logo

Un posto al sole, Marzio Honorato: "Vi racconto il mio Renato Poggi"

Lunedì, 12 Dicembre 2016 14:37 - Scritto da 
Marzio Honorato Marzio Honorato

L'attore napoletano, che ha sviluppato la sua carriera a partire dal teatro con prestigiose collaborazioni con Nino Taranto, Gino Bramieri ed Eduardo De Filippo, è una colonna portante di "Un posto al sole": ininterrottamente, dal 1996, interpreta Renato Poggi. Noi l'abbiamo incontrato e ci siamo fatti raccontare cosa significhi lavorare in una produzione record per la tv italiana, capace di tagliare lo scorso 21 ottobre il traguardo dei primi 20 anni di storia.

Come descriverebbe il suo personaggio, in tre parole?

Premuroso, un po' assillante e "di pancia".

Cos'è che non le piace del "suo" Renato Poggi?

Gli sceneggiatori scrivono le loro storie, che naturalmente non sono solo funzionali al ruolo che il singolo attore deve interpretare, ma al suo personaggio in relazione a tutti gli altri, perchè questa è una soap vera, di gruppo, in cui tutti i protagonisti si equivalgono. Ciò significa che, a volte, anche se si recita una scena che in quel momento può non convincere, bisogna farla perchè probabilmente può essere importante non tanto per la storia del personaggio che si interpreta, ma per quella di un altro.

Cosa riserverà il futuro al suo personaggio?

Sinceramente, non lo so: in realtà non leggo mai i copioni di quello che succederà nel lungo periodo, mi interessa poco farlo. È un mio metodo di lavoro. Faccio come la vita reale: fuori dalla porta non puoi sapere chi incontri, e io adotto questo sistema anche sul set: cerco così di dare un senso di immediatezza al personaggio, come se tutto gli accadesse proprio in quel momento.

CASTPARTE2016

                                               Fonte foto: ufficio stampa Un posto al sole

La famiglia Poggi resta sostanzialmente unita, nonostante i rapporti non sempre idilliaci tra Renato e la sua ex moglie, Giulia (Marina Tagliaferri).

Tra i due c'è stata tanta polemica, però penso che la loro vicenda ha rappresentato bene quello che nella vita reale è un matrimonio che non funziona più. Anche se hanno un rapporto non sempre semplice, tuttavia, esso esiste. Questo è un insegnamento per tante coppie che spesso, dopo la fine della loro unione, si odiano e si fanno la guerra per l'affidamento dei figli. Credo che anche se un amore finisce, bisogna cercare di mantenere un rapporto di cordialità tra due persone che si sono volute bene.

"Un posto al sole" vuol dire Napoli: quanto conta la rappresentazione della città nel successo della soap, che dura da 20 anni?

Molto. Ritengo che la soap abbia avuto e continua ad avere un storia così lunga perchè incuriosisce il modo in cui Napoli viene raccontata, sotto tutti i punti di vista. Penso che anche per questo "Un posto al sole" sia un unicum e che sarà difficile ritrovare qualcosa di simile in futuro. Si può dire, immodestamente, che la nostra soap faccia parte della storia della televisione italiana: di questo noi ne andiamo fieri, ma nello stesso tempo ci rendiamo conto che il tempo passa e di questo, un po', ce ne dispiace.

Letto 292 volte Ultima modifica Giovedì, 15 Dicembre 2016 19:39
Francesco La Rosa

Nasco a Napoli nel 1989, ma la mia città è San Giorgio a Cremano, la stessa di uno dei miei miti: Massimo Troisi. Gli studi mi hanno portato a Roma, dove mi sono laureato in Editoria multimediale e nuove professioni dell’informazione alla Sapienza. Sono giornalista pubblicista. Il varietà è il mio genere preferito, sia in tv che in radio. A ruota seguono serie tv e quiz. La mia passione è il Festival di Sanremo: da piccolo fantasticavo di cantare sul palco dell'Ariston, ora mi limito a sognare di condurlo! .

Lascia un commento

Gentile lettore, dopo aver premuto il pulsante "INVIA COMMENTO", attendi il messaggio dell'avvenuto invio dello stesso in attesa di moderazione senza effettuare un nuovo invio. Sarà nostra cura validare il prima possibile il commento affinchè sia visibile

Cerca nel sito

In evidenza

Argo dal primo marzo su Rai Storia con Valerio Massimo Manfredi

16-02-2017 Cultura Biagio Esposito

Torna "Argo" il magazine televisivo tematico affidato a Valerio Massimo Manfredi. Il primo appuntamento del nuovo ciclo è fissato per...

Vai alla news

Le fiction che vedremo: Sorelle dal 7 marzo su Rai 1 con Loretta Goggi…

22-02-2017 Soap e serie tv Angela Grimaldi

Inizia dal prossimo 7 marzo su Rai 1 in prima serata la nuova serie dal titolo "Sorelle". La regia è...

Vai alla news

Le Fiction che vedremo: “La valanga” sul dramma di Rigopiano

09-02-2017 Soap e serie tv Massimo Luciani

La Taodue di Pietro Valsecchi ha annunciato che sarà molto presto in lavorazione una serie che rievoca il dramma della...

Vai alla news

La porta rossa Carlo Lucarelli: non siamo la fotocopia di Ghost

24-02-2017 Soap e serie tv Sergio Monni

 Carlo Lucarelli è uno degli autori de "La porta rossa", la seire proposta da Rai 2 e in onda, in...

Vai alla news


Seguimi sui vari social network

facebook twitter google plus Youtube linkedin

 
maridacaterini.it è una testata giornalistica
iscritta dal 02/12/2015 al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015
P.Iva 05263700659
Tutti i diritti riservati - Area riservata

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo