci sono anche delle armi.

In soccorso alla squadra arrivano i verdetti dell’autopsia: nel fazzoletto che Leone aveva nella trachea c’è una traccia ematica differente da quella della vittima ma sempre di un uomo. Così per confrontarlo con il sangue del maestro di sci, il principale indiziato, decide di dargli un pugno. Omar svela come Luisa abbia un debito con lui. Il confronto del DNA però conferma compatibilità.

9nov rocco schiavone maestro sci

Altro “colpo di scena” tra le lettere della vittima viene ritrovato un’analisi dello sperma che dimostra come fosse sterile. Ritornato sul luogo del delitto insieme al fidato Pierron, il vicequestore trova un mozzicone di sigaretta e firma un duplice mandato di arresto: “perchè i colpevoli sono due”.

9nov rocco schiavone mozzicone

{module Pubblicità dentro articolo}

Il vicequestore irrompe durante il funerale: la prima colpevole è proprio Luisa Pec, l’altro invece il capo dei gatti delle nevi Luigi. L’uomo cerca di scappare ma è bloccato dagli altri uomini della squadra. Durante gli interrogatori arrivano le due confessioni, ma entrambi sostengono che non volevano ucciderlo.

9nov rocco schiavone arresto

Accelerata in modo spasmodica la risoluzione del caso, senza però che a casa si riesca a capire e vedere come Rocco Schiavone è arrivato a questo punto. L’altra nota stonata sono le continue parolacce e gesti poco conformi alla legge del vicequestore. Il lato positivo delle storia invece è l’anima della moglie, che continua a dare consigli e stare accanto al marito nonostante sia morta.

Rocco Schiavone termina qui e vi da appuntamento a venerdì con il secondo appuntamento.



0 Replies to “Rocco Schiavone, il primo episodio”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*